A2 Femminile - Slim è ancora decisiva, la Bruschi espugna Selargius

18.04.2021 00:05 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A2 Femminile - Slim è ancora decisiva, la Bruschi espugna Selargius

Cuore, carattere e tutto il talento di Slim. La Bruschi risorge dal baratro e passa a Selargius nel recupero del quattordicesimo turno per il 51-52 in un finale vietato ai deboli di cuore. Ventisette minuti in controllo, poi un blackout che stava costando carissimo. La Techfind piazza l'aggancio sul finire della terza frazione, poi costringe la Bruschi a soli due punti dal campo nei primi sette minuti del periodo decisivo. Nel finale esce però tutta la grinta e il carattere della formazione di Franchini che prima rientra grazie a Miccio, poi completa la rimonta con cinque punti nell'ultimo giro di orologio firmati Slim, sempre più decisiva all'interno della squadra.

SELARGIUS: Granzotto, Manzotti, Ceccarelli, El Habbab, Cutrupi
SGV: Nativi, De Pasquale, Miccio, Slim, Olajide

Cronaca - Avvio deciso della Bruschi con Miccio e Slim a segno per lo 0-7 che obbliga coach Fioretto al timeout immediato. El Habbab sblocca le locali, ma la Bruschi riallunga con Slim e De Pasquale sul 4-12. Bona fa più dieci, ma Manzotti dalla linea della carità riporta il margine sotto la doppia cifra sul 8-17. Pinna e Cutrupi riducono a meno cinque il passivo, costringendo al timeout coach Franchini. Margine che non cambia con il primo periodo in archivio sul 14-19. El Habbab e Granzotto aprono la seconda frazione con due canestri in fila, con Bona che sblocca la Bruschi dopo due minuti per il 18-21. Olajide da sotto ridà ossigeno alla Bruschi (20-27), mentre è la tripla di Miccio a far esplodere di gioia la panchina delle toscane per il 22-30 con cui si chiude il primo tempo. Dopo la pausa lunga è Slim dall'arco la prima a bucare la retina, ma Manzotti risponde con la stessa moneta. Olajide e Miccio firmano il più dodici, mentre Missanelli insacca il 25-39. Due canestri in fila di El Habbab valgono il meno dieci a tabellone, con la Bruschi che accusa il primo momento di difficoltà nella ripresa. Manzotti riduce ulteriormente il passivo sul 35-39, obbligando la Bruschi a chiamare minuto di sospensione. La trama non cambia con le padrone di casa galvanizzate dalla rimonta e con quattro punti in fila di Granzotto impattano sulla chiusura di quarto, con il 39-39 dopo tre frazioni. Il botta e risposta Manzotti Olajide riapre la contesa, con le due formazioni sempre in pareggio. A suonare la carica è però la stessa Manzotti che sale in cattedra insieme ad El Habbab firmando il primo strappo, sul 49-41. Franchini chiama minuto di sospensione, ma l'inerzia è tutta delle padrone di casa. Bona sblocca finalmente il tabellino ospite dalla linea della carità, ma la Bruschi continua a sbagliare troppo sul lato offensivo e il 2/2 di El Habbab a 3'52'' vale il più nove locale, sul 51-42 che sa tanto di titoli di coda. La Bruschi invece risorge dal baratro e spinta da Miccio rientra in partita, con l'ex Palermo che piazza cinque punti in fila che rianimano la squadra, sul 51-47. La difesa della Bruschi diventa granitica e costringe Mura alla palla persa. Fioretto chiama subito timeout ma al rientro in campo sono ancora due grandi giocate a riaprire l'incontro, la prima quella difensiva di Missanelli che forza Mura ad un'altra palla persa, poi quella offensiva di Slim che prende una tripla clamorosa per il meno uno sul 51-50 a quarantacinque secondi dal termine. Il finale è vietato ai deboli di cuore: Granzotto sbaglia il canestro che avrebbe chiuso i conti e così sul ribaltamento di campo, con soli otto secondi, Miccio è lucidissima a non forzare la conclusione servendo sotto canestro Slim che insacca il clamoroso sorpasso. Invano timeout e azione successiva delle locali con tre secondi, la Bruschi difende bene ed espugna il PalaVienna 51-52.

San Salvatore Selargius 51 Bruschi San Giovanni Valdarno 52
Selargius: Granzotto 12, Manzotti 17, Cutrupi 2, Ceccarelli, El Habbab 16, Melis ne, Simioni ne, Mura, Pandori, Pinna 4, Loddo ne, Demetrio Blecic. All.Fioretto
San Giovanni Valdarno: De Pasquale 3, Miccio 12, Nativi 1, Slim 17, Olajide 10, Bona 7, Sasso, Missanelli 2, Valensin, Gregori. All.Franchini