A2 Femminile - Il Sanga si arrende solo nel finale a Castelnuovo Scrivia

17.11.2019 00:14 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A2 Femminile - Il Sanga si arrende solo nel finale a Castelnuovo Scrivia

Un Ponte Casa d'Aste mai domo e
coriaceo si arrende solo nel finale a Castelnuovo e non riesce dopo una
lunga rimonta a piazzare la spallata decisiva. Alla fine festeggia
Castelnuovo 64-56 ma il Sanga si è dimostrato all'altezza e ha lottato
fino all'ultimo.

Le piemontesi partono subito forte con la ex Colli in palla e a segno
con 7 punti in pochi minuti, il Sanga prova a rispondere colpo su colpo
con Guarneri e Quaroni ispiratissime, 10-7 dopo 6 minuti abbondanti di
gioco. Milano perde Carrara per una scavigliata dopo uno scontro con
Albano e di conseguenza importanti rotazioni nel reparto lunghe. Podrug
vuole portare le sue compagne in fuga, Beretta tiene atttacate le
orange, Colli colpisce anche da 3, Cicic e Toffali non sbagliano e il
punteggio rimane in bilico, 15-13. Albano e Guarneri sono perfette dalla
lunetta, Colli imperversa da 3, Beretta dal campo si fa valere e si
chiude il primo quarto con Castelnuovo avanti 20-18. Si riprende e le
difese salgono in cattedra inceppando gli attacchi che non trovano
canestri e commettono molte infrazioni di passi e palle perse. Per quasi
4 minuti non si segna, poi si scatena Toffali che in meno di un minuto
segna 4 punti e opera il sorpasso, 20-22. Albano e Bonvecchio scuotono
le padrone di casa, Milano però difende e attacca bene e con Guarneri e
una bomba di Beretta torna avanti, 26-27. Colli indemoniata guida il
controsorpasso grazie anche ad Albano sempre lucida ai liberi, 31-27 e
coach Pinotti chiama un time out. Beretta accorcia ancora il gap,
Bonvecchio riporta a + 4 Castelnuovo. Colli non sbaglia nemmeno i
liberi, Toffali si fa valere ancora e si va alla pausa lunga con
Castelnuovo avanti 35-31 ma con il Sanga che si tiene in gara con un
buon 57% da 2. Le squadre ripartono con la stessa intensità, Quaroni e
Toffali riportano vicino le lombarde, fra le padrone di casa Pavia
inizia a segnare da ogni posizione trovando anche assist e le allontana
ancora, 44-36. Podrug ne mette 4 di fila, Pavia continua a fare la voce
grossa e Castelnuovo scappa 49-38 con Visigalli che prova a limitare i
danni. Pavia e Colli non mollano la presa e in un attimo le ragazze di
Pozzi si ritrovano a + 18 con gli ultimi liberi di Repetto, 56-38 alla
penultima sirena. Le milanesi si ributtano sul parquet decise a dare
tutto e con Cicic, Guarneri e una bomba di Dell'orto tornano a -11
grazie ad un parziale di 10-3. La precisione dalla linea della carità
delle piemontesi inizia a scarseggiare, Cicic coglie l'occasione al volo
e con due giocate porta le compagne a -8, 60-52, a metà ultimo quarto.
Dell'orto ci crede anche lei e il Ponte Casa d'Aste torna in partita, a
4'10” è 60-54. Pozzi chiama time out, Toffali segna ancora per il -4. Ci
pensa Bonvecchio a fermare l'ondata di punti delle meneghine e a far
rifiatare Castelnuovo che grazie a Podrug e al provvidenziale 2/2 ai
liberi riesce a portare in porto la gara. A Milano non basta un grande
cuore e un ottimo ultimo quarto vinto 18-8. Finisce 64-56 per
Castelnuovo, ma le ragazze di Pinotti sempre combattive, non sono mai
uscite dalla gara mostrando buone cose e una buona tenuta mentale.
Sabato prossimo sfida importante da non sbagliare con San Martino di
Lupari.


TABELLINO

Autosped Castelnuovo Scrivia - Il Ponte Casa d'Aste Sanga Milano 64 - 56
(20-18, 35-31, 56-38, 64-56)

AUTOSPED CASTELNUOVO SCRIVIA: Repetto* 8 (0/2, 2/3), Corradini, Bracco
NE, D'Angelo NE, Pavia 11 (2/4, 2/4), Colli* 3 (0/3, 0/1), Serpellini
NE, Colli* 20 (6/11, 2/3), Bonvecchio* 8 (4/13, 0/1), Quintiero NE,
Albano* 6 (1/1, 0/3), Podrug 8 (3/6 da 2)
Allenatore: Pozzi F.

Tiri da 2: 16/40 - Tiri da 3: 6/15 - Tiri Liberi: 14/19 - Rimbalzi: 39
8+31 (Bonvecchio 8) - Assist: 17 (Podrug 5) - Palle Recuperate: 6 (Colli
3) - Palle Perse: 15 (Squadra 4)


IL PONTE CASA D'ASTE SANGA MILANO: Toffali* 13 (6/13, 0/2), Cicic* 10
(5/9, 0/4), Guarneri* 9 (3/9 da 2), Beretta 10 (2/5, 2/5), Dell'Orto 6
(1/3, 1/1), Visigalli 2 (1/1, 0/2), Pagani NE, Lussana, Quaroni* 4 (2/6,
0/1), Trianti, Carrara* 2 (1/1, 0/1), Stilo

Allenatore: Pinotti F.

Tiri da 2: 21/48 - Tiri da 3: 3/17 - Tiri Liberi: 5/10 - Rimbalzi: 39
12+27 (Guarneri 14) - Assist: 11 (Guarneri 6) - Palle Recuperate: 6
(Cicic 2) - Palle Perse: 11 (Cicic 2)
Arbitri: Pulina S., De Bernardi S.


Dichiarazioni Coach Pinotti: “L’ottima lunga Podrug non doveva giocare e
invece ha fatto la differenza, costringendoci a limitarla con raddoppi
che hanno lasciato tiri piedi per terra alle loro esterne. La nostra
Carrara, in ottima forma, si fa invece male scavigliandosi su uno
spintone dopo 5 minuti di gioco sul risultato di parità. Quando
l’imponderabile è più forte di ogni tatticismo, non resta che tornare a
riprovarci sempre con la stessa grande generosità messa in mostra da
tutte le mie ragazze anche quando la sorte non ci è stata
particolarmente favorevole. Tornati a -4 palla in mano avremmo potuto
anche vincerla. Una grande esperienza di Resilienza che ci tornerà utile
in un prossimo futuro”.