LBF A1 Techfind: giornata da sballo con Bologna-Schio e Sassari-Venezia

Il calendario mette di fronte le prime quattro della classifica con tante italiane in campo che potrebbero essere protagoniste
20.01.2023 19:31 di Eduardo Lubrano Twitter:    vedi letture
LBF A1 Techfind: giornata da sballo con Bologna-Schio e Sassari-Venezia

In ordine sparso ma in ordine di padrone di casa: Orsili, Zandalasini, Olbis, Barberis, Cinili, Del Pero, Pasa e poi Verona, Penna, Keys, Bestagno, Crippa, Sottana. La Nazionale italiana? No ma poco ci manca. Sono le italiane, le prime sette in maglia Virtus Segafredo Bologna le altre con quella del Famila Wuber Schio che sabato 21 gennaio alle 20.00 al Pala Dozza di Bologna daranno vita alla sfida numero 14 tra le due squadre. Roster impressionanti da una parte e dall’altra già solo per le nostre giocatrici dunque, se poi aggiungiamo le straniere – Laksa, Parker, Rupert e Dojkic per Bologna con Howard, Mabrey, Zahui, Ndour e Mestdagh per Schio – ecco che i connotati di una grande partita si delineano perfettamente.

Le ospiti scledensi in campionato non hanno ancora persona una partita, le padrone di casa felsinee hanno perso solo due volte su 16, gli attacchi segnano a raffica le difese sono fortissime, c’è da attendersi una grande partita? Sì anche se la storia – recente a causa dell’arrivo della Virtus in serie A1 solo da quattro anni – dice che per adesso il Famila ha vinto 12 volte e la Segafredo una sola. Conta ma il giusto questa statistica perché Bologna arriva a questa partita come mai fino ad oggi era arrivata: in forma, con una importante e fresca vittoria in Euroleague Woman in settimana con Polkpwice, la prima in casa della stagione europea e con le sue effettive tutte pronte ed a disposizione di coach Ticchi. Ed all’andata al Pala Romare è finita 76 a 71 per le ragazze in maglia arancione, non certo un divario clamoroso.

Anche a Schio stanno tutte bene, l’euforia della vittoria di Eurolague a Salamanca che ha consolidato il secondo posto nel girone B la squadra, può essere benzina in più nelle gambe delle giocatrici di coach Dikaioulakos. “Rispetto alle prime due sfide - dice Jasmin Keys una delle lunghe prprio d Schio - Bologna è sicuramente evoluta sul piano del gioco: sono molto più fluide e confidenti in loro stesse, questo richiederà ancora più concentrazione da parte nostra per strappare la vittoria su un campo molto ostico”.

Bologna ha giocato un giorno prima ed in casa, elemento che potrebbe esserle di vantaggio se saprò approcciare la gara con la concentrazione avuta nei trenta minuti successivi al primo quarto della gara con le polacche. Chi sarà la giocatrice in grado di aprire la scatola delle avversarie? A questo livello tutte possono esserlo in realtà, perché limitarne una può voler dire liberarne un’altra capace di mettersi in proprio o di mettere in ritmo le compagne. Proviamo a dire che Zandalasini e Laksa per Bologna sono essenziali per provare a scardinare la difesa di Schio e che Verona e Mabrey potrebbero esserlo per Schio così da avere un’italiana ed una straniera per parte.

Il calendario della quarta giornata non mette di fronte solo la prima ed una delle seconde come abbiamo visto ma anche l’altra seconda, l’Umana Reyer Venezia, che fa visita alla quarta, il Banco di Sardegna Dinamo Sassari, ore 20.30 al Palaserradimigni. E’ la quarta volta che le due squadre si affrontano in stagione perché oltre al confronto dell’andata (84 a 60 per  Venezia al Taliercio) il 5 ed il 12 gennaio le due formazioni si sono affrontate nel primo turno di play off dell’Eurocup, nel quale ha prevalso di nuovo l’Umana Reyer per la differenza punti nel doppio confronto. Ma attenzione: in gara di questa sfida europea a Sassari, dopo 3 minuti del quarto periodo, la Dinamo vinceva 78 a 55 prima di cedere al furioso recupero veneto che ha chiuso la gara sull’89 ad 82. Se Carangelo (ex di Venezia come Sheppard lo è di Sassari) e compagne sapranno correre e distribuire i tiri e le responsabilità offensive come in quei 33 minuti per tutta la gara, allora la Reyer potrebbe avere un problema. Altrimenti la infinita qualità del gioco e della rosa a disposizione di coach Mazzon potrà dire la sua ed avere la meglio. Non dovrebbero essere della partita Santucci e Cubaj per Venezia, mentre in casa Banco di Sardegna ci sarà da valutare le conseguenze psicologiche dell’incidente occorso venerdì scorso mentre il gruppo si trasferiva da Venezia a Lucca in autostrada: moltissima paura per un tir che ha travolto la macchina sulla quale viaggiavano coach Restivo ed alcune giocatrici ma nessun danno fisico per fortuna.

Proprio il coach sardo presenta così la sfida: “Sarà come sempre una sfida bella e affascinante, con Venezia sono sempre belle sfide, ovviamente quando si vince sono più gustose. Ormai ci conosciamo, sappiamo che loro sono più profondi, attaccano maggiormente il ferro, lavorano di post basso e di pick and roll; noi giochiamo più da tre, lavoriamo di transizione e di apertura del campo.  Siamo sicuramente due squadre diverse, noi siamo sempre molto solidi. Cercheremo anche di essere più aggressivi rispetto a gara a 2 di Eurocup perché quei due errori fatti hanno compromesso un po’ la gara, siamo state meno aggressive facendole lavorare poco in difesa. Siamo contenti di tornare in campo e di giocare a pallacanestro. Ci siamo presi due giorni di pausa e abbiamo fatto due allenamenti buoni. Questa squadra ha sempre voglia di giocare a pallacanestro e scendere in campo. Eravamo già molto uniti, lavoravamo insieme, i sorrisi che ci regaliamo li cerchiamo, li enfatizziamo e devono esserci ancora di più”.

Dall’altra parte, Martina Fassina dice:” Innanzitutto sono molto contenta della stagione che stiamo giocando, penso che siamo una squadra in continua crescita e le nostre prestazioni lo dimostrano. Sono felice di fare parte di questo gruppo e di dare il mio contributo. Con Sassari sappiamo che sarà una partita difficile contro un avversario che conosciamo bene e che ci ha già messo in difficoltà. Noi dovremo essere pronte e preparate a giocare una gara fisica per tutti i quaranta minuti, sono sicura che faremo una bella partita."

Ecco le altre partite della giornata che si giocheranno domenica 22:

E-Work Faenza-Bruschi San Giovanni Valdarno

Passalacqua Ragusa-La Molisana Magnolia Campobasso

Parking Graf Crema – Akronos Tech Moncalieri

Allianz Geas Sesto San Giovanni – RMB Brixia Basket

Fila San Martino di Lupari – Gesam Gas e Luce Lucca