Autopsia: un trauma contusivo ha ucciso Kobe Bryant

16.05.2020 09:40 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Autopsia: un trauma contusivo ha ucciso Kobe Bryant

Quasi quattro mesi dopo l'incidente in elicottero che ha ucciso Kobe Bryant, la figlia Gianna e altre sette persone nell'area di Los Angeles, l'ufficio del coroner della contea ha pubblicato venerdì i risultati dell'autopsia di tutte e nove le vittime, insieme ai risultati tossicologici per il pilota Ara Zobayan.

Per quest'ultimo non è stata rilevata la presenza di alcol o sostanze illegali nel suo flusso sanguigno, secondo quanto riferisce il Los Angeles Times. I rapporti dell'autopsia, per un totale di 180 pagine, hanno concluso che le morti di tutte e nove le vittime sono state immediate e accidentali.

Il trauma da forza contundente è stato giudicato la causa ufficiale della morte dell'icona dei Los Angeles Lakers Kobe Bryant, di sua figlia Gianna e delle altre sette persone decedute. La parte dell'indagine del coroner, iniziata il 28 gennaio, è ora considerata chiusa. È in corso un'indagine federale e sono in corso cause civili.

L'elicottero Sikorsky S-76B del 1991 che trasportava tutti e nove partì dall'aeroporto John Wayne alle 9:06 del 26 gennaio, diretto alla Mamba Academy in condizioni che includevano "nebbia e nuvole basse che oscuravano la collina", secondo un precedente rapporto del National Scheda di sicurezza per il trasporto. Prima di schiantarsi sulla collina di Calabasas sembra che ne avesse evitata un'altra.