Supercoppa italiana - All'overtime il Banco di Sardegna ne ha più della Vanoli

21.09.2019 20:03 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Supercoppa italiana - All'overtime il Banco di Sardegna ne ha più della Vanoli

Ecco la partita con cui prende il via la stagione agonistica 2019-20, la prima delle due semifinali di Supercoppa italiana in programma oggi al PalaFlorio di Bari. In campo Vanoli Cremona e Banco di Sardegna Sassari, la prima come vincitrice della Coppa Italia 2019, la seconda perché finalista del campionato 2018-19. Due formazioni profondamente rinnovate e che stanno cercando il filo perfetto del loro gioco per confermare i grandi risultati raggiunti l'anno scorso.

Il commento: la Vanoli è bella da vedere, cerca di essere anche fisica ma soffrirà per 45' la supremazia di Sassari in area (27-50 con 24 rimbalzi offensivi degli isolani). Così quando le rotazioni più corte e il fiato più ansimante vengono fuori la maggior attitudine fisica della Dinamo, che vede crescere nel match i vari Spissu, McLean, Jerrells ed Evans ha la ragione dalla sua parte.

La cronaca: In cinque secondi la tripla di Tiby muove il primo tabellino di stagione 3-0 Vanoli. Mathews e Saunders allungano il 7-0 e Pozzecco chiama subito timeout. La reazione è pronta: Pierre e bomba di Spissu, maggiore attenzione in difesa 7-5. Tiby e Saunders tornano a colpire, al 4' Bilan accorcia 11-7. La dinamo cerca di affrettare i tempi, ma al 5' Diener in entrata seguita dalla persa di Vitali che provoca la bomba di Tiby 16-7 è quasi fuga. Da un'altra rubata di Ruzzier ecco l'entrata di Mathews, ma Vitali si fa perdonare: Tuttavia Saunders mantiene la doppia cifra di scarto 20-9. I coach non risparmiano i cambi e Jerrells piazza la bomba, che invece è da due. Ruzzier in lunetta fa 1/2. Anche McLean a segno, e un libero di Evans fanno 21-14 a 1'22" dalla prima sirena. Buona l'intesa dei lombardi con Ruzzier e Gazzotti in evidenza, ma è Bucarelli da rimbalzo d'attacco ad allungare il break sassarese. L'ultimo tiro è per Stojanovic, e si stampa sul ferro. 21-16.

Evans perde la sesta palla della Dinamo, e Cremona risponde con Sobin. Tripla di Jerrells 23-19. I rimbalzi d'attacco (7, al momento) tengono vicino il Banco nella miglior precisione della Vanoli, poi con 7'20" arriva il -3 di Spissu. Che si ripete dopo il canestro di Tiby, e stavolta è Sacchetti a chiedere timeout 28-25. Botta e risposta al rientro, la prima persa di Saunders vale il -1 di Michele Vitali, ma Sobin si fa valere su Bilan 32-29. Poi lascia la lunetta a McLean -1 con 5'25" all'intervallo. Lunetta per Tiby, già in doppia cifra 2/2 e 12 punti personali. La Vanoli si muove molto bene, la tripla aperta di Diener dà valore al gioco d'insieme, poi Mathews sulla persa di Spissu e Tiby fanno il vuoto 39-31 timeout Pozzecco. McLean prende rimbalzo dal suo tiro e realizza ma in difesa la Dinamo sbrocca un pò consentendo 3 liberi a Mathews che fa 2/3. Jerrells e Mathews si scambiano triple con Jerrells che si ripete in stepback 44-39 con 2'30". Bonus Cremona esaurito, entrata di Bilan ma la Vanoli mantiene duro con Saunders.Break 0-5 del Banco con una certa confusione in campo; il doppio palleggio di Gazzotti restituisce la palla ai sardi. Ne approfitta Bilan che pareggia ma non sorpassa col libero aggiuntivo. Saunders da tre recupera un'azione quasi sfumata, Evans non pareggia 49-46 all'intervallo.

