LBA - Pesaro, Jasmin Repesa "Le regole ci mandano in campo: se succede qualcosa?"

22.11.2020 08:10 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LBA - Pesaro, Jasmin Repesa "Le regole ci mandano in campo: se succede qualcosa?"

Sala stampa della Vitrifrigo Arena per il coach della Carpegna Prosciutto Jasmin Repesa che va a presentare la gara che chiuderà la giornata di serie A domenica sera contro Reggio Emilia (palla a due ore 20:45, diretta Raisport ed Eurosport player): "Settimana complessa, ci siamo adeguati allo stato delle cose. Non siamo mai riusciti a fare cinque contro cinque.

Preparare la partita senza alcuni ragazzi è stato difficile, ma gli altri sono stati disponibili. Vedremo domani in campo se siamo stati bravi. Gestire una gara giocando in sei è una novità anche per me, vedremo tutto al momento queste sono le regole.

Nessuno vuole fermare il movimento, però bisognerebbe ragionare con lucidità: abbiamo avuto casi che nessuno vorrebbe vedere. Dovremmo aver coinvolto di più gli staff medici nella gestione delle situazioni Covid ma le decisioni non le prendono loro, le prendono altri.

Sappiamo che giocando in sei andremo in sovraccarico, e lì possono arrivare infortuni gravi. Siamo nelle mani della gente che prende decisioni. Se succede qualcosa chi dovrebbe assumersene le responsabilità? Dobbiamo tutti pregare stasera che domani non succedano cose brutte.

Tyler Cain: disponibilità enorme ma condizione da ricostruire. Domani siamo su Raisport la "gara del giorno", la vedono tutti. Croazia, Serbia. che prodotto offriremo domani? La buona volontà dei ragazzi: questo è il prodotto che vogliamo vendere? Giocare in sei è un probma anche per un campione come Delfino.

Antimo Martino? Lo conosco bene, è stato mio assistente a Roma, lavora molto bene, ha una buona squadra, più lunga della nostra, allenata bene e che altrettanto bene sta in campo. Una squadra forte, sicuramente da playoff.

Nio abbiamo fatto vedere che siamo competitivi, che andiamo in campo con l'atteggiamento giusto e tanto orgoglio. Per noi, dopo, la gara più importante è la seguente. A inizio stagione si parlava solo di salvezza, ora c'è chi parla di Coppa Italia. Solo il lavoro e la compattezza del gruppo possono portarci più in alto. In condizioni normali manderei un appello ai nostri tifosi per essere il nostro sesto uomo, speriamo che un giorno potremo vivere un incontro di basket insieme".