live

LBA - Reggio la vince, si fa riprendere da Cremona e la rivince grazie a Faye, Smith e Hervey

21.01.2024 20:50 di Elia Medioli Twitter:    vedi letture
Ufficio Stampa
Ufficio Stampa
© foto di Vanoli Basket Cremona

Una vittora sicuramente preziosa nella corsa ai playoff, quella che ha guadagnato la Unahotels Reggio Emilia tra le mure amiche e ai danni di una combattiva Vanoli Cremona. Partita in controllo fin dal primo quarto, con Reggio che prende il largo fino al +14 nei due periodi centrali, per poi subire una incredibile rimonta che sembrava impossibile da parte di Cremona grazie a un parziale di 2-18 all'inizio dell'ultimo quarto, con gli ospiti che si trovano addirittura sul +3 a 4 minuti dal termine. Ci pensano poi il giovane Faye e i califfi Smith ed Hervey (23 punti) a chiuderla grazie a giocate di grande energia e talento, con l'incontro che si chiude sul 78-71 per i padroni di casa. A Cremona non bastano i 19 punti di un eroico Davide Denegri, 13 dei quali nella seconda metà di gara, e la doppia doppia da 12+10 di Paul Eboua. 

I tabellini
Unahotels Reggio Emilia: Weber 11, Camara ne, Cipolla ne, Hervey 23 (7 rb, 23 val), Galloway 9, Faye 12 (7 rb, 20 val), Smith 14, Uglietti 2, Atkins 2, Vitali 3, Grant 2, Chillo.
Vanoli Cremona: Adrian 6, Zegarowski 12, Pecchia 2, Vecchiola ne, Denegri 19 (5/12 3pt), Lacey 2, Piccoli 2, McCullogh 7, Golden 8, Zanotti 1, Eboua 12 (10 rb, 21 val).

Qui di seguito la diretta testuale della gara.

Reggio scende in campo per il primo quarto con Weber, Galloway, Grant, Hervey e Faye, Cremona risponde con Denegri, Zegarowski, Lacey, Adrian e Golden. Possesso iniziale conquistato da Reggio e subito un sottomano dal post di Faye, ma Zegarowski replica immediatamente con la tripla dall'angolo. Reggio lotta a rimbalzo in attacco e torna sopra con Weber, ma la tripla piedi per terra di Eboua la ricaccia indietro. Grant fa valere il fisico su Lacey e appoggia alla tabella il pareggio, poi botta e risposta Golden-Galloway per l'8-8 dopo 3 minuti. Hervey trova il nuovo vantaggio biancorosso ocn un appoggio facile in contropiede ma Zegarowski risponde ancora da tre. Galloway da pan per focaccia, ma Zegfarowski non dà segno di volersi fermare e segna la sua terza tripla consecutiva, 13-14. Faye ristabilisce il vantaggio reggiano con un altro buon gioco in post basso, ma pecca di ingenuità in difesa, mandando in lunetta Golden per il 15-16 a 4' dalla fine del primo periodo. Hervey trova il rimbalzo in attacco sul suo stesso errore e deposita a canestro, ma ancora un fallo di Faye su Golden, che va in lunetta per i liberi del sorpasso. Reggio non trova la via del canestro e soffre a rimbalzo, ma un recupero difensivo di Weber gli permette di andare in lunetta e segnare a cronometro fermo per il 19-18 reggiano. Reggio alza la pressione difensiva, Hervey e Atkins stoppata all'unisono Golden, Galloway recupera palla su Zegarowski e l'azione difensiva culmina nella tripla dall'angolo di Hervey. 2/2 in lunetta per Uglietti che chiude il quarto sul punteggio di 24-18 per i padroni di casa. Per Reggio 7 din Hervey, per Cremona 9 di Zegarowski.  