Tiby da tre e Bilan aprono le marcature, poi il lampo dell'intercetto e contropiede di Jerrells. Cremona annaspa un pò, ma ancora Jerrells dalla eprsa non costruisce la bomba del sorpasso 52-50 con 8'31". Una seconda tripla di Tiby conferma l'eccellente prestazione al tiro dei lombardi al momento, però il solito Bilan tiene il -3. Con 6'38" arriva dall'angolo il -1 di Evans (linea pestata), ma Diener spara la bomba al 24'. Al 25' anche i primi punti di Palmi grazie all'assist di Stojanovic, che si ripete con Tiby 62-56 timeout Pozzecco. Si rivede a segno Pierre, ma è Stojanovic a evidenziarsi nel momento 64-58 al 26'. McLean fa valere la sua esperienza, però fa 1/2 in lunetta. Il finlandese Palmi comincia a mettersi a suo agio, Cremona ha qualche sbavatura in difesa e Akele perde la palla che Pierre trasforma in tripla. Ancora Palmi a rimette altra luce 68-61 al 28'. Ma ancora persa per Sassari (11 al momento), libero per De Vico, McLean e Evans accorciano, ma la volata al 30' non porta il pareggio 69-66. 70% da due, oltre 50% da tre per la Vanoli.

Tripla di Vitali: pareggio! in apertura. Poi a 8'45" dal termine l'entrata di Evans è il primo vantaggio sardo della gara 69-71. Ma l'inerzia è tutta isolana: tripla di Spissu dopo timeout, il break arriva a 0-12 chiuso da Stojanovic sul +5 Sassari con 7'30". Spissu all'alley-oop per McLean 71-76. Lo 0/2 di Tiby e un lungo assalto della Dinamo con fior di rimbalzi d'attacco (17 al momento) si chiude con una bomba di Spissu 71-79 al 34'. Ma la Vanoli sciupa le medie al tiro e non trova più canestro: Sacchetti prende un timeout con 5'22". 2/2 Evans per il +10 Sassari, Ruzzier accorcia in entrata ma Evans trova altri due liberi (con arrabbiatura di Sacchetti, al quasi tecnico). Tripla di Diener al 36' per rimanere in vita. Che si ripete pochi secondi dopo 79-83 con 3'45" e il timeout di Pozzecco. Cremona è ancora viva piazza il 5-0 del sorpasso al 38'. McLean pareggia con un libero, ma si rivede Tiby. Dai liberi di Spissu arrivano un punto e un canestro di Pierre 86-87 con 90 secondi alla fine. Saunders pareggia anche lui con un libero, una palla vaga a lungo nella metà campo lombarda, ma Cremona ne esce col possesso ma nessuna delle due riesce a trovare il canestro risolutore, compreso il contropiede finale di Diener che manca però lo scarico decisivo. E allora overtime sull' 87-87.

La Dinamo riparte con un break 0-4 con Pierre e McLean, ma il fallo che manda in lunetta Vitali fa prendere timeout a Sacchetti al 42'. Vitali fa 2/2, poi recupera palla sul nuovo attacco della Vanoli, poi Evans riceve in area e ricava un gioco da tre punti. De Vico da tre tiene viva Cremona 90-96 e la persa di McLean restituisce un'altra opportunità ai lombardi. Che accusano stanchezza e rotazioni più corte, sprecano quanto capita e con 1'17" i liberi di Evans sono un pesante 90-98. I liberi di Ruzzier illudono, ma dal rimbalzo d'attacco segunte di McLean arriva la bomba di Vitali che chiude la contesa. 94-101, il Banco di Sardegna è in finale.

Vanoli Cremona - Banco di Sardegna Sassari 94-101. Boxscore: 25 Tiby, 16 Saunders e Diener, 11 Mathews, 7 Ruzzier, 6 Palmi, 5 Stojanovic, 4 De Vico per la Vanoli; 18p+9r Evans, 16p+9r McLean, 16 Spissu, 13 Jerrells, 12 Vitali, 11 Bilan e Pierre, 2 Bucarelli e Gentile per la Dinamo.