LBA - L'Olimpia Milano in sofferenza, ma vince anche a Treviso

24.01.2021 13:55 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LBA - L'Olimpia Milano in sofferenza, ma vince anche a Treviso
© foto di OlimpiaMilano.com

L'Olimpia Milano, per la giornata numero 17 del campionato di pallacanestro di serie A, si reca al PalaVerde dove sarà ospite della De'Longhi Treviso nell'antipasto di mezzogiorno (diretta Eurosport player). Per l'occasione la formazione di Ettore Messina recupera in campo il serbo Vlado Micov, mentre Shields, Roll e Brooks infortunati saranno gli esclusi dalla lista dei dodici. Al completo invece la formazione allenata da Max Menetti. Attesa per il ritorno da avversario per la prima volta di Davide Moretti e per Ettore Messina, che in questo palazzo ha guidato la vecchia Benetton per tre anni conquistando uno scudetto.

Ettore Messina lascia a riposo Kyle Hines, e inserisce nei dodici a referto il giovane Gravaghi. quintetti di partenza: Logan, Russell, Akele, Mekowulu, Sokolowski, per Treviso; Delaney, Punter, Moraschini, Leday, Tarczewski per Milano.

1Q - I primi quattro punti sono di Taczerwski, con Mekowulu a rispondere alla pari 4-4 dopo 2'. Il centro stoppa Moraschini e sulla ripartenza Akele fa 6-4. Ci pensa Tarczewski a pareggiare, ma Sokolowski piazza la tripla al 3' 9-6. Mekowulu esce con un problema fisico, entra Vildera. Leday e Akele muovono il tabellino, Delaney in lunetta con il secondo fallo di Russell 11-10 con 5'35". Intercetta e colpisce in contropiede Moraschini, con Logan a farsi perdonare l'intercetto nell'azione seguente 13-12 con 5'. L'Olimpia alza il ritmo, Leday piazza il gioco da tre punti con i compagni che lo cercano poi per una tripla dall'angolo 13-18. Akele segna da rimbalzo offensivo con 3'30", e la rubata di Logan sono due punti: Treviso non perde battuta 17-18 con 2'59". Entra Micov e rientra Mekovulu, e quest'ultimo si fa sentire col sorpasso. A segno Biligha, eludendo Mekowulu in stepback, ma anche Imbrò da tre. Alla fine, altrettanto fa Rodriguez, bruciando la retina sulla sirena 22-23 al 10'.

2Q - Treviso rimette la testa avanti con Chillo. Rodriguez capovolge con una tripla come fatto a fine quarto precedente. Logan ne tira due, prendendo il rimbalzo d'attacco, Chillo corre il campo sull'errore milanese 29-26 con 8'07" timeout Messina. Delaney pareggia poi subisce lo sfondamento di Logan. Ma l'AX Exchange perde palla e Logan si rifà da tre con gli interessi 32-29 con 7'. Palleggio arresto e tiro di Moraschini; l'energia della De'Longhi vale due rimbalzi consecutivi in attacco e i liberi per Piccin 1/2 33-31. La zone press veneta però paga Tarczewski, liberissimo di schiacciare. Sokolowski riparte 35-33 al 15'. 2/2 di Leday con Treviso senza bonus, poi un plateale fallo in attacco di Sokolowski fa chiamare timeout a Menetti. Si riparte con Tarczewski che guadagna la lunetta (1/2) per il 35-36. Arriva il terzo fallo di Micov, qualche fase con diversi errori mantenendo un chiaro equilibrio (38-38 con 2/2 di Mekowulu con meno di 2'. Il 21 trevigiano mette quattro punti in fila, ma Datome si sveglia e carica la tripla 42-43, per un secondo timeout di Menetti. Leday fissa l'intervallo sul 42-45, perché il tentativo di Rodriguez quasi da centro campo sulla persa della De'Longhi non ha fortuna alla sirena.

3Q - Parte con Tarczewski-Leday lo strappo milanese 0-4. Ma il 2+1 di Mekowulu quasi rimette le cose a posto 45-49 in 1'30" di ripresa. Le triple di Punter e Logan illuminano il PalaVerde 50-51 con 6'52". Dopo due liberi di Delaney, Punter commette fallo, si lamenta e ci aggiunge un tecnico che Lanzarini non gli nega, e Logan realizza il libero. Poi ne arrivano due per Mekowulu, che pareggia a quota 53. I contatti si fanno duri, Logan in contropiede firma una bomba al 25'. Rodriguez non si fa pregare per una pronta risposta, seguito dalla bomba di Datome 56-59. Chillo azzera il bonus su Delaney: Milano è on fire, Menetti vuole spegnere il fuoco col timeout con 4'02". Micov 2/2 in lunetta (break 0-8) ma Sokolowski accorcia, Biligha stoppa Vildera lanciato in contropiede. Rimbalzo del neoentrato Moretti, con 3' Micov ancora in lunetta, seguito da Rodriguez per un 4/4 di allungo milanese. Sokolowski (2/2 e tripla) riporta Treviso a -2 con 70 secondi alla sirena, poi Akele pareggia per il 65-65

4Q - Tre punti di Russell e il quarto fallo di Tarczewski segnano il 31'; ma lo stesso Russell manda in lunetta Delaney con tre liberi è di nuovo parità 68-68. Imbrò riparte con tripla dall'angolo e Delaney sfonda su Imbrò. Che aggiunge altri due punti, per vedere poi Punter con la tripla e Leday pareggiare in un amen 73-73 con 4'26". Leday e Sokolowski rimpolpano il referto di punti, la tripla di Rodriguez rimette la testa di Milano avanti. L'olimpia non concede buoni tiri a Treviso, ma alza il numero delle proprie palle perse (16 al momento). Logan e Leday con 2'26" lasciano inalterato il +3 degli ospiti. Arrivo quindi in volata: Chillo sbaglia l'appoggio al vetro, poi una tripla dopo la persa di Delaney. Che nell'attacco seguente fa fallo in attacco su Russell. L'Olimpia concede un'altra tripla a Chillo ben dentro l'ultimo minuto; Rodriguez realizza due liberi 77-82 con 13 secondi.

Il commento: Treviso riscatta la figuraccia dell'andata, ma comunque Milano si ritiene abbastanza cinica e decisiva per ripetere l'arrivo in volata di Cremona qualche giorno fa e controllare l'esito del match. Qualche solismo di troppo e qualche eccesso di confidenza e nervosismo, ma le scelte decisive in difesa sono esatte e alla fine giocatori capaci di far canestro non mancano.

De'Longhi Treviso - Olimpia Milano 77-82. Boxscore: 19 Logan, 17 Mekowulu, 14 Sokolowski, 10 Akele, 8 Imbrò, 5 Chillo, 3 Russell, 1 Piccin per Treviso; 24 Leday, 16 Rodriguez, 12 Delaney, 11 Tarczewski, 6 Datome, 4 Moraschini, 3 Punter, 2 Biligha per Milano.