Serie C - Meloria Livorno supera la Sibe Prato a fil di sirena

16.01.2018 12:33 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 143 volte
Serie C - Meloria Livorno supera la Sibe Prato a fil di sirena

Un inizio di girone di ritorno da dimenticare subito per la SIBE che sull'ostico campo del Meloria incappa in una sconfitta preventivabile (i livornesi erano in serie positiva da 4 giornate al Palad'Alesio), ma che lascia qualche rimpianto per l'insolito approccio dei Dragons che permetteva ai padroni di casa di prendere anche un vantaggio in doppia cifra prima di provare a rimediare con Smecca e 6 consecutivi di un impreciso Corsi e chiudere il quarto sul 14 a 8. A dire il vero sembrava che sul canestro labronico ci fosse un coperchio, perché già diversi tiri aperti di Staino e Pinna uscivano dopo aver danzato più volte sui ferri.  Nel secondo quarto Meloria provava ancora la fuga con un determinato Barsotti, mentre Vannoni, ancora una volta MVP dei lanieri, metteva la museruola al bomber Melosi, ed anche l'altro spauracchio Niccolai era ben contrato dalla difesa pratese il cui lavoro innescava anche l'attacco che con le triple di Smecca e Staino e buone giocate di Vannoni e Marchini mandava le squadre all'intervallo sul 32 a 26 con i rossoblu che erano penalizzati da una decisione arbitrale che non accordava tre tiri dalla lunetta per un tiro di Vannoni da metà campo sulla sirena i fermato con il fallo e non considerato sul tiro. Coach Pinelli catechizzava in spogliatoio i suoi, e quella che rientrava in campo era tutta un'altra squadra. Vannoni si distingueva su entrambi i fronti, mettendo a segno 10 punti. Pinna con 7 punti e Staino con 2 triple e 8 punti nel quarto permettevano ai Dragons di mettere la testa avanti anche di 4, anche se poi 5 consecutivi di Bargelli, che si candidava a hombre del partido, ed un gioco da tre punti di Niccolai mandavano all'ultimo stop tecnico sul 50 a 51. Giovannetti, Barsotti e Melosi rimettevano avanti Livorno, ma la SIBE con Corsi e Staino teneva il passo. Alcuni liberi sbagliati sembravano però permettere ai labronici di scappare. Ci pensava Smecca con una tripla e poi la mano ferma dalla lunetta a stare in scia ed il rimbalzo in attacco e canestro di Pinna, all'ennesima doppia doppia, dava il pareggio a 2 secondi e spiccioli sul cronometro. La rimessa in attacco dopo il time out di Coach Angelini permetteva a Bargelli di trovare un tiro dall'angolo che seppur fuori equilibrio trovava il fondo della retina ed evitava l'over time.

Rammarico fra i lanieri per l'insolita imprecisione ai liberi (10 su 20) quando solitamente la media nel girone d'andata è stata di un più che sufficiente 74%. A guardare il bicchiere mezzo pieno c'è la soddisfazione di aver mantenuto il quarto posto in solitaria ed anche la differenza canestri positiva con il livornesi dopo il + 13 dell'andata.

Ancora una volta i Dragons si rammaricano per non poter giocare con la formazione al completo e si augurano di rivedere presto in campo anche Biscardi e Fontani che hanno ripreso ad allenarsi con i compagni.

Domenica arriverà alle Toscanini arriverà il Pescia dell'inossidabile Cempini, con distacco capocannoniere del campionato, e sarà l'occasione per la SIBE di rimettersi prontamente in carreggiata.

 

MELORIA LIVORNO vs SIBE PRATO: 69 a 67 (14/8 – 32/26 – 50/51)

LIVORNO: Bargelli 14, raffaelli NE, Storti, Marini 3, Melosi 15, Barsotti 13, Bonciani, Mottola NE, Pasquinelli 6, Niccolai 11, Giovannetti 7; Allenatore Angiolini

DRAGONS PRATO: Guarducci NE, Saccenti NE, Marchini 3, Biscardi NE, Staino 16, Sangermano, Fontani NE, Corsi 9, Vannoni 13, Lancisi NE, Smecca 15, Pinna 11; All.tore Pinelli, Assistenti Fusi e Parretti

Arbitri: Uldanck e Corso di Pisa