live

LBA - Incredibile al Palabigi! Reggio rimonta dal -14 e porta a casa l'anticipo con la tripla di Atkins

02.03.2024 23:26 di Elia Medioli Twitter:    vedi letture
LIVE LBA - Incredibile al Palabigi! Reggio rimonta dal -14 e porta a casa l'anticipo con la tripla di Atkins
© foto di foto ciamillo

Una partita incredibile, una vera sfida playoff, tra due squadre con grandi ambizioni e dal respiro europeo. La Dolomiti Energia Trentino lotta e trova il vantaggio fin dalle prime battute dell'incontro, punendo ripetutamente con le triple una difesa reggiana a volte poco attenta e che tende a collassare in area lasciando liberi i tiratori sul perimetro. Gli ospiti si portano fino al +14 a metà terzo periodo, grazie alle prestazioni di Grazulis (16 punti per lui al termine), Biligha (14) e Mooney (10 e 8 assist). Da quel momento, parte la rimonta della Unahotels Reggio Emilia che - per via soprattutto dei recuperi difensivi frutto di un'intensità difensiva nettamente migliore - firma un parziale di 16-1 sul finire del terzo periodo, rimane a contatto con l'avversario fino all'ultimo minuto della contesa grazie ai canestri di un ottimo Galloway (24 punti segnati alla sirena finale) e firma ultimamente il sorpasso a 40'' dalla fine con la tripla di Darion Atkins dalla punta. L'anticipo è di Reggio, per il punteggio di 77-75, grazie al graffio dell'ex.

Tabellini
Unahotels Reggio Emilia: Weber 8, Bonaretti ne, Cipolla ne, Galloway 24, Faye 5, Smith 12, Uglietti, Atkins 14, Black 3, Vitali 2, Grant 2, Chillo 7.
Dolomiti Energia Trentino: Hubb 9, Alviti 2, Niang 6, Conti ne, Forray 2, Cooke 2, Udom 3, Biligha 14, Grazulis 16, Mooney 10, Baldwin 11.

Qui di seguito la cronaca dell'incontro.

Per il primo quarto Reggio scende in campo con Weber, Vitali, Galloway, Chillo e Faye, Trento risponde con Mooney, Baldwin, Niang, Grazulis e Biligha. Super inizio di Reggio, che vince la palla a due e lancia subito Chillo a schiacciare a canestro su assist di Galloway, con Faye che lo segue subito con l'appoggio al tabellone per il 4-0 iniziale. Biligha dà sfoggio delle sue capacità atletiche rifilando una super stoppata a Weber, lanciando poi il contropiede che permette a Niang di segnare i primi due dell'incontro per Trento. Weber guadagna il primo viaggio in lunetta dell'incontro e fa 2/2. Biligha trova un fortunato rimbalzo sul tabellone e segna il 6-4 dopo 3 minuti. Niang sfugge alla difesa di Galloway e segna il pareggio, poi Vitali e Biligha dalla lunetta per il 8-8 al quinto minuto di gioco. Ancora Biligha a colpire, questa volta dal midrange, poi Grazulis si iscrive alla partita con la tripla dall'angolo, segnando il +5 Trento e costringendo Priftis a usare il suo primo timeout. Mooney segna ancora all'uscita dal timeout, poi Smith interrompe l'emergenza reggiana con il jumper dal palleggio. 10-15 Trento a 3 minuti dal termine del primo quarto. Trento non si ferma e infila un'altra tripla con Hubb, lo stesso fa Smith con il long-2 dal palleggio. Alviti dalla lunetta porta il punteggio sul 12-20, poi Baldwin scocca la tripla in contropiede del +11 ospite. Black firma i primi punti in maglia biancorossa con il facile layup da sotto canestro, chiudendo un difficile primo quarto per i padroni di casa sul punteggio di 14-23. Per Reggio 4 di Smith, per Trento 6 a testa per Biligha e Hubb. 

Smith inaugura il secondo quarto con la prime triple di serata della Reggiana dopo i tre errori del primo periodo. Primo giocatore in doppia cifra della partita e Reggio di nuovo a -3 dopo neanche un minuto e mezzo di parziale. L'emergenza trentina si ferma, nonostante i due errori consecutivi di Grazulis, grazie alla tripla dal palleggio di Baldwin, ma Atkins e Weber continuano a segnare riportando Reggio sul -2. Ottima reazione di Trento, che trova due triple da parte di Biligha e Mooney, riallargando il divario tra i due team. 2/2 dalla lunetta di Galloway per riavvicinare i suoi. Baldwin non si ferma e segna un altro canestro dal palleggio, Galloway si è acceso con i liberi appena segnati e infila la tripla piedi per terra su assist di Uglietti, portando il punteggio sul 29-33 per gli ospiti. Grant serve un buon pallone a Black, che si svita sul perno e guadagna un viaggio in lunetta, per l'1/2 del -3 Reggio. 6 punti in un amen per Trento, che con le triple di Mooney e Hubb riallunga sul 30-39. Chillo recupera palla nella confusione della difesa trentina e va a depositare un facile canestro al ferro, ma Trento non demorde e ricaccia subito indietro i padroni di casa con il layup di Cooke da rimessa laterale. Il tiro in sospensione di Vitali non va a segno, così anche il canestro in alley-oop di Cooke, perciò le squadre vanno negli spogliatoi per l'intervallo lungo sul punteggio di 32-41. Per i biancorossi 10 punti di Smith e 5 di Galloway, per i bianconeri 9 di Hubb e 8 di Mooney. 

