LIVE EL - L'Olimpia Milano è la quinta vittima di fila dell'Asvel

05.02.2021 22:37 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LIVE EL - L'Olimpia Milano è la quinta vittima di fila dell'Asvel

Ieri la contemporanea sconfitta di Barcelona e CSKA ha messo nelle mani dell'Olimpia Milano la possibilità di raggiungere la vetta della classifica di regular season di EuroLeague, un risultato mai raggiunto dal club da quando esiste questo torneo nella configurazione attuale. Occorrono due vittorie: stasera nel confronto in Francia con l'Asvel Villeurbanne e poi nel recupero in Russia con lo Zenit S. Pietroburgo. solo poterci provare è certamente un risultato eccezionale per Ettore Messina e i suoi giocatori, che verso mezzogiorno hanno cominciato lo shootaround che precede la palla a due, fissata per le ore 20:45 all'Astroballe, con diretta Eurosport player e diretta testuale.

Tra gli uomini a disposizione del coach ieri è stata ufficializzata l'assenza di Sergio Rodriguez, che si somma a quella di Vlado Micov e Jeff Brooks. L’allenamento si è svolto all’Astroballe dalle 12 alle 12.50 circa, con una parte dedicata alla preparazione della partita e un’altra dedicata come di consueto al tiro. L’ultimo frammento è riservato ai tiri liberi, sui due canestri. L’arena è piccola per gli standard di EuroLeague (5.000 posti), ma molto elegante e raccolta. Quando è piena, il pubblico si avverte perché le gradinate sono estremamente ripide e anche le ultime file sono molto vicine al campo. Per il momento però resta vuota. Come succede ancora quasi dappertutto.

1Q - Delaney si mangia Fall in accelerazione 0-2. Punter raddoppia, mentre l'Asvel le sbaglia tutte fino al canestro di Lighty con 6'35". Gli errori di Milano pareggiano, e quindi sul campo Yabusele realizza il 4-4. Bako stoppa Tarczewski, Yabusele in contropiede porta avanti l'Asvel 6-4. Tocca a Tarczewski piazzare la stoppata su Yabusele e a Shields pareggiare in fotocopia, ma Yabusele non si cruccia a fa 8-6. Con 4'21" Shields piazza la tripla. A seguire Lighty, controsorpassa, ed è timeout. Shields e Leday strappano uno 0-4, Bako e Lighty rispondono con un 4-0. Leday e Cole, Shields da tre e Yabusele pareggia 18-18 entrando nell'ultimo minuto. I francesi riescono a trovare soluzioni nei primi secondi dell'azione. Due liberi di Leday, intercetto e assist di Moraschini per Delaney da tre punti, una persa di Bako che poi stoppa Delaney, ed è Diot a chiudere il quarto 20-23.

2Q - Noua accorcia da sotto e Diot sorpassa. 5-0, ma tre falli in fila dell'Asvel sono pesanti in 100 secondi, ma Delaney fa 1/2 al 12'. Ci vuole un minuto per vedere Tarczewski a segno 25-26. Fall e Leday incrementano il tabellino e coach Parker chiede il timeout al 14'. Fall fa 1/2 in lunetta al rientro. e siamo ancora pari 28-28. Gigi Datome realizza la prima bomba personale tentata in serata, ma al 15' deve uscire con due falli di fila commessi. Yabusele e Tarczewski muovono il pallottoliere, la corsa dell'Asvel crea problemi alla difesa Olimpia. Cole sbaglia la bomba, ma non Roll: il +6 di Milano è un altro minuto per Parker al 16'. (5/6 dall'arco per l'Armani). Un gioco da tre punti di Fall e Cole creano un 5-0 che riporta i francesi a contatto: il timeout è di Messina. Siamo sempre vicini vicini: Hines +3, Fall in lunetta +1 con 2'14". Leday risolve una situazione di confusione allungando, poi Yabusele perde la terza palla consecutiva dei francesi (10 in totale). Delaney non finalizza, 37-40 all'intervallo.

3Q - Punter e Leday aprono le marcature del secondo tempo. Strazel accorcia (+5 Milano), ma Punter replica da tre punti al 22' e Shields vale il +10. 4-0 di Fall e Cole al 25'. Risponde Leday e con 3'14" arriva il timeout. Yabusele raddoppia, Datome si prende una stoppata, con 2'44" il timeout è di Messina 47-51. Nessun esito positivo per Milano: Howard piazza la bomba del -3 dopo due liberi di Kyle Hines, e Bako in lunetta con un 2/2 per il 52-53 con 1'19" al 30'. Moraschini serve l'assist per la tripla di Roll, prende il rimbalzo dall'altra parte del campo. L'ultima palla del quarto è per Noua, la tripla non va 52-56.

4Q - Lacombe si concede i primi due punti del quarto, ma fallisce poi il pareggio. Shields allora colpisce due volte e rimette Milano a +6 con 7'44". Lighty risorge dal letargo e con una tripla dimezza lo scarto 57-60. Norris Cole non raggiunge il pareggio vanificando un gioco da tre punti 59-60, ma dopo un altro canestro di Shields va per il sorpasso con due canestri in fila 63-62 con 5'25". E al 35' è timeout. Howard da tre da nove metri e Lighty prolungano il break a 9-0 e Messina ferma il gioco 68-62 con 3'40". Hines e Lighty mantengono la distanza, poi l'ex guardia di Cantù e Cremona mette una tripla velenosa entrando nel crunch time. Punter accorcia (2/3 in lunetta), ma Fall si fa vedere e l'Asvel perde pochi palloni 75-66 con 1'35". Punter sbaglia due tiri in fila entrando nell'ultimo minuto, così l'Asvel non paga dazio sulla persa per sfondamento di Cole. Howard realizza la sua terza tripla di serata e mette fine alla gara. Tre liberi di Delaney mettono in sicurezza la differenza canestri, non si sa mai, e la bella serie di sei vittorie è conclusa.

Il commento: Milano perde l'energia per strada, ne soffre la difesa e nel secondo tempo all'Asvel riesce tutto quello che non primo non sperava. Niente più palle perse, libertà di tiro per le triple che non entravano, possibilità di correre e mettere in difficoltà gli ospiti. D'altra parte l'Asvel coglie la quinta vittoria in fila e lo stato di forma fisica è allo zenith, quello dell'Armani al nadir. Peccato perché la squadra è stata ordinata (appena 5 perse) e il confronto a rimbalzo quasi pari (35-31).

Asvel Villeurbanne - Olimpia Milano 78-69. Boxscore: 16 Lighty, 14 Yabusele, 12 Fall e Cole per l'Asvel (10-14); 18 Shields, 14 Leday, 9 Delaney e Punter, 6 Roll e Hines, 4 Tarczewski, 3 Datome per l'Olimpia (15-8).