A2 Femminile - MappTools, due su due in casa: sconfitta Crema

21.10.2019 21:25 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A2 Femminile - MappTools, due su due in casa: sconfitta Crema

Trenta minuti praticamente perfetti e un ultimo quarto al cardio palma regalano la seconda vittoria in campionato a Mapptools Blackiron Carugate, che supera Parking Graf Crema 60-53 al termine di una partita ben giocata a livello difensivo da Colombo e compagne, che ritrovano finalmente Natasa Tomasovic dopo un precampionato tanto sfortunato quanto difficile, frenata da un infortunio che l'ha tenuta ferma per diverse settimane.

E' la partita che sognavo
Proprio la croata è la grande protagonista del match, per lei 18 + 5 rimbalzi e 8-16 al tiro. Dieci punti li ha realizzati nel terzo quarto, parziale 20-14 per le padrone di casa: "E' la partita che sognavo da quest'estate. Ho lavorato sodo per lasciarmi alle spalle il mio infortunio. Ho giocato bene ma tutte hanno dato un grande contributo. Non sono ancora al 100%, ma dopo una gara del genere mi piacerebbe tanto poterlo dire" ha detto a fine gara. Sugli scudi, anche Veronica Schieppati, i suoi 27 di valutazione comprendono 16 punti, 8 rimbalzi e ben 6 stoppate. La terza giocatrice in doppia cifra per Mapptools è Sara Canova, 12 punti con 2-4 da tre.

Crema con le due ex Scarsi e Zelnyte
Cesari si affida subito alla croata in quintetto, con Canova al posto di Maffenini. Dall'altra parte Crema risponde con le due ex titolari, Marta Scarsi e Laura Zelnyte, assieme a Rizzi, capitan Caccialanza e Capoferri. Il primo miniparziale è firmato proprio da Canova: 4 punti, 4-0 Carugate. Poi per due minuti le padrone di casa si bloccano su azione ma sono precise ai liberi e riescono a mantenere il vantaggio forzando le avversarie, nella propria metà difensiva, a molte palle perse. Miniparziale 6-0 che porta il punteggio sul 13-5 a cui partecipa anche Valentina Grassia, come Tomasovic non ancora al meglio. Martina Capoferri brucia la retina dall'arco e restituisce un po' di fiducia alle compagne, non abbastanza per pareggiare i conti nel primo quarto, che finisce 17-11.

Massimo vantaggio firmato Schieppa
Arriva il massimo vantaggio per Mapptools: 24-11 dopo 2'30 di 2Q, con una monumentale Schieppati a fare da ago della bilancia. Crema però non molla dopo un tentativo di difesa a zona: due bombe consecutive, di Sara Iuliano e Paola Caccialanza, tengono vivo il match: 29-22 a 2′ dalla fine del periodo, che si conclude 31-24 per le ragazze allenate da coach Luigi Cesari.

Toma... Hawk!
La ripresa è nel segno di Tomasovic: come detto, segna 10 dei suoi 18 punti nel 3Q con altissime percentuali, giocando in pick and roll con le compagne, brave a innescarla nei tempi e negli spazi giusti (Gambarini 8 assist). La squadra ospite è brava a non crollare mai anche dopo il -15 e nuovo massimo vantaggio firmato dalla tripla di Canova e poi da un jumper di Schieppati. Il canestro a fine quarto di Scarsi restituisce un po' di fiducia a Caccialanza e compagne, che vanno all'ultimo miniriposo sotto 51-38

Diotti allontana la paura
E infatti, nel 4Q Crema risorge. Coach Stibiel manda dentro Melchiori, tenuta finora in panchina perché non al meglio, e il play ripaga subito la fiducia con la bomba del -11. Giulia Colombo, reduce dal fuoco di Sant'Antonio, anche lei non al 100%, risponde pan per focaccia, con la prima e unica tripla della sua partita. Il punteggio rimane fermo sul 54-41 fino a 5′ dalla fine, quando un'altra tripla, stavolta di Rizzi, dà la carica alle ospiti, che come spesso accade, sanno accendersi come poche altre squadre proprio dall'arco. E così, con un parziale 0-8, si riportano ad appena due possessi di differenza da Carugate, che appare poco lucida in attacco. Come è già accaduto, nei minuti finali, quando la palla pesa come un macigno, è Francesca Diotti a togliere le castagne dal fuoco, con un reverse da sotto a 2′ dalla fine per il 56-50. Tutto finito? No, perché arriva un'altra bomba, stavolta della specialista Capoferri. Meno tre per Crema e mancano 100 secondi alla sirena. Tomasovic, ancora lei, segna il +5. Per due volte Crema fallisce la tripla del -2 con Caccialanza. Infine due liberi di Schieppati mettono in ghiaccio la vittoria.

"Felicissimo, e che bravo il mio vice!"
"Complimenti a Crema, brave a non mollare anche sul -15. Noi eravamo senza Maffenini e abbiamo fatto una partita ottima, soprattutto la difesa, 53 punti subiti. Due punti importanti che ci danno tranquillità per affrontare Moncalieri a Torino, dove sarà dura, e Albino qui in casa tra 14 giorni. Sono felicissimo, e faccio i complimenti a Matteo Catalfamo, sempre lucido, il suo aiuto è stato prezioso" ha detto a fine gara coach Cesari.
Carugate sale a 4 punti, con una partita in meno, assieme a Sarcedo, al sesto posto in classifica. Crema rimane a due assieme ad altre sei squadre.