LBA - Hommes sul ferro: Cremona non coglie la vittoria su Milano alla sirena

19.01.2021 19:00 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LBA - Hommes sul ferro: Cremona non coglie la vittoria su Milano alla sirena

La neve che aveva bloccato l'Olimpia a Madrid dopo la storica vittoria in EuroLeague contro il Real, aveva fatto spostare anche la gara della domenica di serie A con la Vanoli Cremona. Così alle 17:00 le due squadre si trovano al PalaRadi per giocare il recupero e validare con il risultato il nome della squadra che completerà il tabellone delle Final Four di Coppa Italia. Nessuna novità nelle due squadre, con la formazione di Ettore Messina a non poter disporre di Shields e Micov. Ecco la nostra diretta.

Ore 16:10 - Milano arriva al PalaRadi.

1Q - Partenza al fulmicotone con le triple di Brooks, Mian e Punter 3-6. Mian sbaglia la risposta, Moraschini e ancora Mian tutte bombe 6-9. Tarczewski realizza con 5'33" i primi punti nell'area, seguito da TJ Williams. Punter e Hommes tengono vivo il punteggio 10-13, e dopo il 5' Jarvis Williams trova un contropiede vincente. Due liberi di Cournooh per il sorpasso, Delaney e ancora J. Williams per mantenere il +1 Cremona. Arrivano due liberi per il perfetto Leday, la Vanoli si perde nel tiro da tre punti al 9' (2/8) e altri due liberi per Datome allontanano Milano +3. L'assist di Roll per Biligha, l'alley-oop per Lee, la tripla di Roll sulla sirena regalano anche spettacolo 18-24.

2Q - Tripla di Hommes in apertura. Lo 0/2 di Lee vanifica una difesa buona della Vanoli, ma Milano non ne approfitta e sembra diventare nervosa. Poeta prende due stoppate e solo con 6'32" si torna a segnare. Lo fa Roll 21-26 mentre Messina si affanna a chiamare timeout, che però viene glissato. Due liberi per TJ Williams (1/2), e schiacciata di Tarczewski nell'azione successiva. Palmi in assolo mette due punti 24-28, Brooks ferma con fallo il contropiede di Hommes e Messina ferma il gioco 24-28 al 15'. Strappo della Vanoli 7-0 con tripla di Palmi, sorpasso +3 31-28. Con 3'34" Moraschini chiude e apre il controbreak con tripla di Delaney ma Cournooh pareggia a quota 33. A fatica il quintetto titolare con Moraschini ala piccola si rifà vivo con Leady e Tarczewski +6. Ferma l'avanzata J. Williams, ma Roll riparte con una tripla nell'ultimo minuto e Delaney ci aggiunge due liberi: l'Olimpia scappa negli ultimi 2' prima dell'intervallo con il minimo sindacale 35-44.

3Q - Assist di Moraschini per Tarczewski (in doppia cifra); i due Williams per Cremona e Brooks. si segna senza errori, con Tarczewski e Hommes entrando nel 23' 41-50. Hommes trova anche un fallo di Delaney per 2 liberi, poi risponde a Moraschini dalla media. Con la sesta palla persa dall'Armani accorcia Williams, ma Brooks piazza la bomba 47-55 al 25'. La Vanoli sconta due decisioni arbitrali a suo favore non prese, ma non demorde, 49-55 con J. Williams che nell'azione seguente commette il suo quarto fallo con 3'56". Quattro punti in fila di Punter, e Palmi risponde con una tripla, Leday dalla media con 2' minuti ancora allunga. Poeta porta a spasso la difesa milanese, Leday viene stoppato in attacco e prende tecnico per proteste (aveva ricevuto un colpo). Palmi segna il libero per il -6 dall'Olimpia, Lee ne aggiunge due con 56 secondi. Incidente di gioco per Brooks (risentimento muscolare), poi Punter guadagna due liberi segnando il secondo. Anche Poeta in lunetta, ma fa 0/2, e l'ultimo tiro va a Roll dall'angolo senza successo 57-62.

4Q - Poeta sorprende la difesa Armani al rientro in campo +3 Milano. Datome, servito da Tarczewski mette la tripla, però Lee accorcia subito in alley-oop. Ma è Tarczewski a dominare a rimbalzo e schiacciare. La Vanoli riparte ma incassa il contropiede in cui Datome tira e segna, subisce l'antisportivo di Palmi e mette il libero. Cremona corre ma non quaglia, Punter indovina il contropiede giusto e ritorna in doppia cifra di vantaggio 61-72. Si riparte dalla bomba di Hommes e da quella di Poeta, che ruba palla a Moraschini e segna in contropiede 0-8 e timeout Messina sul 69-72 con 6'19" da giocare. Poeta manda in alley-oop Lee ancora una volta, poi si mette in proprio e sorpassa 73-72 prima di tirare il libero, perché Messina ferma il gioco con timeout. Libero ok, altro alley-oop per Lee e il break si allunga 15-0 (76-72). con 3'33" la tripla di Datome vale il +1 Vanoli con Galbiati a prendere timeout. Cremona attacca Delaney (Rodriguez e Moretti in panchina non sono ancora entrati,ndr), TJ Williams mette due liberi. Leday realizza una tripla aperta ed è pareggio 78-78. Qualche attacco non riuscito porta le squadre a 2' dalla fine, poi Lee manda in lunetta Leday, e l'americano è ancora preciso 2/2. A 17 secondi Punter aggiunge altri due liberi, Hommes mette la tripla del -1. Mian manda subito Punter in lunetta, che mette solo il secondo libero, +2 Milano. Timeout Galbiati con 5,3 secondi ma il tentativo da tre punti sulla sirena di Hommes prende il ferro.

Il commento: anche se non assistita dal tiro pesante (8/28 contro 10/21 di Milano) la Vanoli ha coraggio e buona volontà. Certo gli ospiti si disuniscono nel loro momento migliore, forse ritenendo chiusa la gara. Gli uomini di Messina si fanno recuperare con superficialità in difesa ed eccessi di solipsismo in attacco. Situazioni dove sguazza volentieri una vecchia volpe come Peppe Poeta, ma nel momento peggiore l'Olimpia ritrova ordine e scelte di tiro migliori di Cremona. Così è l'episodio a decidere l'esito dell'incontro, che forse i padroni di casa avrebbero meritato di vincere.

Vanoli Cremona - Olimpia Milano 81-83. Boxscore: 22 Hommes, 13 TJ Williams, 12p+9as Poeta, 10 Lee, 9 Palmi, 8 J. Williams, 4 Cournooh, 3 Mian per Cremona; 15 Punter, 14p+12r Tarczewski, 11 Leday, 10 Roll, 9 Datome, 8 Brooks, 7 Moraschini e Delaney, 2 Biligha per Milano, che chiude il girone d'andata con il miglior record della sua storia da quando ci sono i playoff con una sola sconfitta eguagliando le annate 1985-86 e 2018-19. Reggio Emilia è qualificata per le Final Eight di Coppa Italia.