LBA - La Virtus Roma ha più verve della Fortitudo Bologna nel finale

27.09.2020 13:55 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LBA - La Virtus Roma ha più verve della Fortitudo Bologna nel finale

Gameday! Come seconda gara della prima giornata di campionato di serie A di pallacanestro arrivano al PalaEur purtroppo deserto di spettatori la Virtus Roma di Piero Bucchi padrona di casa e la Fortitudo Bologna di Meo Sacchetti. Squadre quasi al completo: nella Lavoropiù assente Stefano Mancinelli (è in panchina ma non dovrebbe essere utilizzato) mentre i giallorossi hanno completato l'inserimento degli ultimi giocatori arrivati, ricordando che il raduno della squadra è cominciato solo il 18 agosto e il roster è stato completato cammin facendo. Da verificare quale impatto avrà sui giocatori l'incertezza che regna sul futuro del club, in cui Claudio Toti ha deciso da maggio di smettere di occuparsene ma non riesce a concludere con una delle tre trattative che avrebbe sul tavolo.

Il commento: carattere e organizzazione di gioco confermano le buone scelte di giocatori operate sul mercato da parte della Virtus Roma. Bucchi li ha assemblati bene, recuperando su un Meo Sacchetti che è partito prima ma non riesce ancora a trovare l'equilibrio e la fluidità nei quintetti che si alternano in campo. Troppe perse (15) per i bolognesi e tiri forzati, attacco sterile nonostante i tre bomber dello scorso campionato arruolati: ne soffre la fase difensiva, che concede troppo nonosante anche la virtus roma non scherzi a palle perse (17).. 

1Q - Dario Hunt scrive i primi due punti del match, Fantinelli pareggia, Evans replica ma è Whiters con la tripla a spaiare 4-5 dopo 2'. Sale al proscenio Ethan Happ con quattro punti in fila. Scorre veloce la gara e Dario Hunt mette i suoi quattro in fila nella lotta fra lunghi 8-9 con 6'. Roma mostra un certo ordine in campo, e Robinson sorpassa per pochi secondi, visto che Fantinelli piazza la tripla. Hunt pareggia a quota 12 con 4' alla sirena: autentica spina nel fianco della difesa bolognese. Entra in tabellino Aradori, con Banks a secco che sembra soffrire il non portare palla. Entra Cervi, chesi fa sentire bene ma nulla può sull'assist di Banks per Totè. Il giovane fortitudino replica con 2'08" ed è timeout Bucchi 12-18 prima del libero aggiuntivo (poi fallito). due falli consecutivi esauriscono il bonus della Effe, Evans fa 1/2 con 1'47". Banks va a segno, così come Cervi 15-20. Anche Roma prende la prima tripla con Beane, Banks perde palla, Robinson non segna però il tap-in di Cervi trova la parità in chiusura 20-20.

2Q - Difese più strette, errori grossolani e dopo 2' Whiters va a segno da sotto; Jamil Wilson si fa vedere con la tripla e Roma è di nuovo avanti 23-22. Wilson offre la seconda bomba consecutiva con 6'52" e Sacchetti chiama timeout. Parziale Virtus che si allunga con Dario Hunt fino all' 8-0, che poi stoppa Aradori.Whiters in lunetta accorcia 28-24 con 5'56". Ancora Whiters a segno; poi Beane ed Happ; ma la seguente palla persa di Roma vale un timeout per Bucchi 30-28 con 4'29". Si riprende con Whiters che raggiunge Hunt in doppia cifra con due liberi. Cinque punti in fila di Evans rilanciano la Virtus, Hunt ci aggiunge un semigancio 37-30 in 18' con la Fortitudo che paga caro troppi errori in attacco, anche gratuiti. La Lavoropiù riparte, Beane prende un tecnico ma Banks non trasforma in lunetta con 2'06". Beane lancia Hunt, che guadagna due liberi 2/2, +9. Troppo svagatie le due squadre nel corri e tira, poi Robinson aggiunge altri due liberi con 52 secondi all'intervallo +11. Totè ferma la crisi realizzativa della Effe, ma sulla sirena arriva la condanna del buzzer beater di Anthony Beane da tre punti 44-32.

3Q - Fantinelli e Beane per scaldare le mani; Whiters ci mette una bomba, ma Evans mantiene il +12 con la sua al 22'. Il fallo di Whiters vale il libero aggiuntivo poi Fantinelli e Hunt per il 52-39. Tripla ancora di un costante Fantinelli per tornare a +10 Roma. Scambio di colpi tra le due squadre e al 25' è 54-44. Timeout Sacchetti per cercare qualcosa di nuovo, e arriva il break 0-9 e il canestro di Aradori fa fermare il gioco a Bucchi con 3'48" sul 54-51. Beane torna a segnare con 3'01" come Robinson grazie a una rubata; Banks risponde da tre e Robinson ne mette altri due 60-54 con 2'10". Liberi per Banks su antisportivo di Baldasso; Robinson, Happ e Aradori rimpolpano i tabellini per il -2, Robinson è la sicurezza di Bucchi 64-60 al 30'.

4Q - Fletcher per il nuovo -2 Fortitudo. Happ cade in un inutile antisportivo, Robinson continua la sua striscia personale e tra liberi e azione porta a casa cinque punti 69-62. Fletcher prende una tripla con 8'12" poi dai buchi neri delle palle perse arriva un tecnico a Piero Bucchi con 6'14", ma Banks sbaglia anche questo libero. Anche qualche tiro forzato per le due squadre prima che con 4'50" Hunt da sotto riprenda a muovere il tabellino 71-65. Totè va in lunetta 1/2. Hunt ne mette altri due, Aradori perde palla da Evans e Robinson completa il nuovo allungo capitolino 76-55 al 36'. Fantinelli chiama la Fortitudo alla carica quando mancano appena 3' alla sirena, ma Bucchi prende il timeout per non lasciarsi sfuggire di mano la gara. Ma Banks non aiuta nello score, come Aradori +7 Roma con 1'50". La Virtus riesce a complicarsi la vita con una persa e un fallo di Wilson che mette fine alla sua gara. La Fortitudo però attacca male e Hunt la punisce: manca solo 1' alla fine della gara. Assist di Happ per Fantinelli; scontro tra Baldasso e Banks che si tocca il polso. Baldasso fa 2/2 in lunetta e Banks va dal medico. Arrivano due liberi di Aradori con 37 secondi. Robinson gioca con cronometro e avversari, poi Evans va in lunetta con 18 secondi: 2/2 e definitivi titoli di coda.

Virtus Roma - Fortitudo Lavoropiù Bologna 81-76. Boxscore: 24p+9r Hunt, 19 Robinson, 15 Evans, 12 Beane, 6 Wilson, 4 Cervi, 1 Baldasso per Roma; 16 Fantinelli e Whiters, 13p+12r Happ, 10 Aradori, 9 Banks, 7 Totè, 5 Fletcher per la Fortitudo Bologna.