Next Gen Cup: anche la Reyer Venezia cede alla forte Aquila Trento

01.12.2018 22:51 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 492 volte
Next Gen Cup: anche la Reyer Venezia cede alla forte Aquila Trento

L’Umana Reyer Under 18 non riesce a ripetersi dopo la netta vittoria della mattina con Sassari e, dopo la sconfitta (59-73) con la grande favorita Trento (qualificata matematicamente), si giocherà domenica alle 12 nella sfida diretta con Trieste l’accesso alle Final Eight di NextGen, che si stanno confermando, comunque vada, come un’ottima occasione di crescita per i giovani orogranata.

Trento parte meglio (0-7 al 2’30”) con gli orogranata che si sbloccano dalla lunetta con Casarin e tornano a un solo possesso (4-7) al 3’30” col gioco da tre punti di Favaretto. Una tripla ancora del capitano dà il 7-9 al 4’30”, ma Trento, col pressing, riallunga toccando la doppia cifra di vantaggio (7-17) all’8’30”. Sono Casarin e Berdini a chiudere il quarto sull’11-17. Gli orogranata riescono a imbrigliare l’attacco trentino con la zona e si riavvicinano sul 19-23 al 14′. Trento riprova l’allungo (19-28 al 15’30”), con due triple di Casarin che portano però l’Umana Reyer a un solo possesso (25-28) al 16’30”. L’elastico continua e la Dolomiti torna a più dieci (25-35 al 18′), prima dell’ottimo finale di tempo veneziano, in cui Kiss e il solito Casarin che riescono a portare le squadre all’intervallo lungo sul 34-37.

Sempre con la zona (e con le stoppate di Candotto, Bellato e Kiss), l’Umana Reyer mette anche il naso avanti per la prima volta nella partita: 39-37 al 22’30”, ma Trento, a questo punto, riescre a leggere la difesa veneziana e, mettendo le mani addosso agli attaccanti orogranata, arriva il break che incanala la partita: 0-15 di parziale e 39-53 al 26’30”. Servendo bene Possamai sotto canestro, gli orogranata si scuotono, ma il punteggio, all’ultimo intervallo è comunque 48-60. Trento aggiorna il massimo vantaggio al 32′: 50-65. Casarin continua a colpire il canestro degli avversari, firmando il -10 (59-69) al 37′, ma la Dolomiti inizia a giocare anche con il cronometro e centra così la vittoria-qualificazione col 59-73 finale.

Parziali: 11-17; 34-37; 48-60

Umana Reyer: Candotto, Minincleri, Casarin 31, Berdini 6, Biancotto, Favaretto 6, Bellato, Possamai 10, Kovacs, Cravero ne, Kiss 6. All. Buffo.
Dolomiti: Covi 2, Jovanovic 5, Panopio 14, Voltolini 12, Bernardino, Kitsing 14, Tani, Nzosa 6, Torrigiani, Doneda 10, Ladurner 6, Picarelli 4. All. Marchini.