Umana Venezia - Enel basket Brindisi: profumo di play off

Venezia che cerca con una vittoria il 2 a zero contro i salentini che, dal canto loro, cercano di vendicare la sconfitta subita in puglia all'andata
22.02.2013 23:13 di Dario Recchia  articolo letto 624 volte
Umana Venezia - Enel basket Brindisi: profumo di play off

La partita di domenica prossima tra Umana Venezia ed Enel basket Brindisi sarà partita vera per diversi motivi. Da una parte i lagunari che, dopo la batosta subita in terra sarda ad opera della Dinamo Sassari di  5 giorni fa (108-84) avranno voglia di rivalsa nei confronti di Brindisi reduce invece dalla prestigiosa vittoria casalinga contro la Fox Town Cantu’ per 69 a 65. I brindisini avranno dalla loro anche la voglia di vincere al PalaTaliercio sempre ostile negli ultimi anni e di ritornare a casa con una vittoria dopo la debaclè interna della partita di andata al Palapentassuglia che vide i veneziani vincitori per 82 a 63 e con l’ex Diawara autore di una prova maisucola con ben 26 punti finali. 2 punti in palio tra 2 squadre non ancora matematicamente salve ma che, ad oggi, provano a contendersi un eventuale posto nella griglia play off del prossimo maggio. Intervistato il vice allenatore di Brindisi Daniele Michelutti non vuole sentire parlare (non ha voglia nemmeno di nominarla la fatidica parola!!) di play off ma parla piuttosto di concentrazione su ogni singola gara da qui sino alla fine del campionato. “Vi sono ancora 11 gare da disputare e l’attenzione va riposta oggi solo su Venezia. Loro sono lunghi, talentuosi ed hanno molte frecce al loro arco. Dovremo fare una partita perfetta cercando di giocare molti palloni dentro ed attaccando con il nostro p&r. Inoltre la nostra difesa dovrà cercare di farli lavorare molto”. Sagge parole contro una formazione che ha vinto le ultime 4 partite nelle 5 apparizioni a dimostrazione di una squadra in salute e con grande convinzione. Gli uomini di Mazzon, dopo aver chiuso l’esperienza con Eric Williams (tesserato ma mai sceso in campo 2 stagioni orsono con Brindisi) ha cambiato decisamente volto. Piu’ veloce e decisamente meno prevebile Venezia ha un roster lungo capace di ben figurare con tutte le grandi del campionato. Brindisi invece ha costruito i suoi 20 punti su un sistema squadra  che ogni giorno si amalgama sempre di piu’ e su una coppia di esterni che stanno facendo parlare tutta l’Italia cestistica. Probabilmente non sarà della partita Andrea Zerini fermo da ieri per un risentimento al polpaccio da giudicare nelle prossime ore. Brindisi pero’ ha voglia di provarci e, come detto da Matteo Formenti in conferenza stampa: “ Siamo in salute e siamo un bel gruppo. Rispetto all’andata siamo cresciuti molto e consapevoli della nostra forza. Ci aspettano, ad iniziare da Venezia, delle partite dure e tirate ma non vogliamo tirarci indietro”. Ci sono insomma tutti gli ingredienti per assistere ad una partita con tanti spunti interessanti. Gli arbitri del match saranno i signori Seghetti di Livorno, Aronne di Viterbo e Borgioni di Roma.