Serie C - Cus Jonico-Molfetta, coach Olive: “Pronti per una partita importante”

19.01.2020 10:02 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Serie C - Cus Jonico-Molfetta, coach Olive: “Pronti per una partita importante”

È uno scontro diretto, il big match della giornata in cui la terza in classifica sfida la seconda. Nella 14° giornata del campionato di serie C Gold il Cus Jonico Basket Taranto va all’assalto del secondo posto. Al Palafiom domenica arriva la Pavimaro Pallacanestro Molfetta. Solo due punti, a favore del roster barese, dividono le due compagini all’inseguimento di Monopoli che sarà peraltro il prossimo avversario del Cus. Insomma, in otto giorni Taranto sfida il meglio della C Gold e lo fa da terzo incomodo che vuole dimostrare di avere tutte le carte in regola per stare al tavolo con le grandi con vista playoff.

I rossoblu arrivano alla sfida con Molfetta forti di una striscia vincente aperta, anzi due. Sono 4 le vittorie consecutive a cavallo della sosta e del giro di boa del campionato. Sono addirittura 6 i successi di fila al Palafiom dove finora Grosso e compagni hanno fatto l’ein plein.

Coach Davide Olive è consapevole dell’importanza del match contro Molfetta e tasta il polso della situazione tra i suoi alla vigilia della grande sfida di domenica.

Come arriva la squadra a questo primo vero appuntamento importante della stagione?

Ci arriva bene, ogni partita per noi è importante e vale 2 punti. La squadra ci arriva bene, con 4 vittorie alle spalle e con il giusto lavoro fisico svolto nella pausa. Abbiamo lavorato, vogliamo farci trovare pronti e giocare una partita importante

Ti aspettavi, calendario e forze in campo alla mano, di giocarti il secondo posto in uno scontro diretto, a questo punto della stagione? Non me lo aspettavo, ho sempre dichiarato da inizio anno che ci sono 4-5 squadre che hanno investito economicamente in roster importanti. Noi forse siamo stati bravi con le nostre risorse a individuare i giocatori giusti.

Quanto conta la partita di domenica per la classifica e quanto conta psicologicamente per i ragazzi? Essendo un campionato a 12 squadre credo che da questo momento ogni partita ha un peso specifico importante per i futuri piazzamenti play off o play out. Adesso si inizia ad alzare l intensità mentale e fisica. Per i ragazzi, una vittoria darebbe consapevolezza e fiducia.

Molfetta, che tipo di squadra è? il fatto che abbiano sofferto con Altamura e Vieste può essere di incoraggiamento? Molfetta è un’ottima squadra, con 2 stranieri di altissimo livello e un nucleo di italiani di qualità. In settimana hanno anche aggiunto l’esterno Ippedico alzando il livello del perimetro. Quante alle ultime due vittorie, Altamura e Viste sono due ossi duri per tutti.

Il pubblico sarà molto numeroso domenica, può dare la carica per vincere la settima gara di fila in casa? Io da inizio stagione ho sempre dichiarato che oltre a veder giocare bene la squadra il mio obiettivo/desiderio è sempre stato di vedere giornata dopo giornata crescere la passione sugli spalti del Palafiom. Taranto è una città importante e il Cus può risvegliare la passione degli amanti del basket per i colori rossoblu.

La Pavimaro Molfetta di coach Carolillo, è reduce da due vittorie sofferte contro Altamura e Vieste decisa quest’ultima da una tripla di Staselis allo scadere che ha portato il record dei biancorossi a 10 vittorie (tra cui quella di andata, punto a punto, su un tenace Cus Jonico) e 3 sconfitte. Roster di grande spessore e profondità che nelle ultime ore si ulteriormente rinforzato dall'innesto di Giuseppe Ippedico, guardia classe 1997, arrivato dalla Talos Ruvo con cui stava giocando il campionato di serie B. Ancor più forte quindi il roster binacorosso che può contare sulla guardia Staselis, miglior realizzatore del campionato con 25 punti di media a partita e l'altro straniero, l’ala forte Bogdanavicius. Completano la squadra i 2 play, il giovane Angelini e l’esperto Maggi, le ali piccole Cuccarese e Didonna, l'altra ala forte Serino e il secondo rinforzo annunciato questa settimana, il lungo under Giacomo Azzolini.

Uno scoglio arduo da superare. E come al solito ci vorrà tutto il calore del Palafiom. Appuntamento dunque domenica 19 gennaio alle ore 18 con la palla a due al Palafiom. Arbitri del match Matteo Rodi di Brindisi e Francesco Menelao di Mola (BA).