Subito un viaggio in lunetta per iniziare il terzo quarto, con Biligha che fa 2/2 portando Trento di nuovo sul +11. Faye segna su assist di Atkins, ma Grazulis non ci sta e segna col fallo di Atkins. Il libero aggiuntivo non va, ma Niang si catapulta a rimbalzo e segna nonostante la pressione dello stesso Faye. 6 punti in fila per Galloway e Atkins, ma Trento risponde immediatamente con un parziale di 7-0 grazie alla tripla di Grazulis e ai canestri di Mooney e Biligha. Dopo tre minuti e mezzo di periodo, il tabellone dice 40-54 in favore degli ospiti. Galloway 2/2 dalla lunetta, poi l'effort play di Vitali per recuperare palla in difesa propizia il canestro in contropiede di Atkins. Atkins che non si ferma e, nonostante una chiamata a sfavore e il fallo tecnico per proteste, convertito da Grazulis, segna ancora con il jumper dalla media. Smith e Galloway cavalcano l'onda dell'entusiasmo, con il 2/2 dalla lunetta del primo e il sottomano in penetrazione del secondo, che riavvicina Reggio Emilia sul punteggio di 50-55 a tre minuti dal termine del periodo. Parziale reggiano che si allunga grazie all'1/2 dalla lunetta di Faye e al canestro su recupero e contropiede di Atkins. Incredibile sequenza difensiva per Reggio, che propizia un altro recupero e la tripla dal palleggio del vantaggio Reggiano sul 56-55. Grazulis non ci sta, e con pochi secondi rimasti sul cronometro interrompe il parziale di 16-1 in favore dei padroni di casa con la tripla dopo lo scarico di Hubb. Il gioco si interrompe dunque per l'ultimo intervallo breve sul punteggio di 56-58 per Trento. Per i reggiani 15 punti di Galloway e 12 di Smith, per i trentini 12 di Biligha e 10 di Mooney. 

Il quarto periodo si apre con il libero convertito da Baldwin per il tecnico per proteste fischiato a Priftis e con il jumper dalla media segnato da Biligha, che ristabilisce il +5. Reggio fatica a trovare la via del canestro e non segna per i primi due minuti del periodo, ci pensa Galloway a infilare il canestro con fallo subito da due punti. Botta e risposta tra Udom e Grant, poi Forray va in lunetta ma il canestro in stepback dal centro dell'area di Weber ripristina il -3 reggiano. Miracolo di Baldwin, che allo scadere e nonostante la pressione di Vitali, segna una tripla dal palleggio in stepback, subendo anche il contatto dello stesso Vitali e convertendo il libero aggiuntivo, segnando a tabellone il 63-70 a 5 minuti esatti al termine dell'incontro. Galloway 2/2 dalla lunetta, poi Weber ruba letteralmente la palla a Udom e va a schiacciare il -3 reggiano. Grazulis segna con il contatto di Weber, ma non converte il libero aggiuntivo, Galloway trova un canestro veloce per il 69-72. Squadre un po' sulle gambe in questa ultima frazione di gioco, con le poche energie rimaste che non bastano a trovare il fondo della retina. Baldwin converte un solo libero, poi finalmente per Reggio arriva la tripla del -1 da parte di Chillo, con solo 1:40 sul cronometro. Grazulis guadagna abilmente un canestro importante su Chillo, Galloway gli risponde con il sottomano in corsa, 74-75 a 50'' dal termine. Incredibile sequenza di Atkins, stoppata rifilata in difesa a Baldwin, che aveva trovato una linea di penetrazione aperta, e tripla aperta dalla punta segnata per il vantaggio reggiano sul 77-75, solo il secondo della squadra ospite in tutto l'arco dell'incontro. La preghiera da tre di Mooney non va, Baldwin recupera il rimbalzo in attacco mentre Atkins forza la rimessa dal fondo per la squadra trentina. Niente da fare però, Vitali recupera palla appena dopo la rimessa e gli ospiti non riescono a trovare l'ultima conclusione della gara, nè il fallo tattico per fermare il cronometro. Vince dunque Reggio, dopo 39' di inseguimento, per la tripla dell'ex.