A2 - Trapani, Francesco Mannella vince la Sfida Leggende LNP

26.05.2020 14:43 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A2 - Trapani, Francesco Mannella vince la Sfida Leggende LNP

La Pallacanestro Trapani è lieta di annunciare che è Francesco Mannella il vincitore della #SfidaLeggendeLNP. Oltre 19.000 voti sui canali social LNP permettono alla Leggenda della Pallacanestro Trapani di battere la Leggenda di Scafati Basket 1969 Pino Corvo in #Finale #FinaliLNP.

Mannella, dopo aver vinto il titolo di “leggenda” della Pallacanestro Trapani, si è dunque aggiudicato anche il titolo nazionale. Lo storico capitano della Pallacanestro Trapani ha vinto, nell’ordine, le sfide social che lo hanno visto protagonista contro Del Vicario, Foiera, Greer, Basile e, per ultimo, Pino Corvo, leggenda di Scafati.

Termina così, con la vittoria di Francesco Mannella, l’iniziativa social che ha contraddistinto gli ultimi due mesi granata. Sono stati diversi gli aneddoti scritti dai tifosi o raccontati in prima persona dai giocatori protagonisti del gioco social. Un’idea della Lega Nazionale Pallacanestro che ha fatto registrare nelle nostre pagine social ufficiali, sia Instagram che Facebook, grandissimi numeri, in termini di like e di interazioni coi followers.

DICHIARAZIONI

Francesco Mannella (Leggenda delle Leggende): «Questa vittoria è per certi versi un coronamento ufficiale alla carriera. Questa sfida mi ha messo sotto i riflettori, è sempre bello vincere ma questo contest è stato qualcosa di più perché mi ha permesso di mostrare i successi e le gioie di quel periodo storico anche ai miei figli e a tutte le persone che, in quell’epoca, non erano ancora nate. Anche i giovani in questo modo hanno assaporato quella che era l’atmosfera della Pallacanestro Trapani dei primi anni ‘90. Sono molto contento, ringrazio Pietro Basciano e l’intera Lega Nazionale Pallacanestro che ha organizzato il contest e la Pallacanestro Trapani per l’apporto ed il sostegno costante sui social. Questo successo deve essere un orgoglio per tutti, non solo per me: la sfida delle leggende ha dato ampia visibilità alla città di Trapani e mi auguro che questo gioco possa essere servito anche per rilanciare il territorio. Trapani ha dimostrato di esserci ed io ringrazio tutti di cuore, i miei ex compagni, i dirigenti ed i tifosi che mi hanno sostenuto in ogni sfida. Arrivai nella Pallacanestro Trapani a 22 anni e ci sono rimasto fino ad oggi. Dopo la mia carriera da cestista, ho scelto anche di vivere a Trapani dove ho proseguito il mio percorso di vita: devo tanto ai cittadini trapanesi».