A2 - La Virtus ospita Tortona al Palazzo dello Sport. Bucchi: “Dovremo avere pazienza”

10.03.2019 09:03 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A2 - La Virtus ospita Tortona al Palazzo dello Sport. Bucchi: “Dovremo avere pazienza”

Alle ore 17:00 la Virtus Roma affronterà la Bertram Tortona al Palazzo dello Sport di Roma, per la ventiquattresima giornata di campionato di Serie A2 (girone Ovest). La Virtus proviene dal passo falso di Trapani. La Bertram Tortona dalla vittoria in casa contro Cassino.

Gli avversari – Nonostante l’avvio di stagione non sia stato quello atteso, la squadra di coach Ramondino (subentrato a stagione in corso) risulta avere un roster competitivo e tra i più attrezzati del girone, grazie anche all’aiuto di alcuni innesti. Rispetto al girone d’andata, infatti, c’è stato un cambio di entrambi gli stranieri: Tuoyo e Knowles sono stati sostituiti dall’argentino Bertone (17 punti di media e 4.4 assist di media) e dal centro Lydeka (8.9 punti e 5.8 rimbalzi di media). La Bertram può inoltre contare su altri giocatori d’esperienza come Alibegovic (16.1 punti e 4.4 rimbalzi di media), l’ex Virtus Bologna Ndoja (12.1 punti e 6.2 rimbalzi di media), Gergati (6.5 punti di media) e Spizzichini (6.1 punti di media). Ulteriore supporto da Blizzard (10 punti), Garri (5.7 punti) e Viglianisi (5.4 punti).

Le parole del coach – Queste le parole di coach Piero Bucchi alla vigilia del match: «Tortona è una squadra diversa da quella incontrata all’andata, sia per i nuovi innesti, sia perché l’allenatore, da poco subentrato nel match d’andata, in questi mesi ha avuto la possibilità di lavorare con più continuità. Giocheremo un match contro una squadra composta da dieci giocatori di esperienza e in ottime condizioni. Occorrerà fare una partita solida, avendo molta pazienza soprattutto in attacco, essendo consapevoli che affronteremo una squadra che è migliorata anche in difesa».

Arbitri – Arbitreranno l’incontro i signori Enrico Boscolo Nale (Chioggia), Andrea Agostino Chersicla (Oggiono) e Michele Cosimo Pio Capurro (Reggio di Calabria).