Serie B - Supercoppa. La Rekico viene beffata al fotofinish da Cesena

18.10.2020 22:41 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Serie B - Supercoppa. La Rekico viene beffata al fotofinish da Cesena

Niente doppietta in Supercoppa per la Rekico, ma anche contro i Tigers Cesena la prestazione è stata buona, tanto che soltanto gli episodi hanno fatto sfuggire la vittoria negli ultimi secondi. Onore a Cesena che ha giocato una gara tutta grinta e intensità proprio come i Raggisolaris: le due squadre hanno infatti dato vita ad un derby intenso che ha appassionato i tifosi. Nonostante il ko, la Rekico è ancora in piena corsa per conquistare gli ottavi di finale. La vetta del girone sarà in palio domenica al PalaRuggi nella sfida con l’Andrea Costa Imola, impostasi 82-78 a Rimini. Con una vittoria di almeno 6 punti la Rekico sarebbe certa del primo posto, altrimenti dovrà vincere e sperare in un ko di Cesena a Rimini, entrambe già eliminate. Questa la classifica dopo due turni: Imola 4; Cesena e Faenza 2; Rimini 0.

Il derby con Cesena inizia nel migliore dei modi, perché Petrucci effettua tutto il riscaldamento con i compagni: un chiaro segnale che il Capitano è sulla strada per il pieno recupero. Passando alla partita, l’avvio di gara è targato Tigers, bravi a trovare canestri con i lunghi e a difendere molto bene nell’area pitturata (15-9), costringendo la Rekico a ricorrere al tiro da tre. Una tattica che porta risultati, perché arrivano tre triple che accendono la rimonta, permettendo agli ospiti di andare in vantaggio 19-18. Nel secondo quarto il cuore dei Raggisolaris di vede nel momento più duro. I Tigers partono segnando 11 punti nei primi tre minuti e vanno sul 41-25 poi arriva la rimonta. Rubbini e Ballabio guidano le danze orchestrando un gioco veloce e aggressivo e poi è la difesa a completare l’opera. Minuto dopo minuto la Rekico recupera terreno confezionando un break di 16-0 finalizzato da Anumba per il 41-41 ad inizio terzo periodo.

Cesena prova a dare un’altra scossa e si porta sul 54-48 poi Faenza risponde mettendo nuovamente la freccia per il 65-59 imitata dai Tigers: il match diventa quindi un susseguirsi di emozioni e tutto si decide nell’ultimo minuto. La volata finale parte sul 71-71 a 56’’ dalla sirena. Faenza perde palla e sul rovesciamento di fronte Battisti segna la tripla del 74-71. Rubbini si carica sulle spalle la squadra: penetra segnando e subendo fallo a 12’’ (73-74). Il play sbaglia il libero e il rimbalzo lo cattura Marini che subisce fallo. Mancano 6’’ e il pivot si presenta in lunetta segnando il primo e fallendo il secondo tiro libero. La palla va nelle mani di Calabrese che la passa a Testa, bravo a trovare un tiro da tre dalla lunga distanza, ma la sua conclusione finisce beffardamente sul ferro. Finisce 75-73.

Tigers Cesena 75 - Rekico Faenza 73
(22-19; 41-36; 55-50)

CESENA: Dagnello 3, Trapani 6, Battisti 7, Borsato 14, Alessandrini 3, Terenzi 13, Tedeschi, Marini 7, Chiappelli 9, Dell’Agnello 13. All.: Di Lorenzo
FAENZA: Testa 4, Anumba 16, Rubbini 17, Marabini, Calabrese 4, Ballabio 16, Ly-Lee 3, Filippini 10, Iattoni, Solaroli 3, Petrucci ne. All.: Serra
ARBITRI: Bertuccioli – Scaramellini
NOTE. Usciti per falli: Iattoni e Filippini