NBA - Sono tornate ad allenarsi le otto escluse dalla "bolla" di Orlando

15.09.2020 16:01 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
NBA - Sono tornate ad allenarsi le otto escluse dalla "bolla" di Orlando

Hawks, Hornets, Bulls, Cavaliers, Pistons, Warriors, Timberwolves e Knicks hanno cominciato ieri il percorso per tornare gradualmente ad allenarsi. Questo recupero sarà fatto in due fasi. Da lunedì 14, e fino a domenica 20 settembre, si tratterà di allenamenti individuali, con test giornalieri per il Covid-19 di tutti i giocatori e membri dello staff interessati.

Se poi tutto andrà bene, senza alcun caso di Covid-19 nella franchigia, dal 21 settembre al 6 ottobre ci sarà la possibilità di organizzare sessioni di gruppo, anche con partite di allenamento.

L'obiettivo è creare una "mini-bolla" all'interno di ogni città, ma non si deve intendere che sembrerà un campo di addestramento. Sarebbe il caso di chiamarlo mini-camp, incentrato com'è principalmente sui giovani. A Detroit, per esempio, Dwane Casey vuole misurare i progressi di Sekou Doumbouya, Bruce Brown, Svi Mykhailiuk e Luke Kennard.

Dwane Casey ha detto alla Detroit Free Press che c'erano poche possibilità che Blake Griffin e Derrick Rose si unissero al gruppo. L'Athletic aggiunge Langston Galloway alla lista degli assenti. Quanto a Christian Wood, free agent, si allena nelle strutture da diverse settimane, ma non è certo che correrà il rischio di svolgere attività di scrimmage.

 A Cleveland il Plain Dealer annuncia che Tristan Thompson, Andre Drummond e Matthew Dellavedova non dovrebbero prendere parte alle sessioni della squadra. Ad Atlanta, Jeff Teague mancherà perché è un free agent.

Dal lato dei Chicago Bulls, NBC Sports annuncia la presenza di Zach LaVine, Lauri Markkanen, Coby White e Otto Porter Jr ma… la squadra non ha ancora un allenatore poiché non è stato ancora annunciato il successore di Jim Boylen.