A2- Torino, Ciani: "I miei sono ragazzi che sanno combattere ogni battaglia"

Conferenza stampa di presentazione del big match valevole per la 18° giornata di A2 girone verde, che vedrà di fronte la Reale Mutua Torino e la Blu Basket Treviglio (palla a due domenica ore 17:00 – Pala Gianni Asti.
20.01.2023 12:45 di Emiliano Latino   vedi letture
Coach Franco Ciani
Coach Franco Ciani

Dalla sala stampa del palazzetto torinese le parole di coach Franco Ciani:

“Guardando la classifica la partita si presenta da sola: basta scorgere le percentuali di vittorie e i valori in campo per comprendere ci aspetterà una sfida di altissimo livello. Sarà un test di veridicità sullo stato di salute delle due squadre, con loro che sono anche riusciti a fermare la prima della classe. E’ una squadra dal grande impatto fisico e dovremo cercare di ottenere qualcosa dalla gestione del ritmo partita che in qualche modo, per caratteristiche, ci vede favoriti.Non dimentichiamo che loro ruotano 10 giocatori e hanno lo spazio per far rifiatare con frequenza tutti.

Una vittoria ci permetterebbe di scalare le gerarchie in classifica, ma in chiave futura non pregiudica nulla. Sarà un match particolarmente stimolante e, a parte qualche acciacco, siamo riusciti a lavorare bene, nonostante le ultime battaglie abbiano lasciato qualche segno e qualche cerotto di troppo.

Rispetto alla gara di andata sono cambiate tante cose: all’epoca noi stavamo attraversando un periodo d’oro e loro molto meno. Dopo il cambio di guida tecnica, hanno acquisito una consistenza che allora non avevano arrivando ad essere la miglior difesa del girone. Pensiamo che Marini possa essere della partita e l’inserimento di Vitali non potrà che accrescere la loro pericolosità.

Se sono sorpreso dalle ultime vittorie? Questo è un gruppo che mi sorprende sempre pe la capacità di rigenerarsi in fretta, con grande determinazione e la consapevolezza che vogliamo provarci in ogni occasione. Le tre trasferte consecutive lo dimostrano e confermano le qualità morali di un gruppo che stupisce tutti. I nostri tifosi stanno crescendo nelle presenze, anche in trasferta e questo non può che farci piacere.

Cosa manca a Torino per essere grande? E' difficile rispondere a questa domanda: abbiamo avuto un trend positivo costante e questo è conseguente dell’impegno di tutti. Da questo punto di vista, non trovo qualcosa in cui questa squadra possa migliorare, senza correre il rischio di modificare un equilibrio che ci ha portato a questi livelli. Il proseguo del campionato, non tanto la stagione regolare, ci metterà di fronte ad impegni sempre più difficili e ravvicinati e allora capiremo cosa e se sarebbe servito. Abbiamo il passo di tutte le grandi, ma Cantù a parte, siamo assolutamente in linea con il passo delle migliori. Di certo dobbiamo migliorare la gestione del gioco e di alcuni momenti della partita".