Inizio di secondo quarto increbilimente a basso punteggio, con un solo libero segnato da Zanotti nei primi due minuti di periodo. Ci pensa Denegri a sbloccare la situazione con la tripla dal palleggio, 24-22 al 13' minuto di gioco. Weber si mette in proprio e segna contro Adrian ma Denegri non si placa, recupera in difesa e infila la tripla in contropiede del -1. Hervey gli risponde a muso duro con la tripla fuori ritmo e riallunga sul +4 reggiano. Atkins non è pronto a rimbalzo difensivo, McCullogh ne approfitta per catturare la carambola e segnare il jumper dalla media, costringendo Priftis al timeout. Jamar Smith torna a colpire dalla lunga in uscita dal timeout, poi Galloway lo segue disorientando Pecchia e segnando il sottomano di mancin contropiede nonostante la pressione di Golden. Ottima prestazione difensiva dei padroni di casa, che forzano Cremona all'infrazione dei 24''. Gli ospiti muovono bene la palla ma faticano comunque a trovare buone conclusioni per via della pressione e delle rotazioni difensivre dei reggiani. Reggio dal canto suo difende forte e in maniera competente, ma non riesce a trovare canestri con continuità e un primo allungo. Galloway si invola in contropiede e segna col fallo, ma non completa il gioco da tre punti e sbaglia anche la successiva tripla. Non sbaglia da sotto il canestro Eboua, che supera la pressione di Hervey e Atkins e segna alo scadere dei 24 per il nuovo -7 cremonese. Ancora Hervey a segnare dopo aver recuperato il proprio rimbalzo in attacco, poi Galloway non si accorge che i suoi sono in bonus e manda Lacey in lunetta per il 2/2. Hervey non accenna a volersi fermare, prende in velocità Eboua e tra mille mani deposita al ferro il 40-31 che chiude la prima metà di gara. Per Reggio ci sono 14 punti di Hervey e 9 di Galloway, per Cremona 6 a testa per Golden e Denegri.

Il terzo quarto  di gioco si apre sul recupero difensivo di Weber e la conseguente tripla di Hervey, Eboua e Golden rispondono subito riportando Cremona sul -8. Pasticcio difensivo di Cremona, quindi Weber e Smith ristabiliscono il +12 con due jumper dalla media consecutivi. Denegri torna a colpire dalla lunga dopo i due bersagli del secondo periodo, ma Cremona fatica ancora a rimbalzo e Faye si rende protagonista con la carambola offensiva e il gancetto destro segnato del +11. Assist spettacolare di Hervey che serve il tagliante Smith per il 51-38. Lacey penetra la difesa reggiana e scarica per la (quarta) tripla dall'angolo di Denegri, che riporta gli ospiti sul -10. Insolito 2/2 dalla lunetta per Faye e altrettanto insolito 1/2 di Weber, +13 Reggio. McCullogh sblocca la siccità di canestri di Cremona con una buona tripla dal palleggio e un sottomano in penetraizone, infilando la difesa reggiana che non riesce a far fronte alla versatilità dell'esterno statunitense, riavvicinando Cremona sul -11. Buona sequenza difensiva di Cremona, che nega ripetutamente il canestro a Reggio Emilia e mantiene il punteggio sul 57-46, sul quale le squadre vanno in panchina per l'ultimo intervallo breve dell'incontro. Per i biancorossi 17 di Hervey, per Cremona 12 di Denegri.

Eboua inaugura il quarto periodo con una tripla dall'angolo sul buon assist di Pecchia, seguitom subito a ruota da Adrian che riporta Cremona sotto la doppia cifra di svantaggio sul 57-52. Ottima pressione difensiva di Cremona, che blocca la via del canestro ai padroni di casa e torna sul -2 sulla seconda tripla consecutiva di Adrian. In uscita dal timeout chiamato da Priftis Reggio continua a non trovare il fondo della retina, e Denegri continua a colpire, coadiuvato da Eboua che con i due liberi segnati porta Cremona al suo primo vantaggio dal primo periodo di gioco, 57-59. Parziale positivo di Cremona che viene interrotto dalla tripla in contropiede di Hervey, di nuovo +1 Reggio, ma Denegri non ci sta e sul fallo di Smith va in lunetta segnando i liberi del 60-61. Smith trova un canestro dalla media letteralmente insensato, ma Cremona non dà tregua a Reggio e col sottomano di Pecchia e i liberi di Piccoli di porta sul +3 a 4 minuti dalla fine. Buona circolazione di palla reggiana e Vitali ristabilisce la parità a quota 65 dall'angolo. 1/2 dalla lunetta per Zegarowski, a cui risponde subito Smith con il jumper segnato dalla media, 67-66 per i padroni di casa. Adrian manda Faye in lunetta, che segna entrambi i liberi portando Reggio sul +3 a due minuti e mezzo dal termine dell'incontro. Ottima azione difensiva di Reggio Emilia, che culmina con l'errore da tre di Pecchia e il rimbalzo difensivo di un monumentale Faye, il quale va in lunetta mandando Reggio sul +4. Altre due grandiose esibizioni difensive di Reggio, che mette un freno all'attacco cremonese e segna con Smith dalla media e con Hervey da tre punti, portandosi sul +9 e mettendo teoricamente in saccoccia la partita. Denegri non ci sta, e in uscita dal timeout tiene Cremona vicina con la tripla dal palleggio. Smith 1/2 dalla lunetta, e sul rimbalzo difensivo Zegarowski si lancia a segnare in contropiede per il -5. Weber recupera palla e si invola per la schiacciata in contropiede che mette la parola fine alla partita sul punteggio di 78-71.