LIVE LBA - Trento resiste alla grinta triestina e ribalta la differenza punti

14.04.2021 21:56 di Martino Parise Twitter:    Vedi letture
LIVE LBA - Trento resiste alla grinta triestina e ribalta la differenza punti

Coach Molin l'ha definita "snodo cruciale", e ne ha tutti i motivi: la gara di oggi alla BLM Group Arena può regalare alla sua Dolomiti Energia Trentino due punti più che preziosi per l'ingresso ai playoff. Glieli può regalare una diretta concorrente, l'Allianz Trieste, incapace di vincere da tre settimane e con appena una vittoria in più dei bianconeri in classifica. I giuliani, tuttavia, possono contare sul +10 dell'andata per mantenere il vantaggio nello scontro diretto in caso di classifica avulsa. E con una De Longhi Treviso salda al sesto posto, probabilmente rimangono solo due biglietti per la postseason, al momento in mano proprio alle rivali dirette di questa sera ma con Pesaro pronta a farsi avanti.

In dubbio, per i padroni di casa, Forray (coscia) e Ladurner (ginocchio), oltre a Pascolo e Lechthaler che non mettono piede in campo da un bel po'.

Quintetti

Browne, Morgan, Martin, Maye, Williams vs Fernandez, Henry, Doyle, Da Ros, Delìa

Cronaca

"Superficiale" è la parola più adatta a descrivere l'avvio triestino: qualche conclusione affrettata e poco convinta condita da alcune palle perse permettono a Trento di mettere subito il turbo e scappare sul 12-0 dopo 4 'con Maye protagonista davanti e Williams dietro, grazie a un paio di stoppate. Primi punti ospiti con Delìa dopo una lotta a rimbalzo. Entrambe le aree rimangono senza alcun dubbio di proprietà trentina (Williams vola a quota 8 punti da vicino) e l'Allianz deve ancora trovare la prima conclusione pulita; l'iscrizione di Browne e Sanders a referto con una bomba a testa non fa altro che intensificare l'agonia giuliana in questi primi 10'. 24-5.

Alviti da tre su ribaltamento e Upson con un tap-in provano a scuotere Trieste, ma Williams continua sulla scia delle ultime settimane (sono 14 per lui), coadiuvato da un Martin on fire. Due disattenzioni trentine (le prime) permettono a Grazulis e, ancora, Alviti di muovere il tabellino, prima dell'inchiodata di Henry sulla linea di fondo. Cavaliero è pronto dall'arco e fa 37-19: 0-7 ospite e timeout Molin. Incide Sanders in difesa, causando due perse ai biancorossi, mentre Browne apre il DRS, svernicia Doyle e firma un and one; risponde lo stesso Doyle con due canestri da sotto per tenere il -18 (41-23). E' ancora il duello Browne-Doyle ad archiviare il tabellino della prima metà di gara: la guardia portoricana si porta a quota 10, mentre l'esterno di Dalmasson si ferma a 9. 46-27.

In apertura di secondo tempo l'Allianz accenna con successo un po' di difesa a zona e dall'altra parte converte con meno difficoltà (si sblocca anche un nervoso Fernendez, in campo con 4 falli). 48-35 dopo 3'35". Pausa di oltre 5' per un problema al cronometro sul 52-38 a 5'35" dal 30esimo. Arriva fino al -8 l'Allianz dopo un paio di minuti abbondanti di raffreddamento delle percentuali, interrotti infine da uno scambio di triple tra Martin e Cavaliero. Il quarto lo chiude Sanders con un entrata decisa al ferro (libero aggiuntivo sbagliato). 62-51, Alviti ha avuto in mano la tripla aperta del -6.

La tripla non la sbaglia, Sanders, per riallungare sul +14, poi Fernandez sbraccia in attacco e commette il suo quinto. Trieste continua a provarci con tutte le forze, ma se in difesa sembra tenere abbastanza bene, in attacco manca l'adeguata continuità. Tripla di Maye per il 70-54, mentre inizia a volare qualche grande T (Cavaliero e Sanders). Gli ospiti reagiscono ancora e dopo il +16 casalingo firmato Browne, in transizione, una bomba di Henry e un reverse di Delìa riaccendono qualche speranza (72-61). Ennesimo break Aquila e, dopo l'antisportivo di Alviti convertito da Morgan a 2'30" dalla fine, i giochi sono chiusi: il dominio di Williams sotto le plance, la fisicità trentina in difesa e, soprattutto, l'eloquente primo quarto, consegnano all'Aquila l'undicesima W stagionale (81-69) e la parità proprio con l'Allianz in classifica. Ribaltata anche la differenza punti (all'andata fu 92-82), quindi la parità mette, nei fatti, Trento davanti a Trieste.

Tabellino

Trento: Williams 26, Maye 16, Browne 14, Martin 11, Sanders 8, Morgan 6, Conti 0, Mezzanotte 0, Forray n.e., Ladurner n.e., Jovanovic n.e.

Trieste: Delìa 13, Doyle 13, Alviti 12, Cavaliero 9, Henry 8, Grazulis 4, Upson 4, Da Ros 3, Fernandez 3, Laquintana 0, Arnaldo n.e., Coronica n.e.