LBA - L' Acqua San Bernardo Cantù sbanca la Unipol Arena della Reggiana

26.12.2020 22:22 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LBA - L' Acqua San Bernardo Cantù sbanca la Unipol Arena della Reggiana

La prima gara post-natalizia del campionato italiano di serie A è l'anticipo del sabato della 13a giornata Unahotels Reggiana vs Acqua San Bernardo Cantù, con palla a due ore 20:30 e diretta eurosport 2 ed Eurosport player.

Quintetti in campo: Taylor, Kyzlink, Bostic, Johnson J. ed Elegar per Reggio Emilia, Leunen, Kennedy, Woodard, Johnson J.D. e Pecchia per Cantù.

1Q - Buono l'inizio a ritmi alti per le due formazioni, peccato che la mira non sia molto precisa.  Antino Martino deve procedere veolcemente a mettere in panchina Justin Johnson, presto gravato di 2 falli. Però la partenza reggiana è migliore 6-0. Rispondono con uno strappo i brianzoli, uno 0-8 che rimette tutti in riga per vedere Taylor che non ha ancora acceso i biancorossi. Bigby-Williams porta avanti Cantù che continua la corsa trascinato da Jaime Smith. Taylor mette un libero, e al 10' è 11-18.

2Q - 4 punti consecutivi di Diouf aprono un varco nella difesa dell'Acqua San Bernardo. Elegar alza il muro nella difesa di casa con due stoppate. Cantù non molla e al 14' con Pecchia è sempre avanti +8 15-23. Per la Reggiana arriva anche il terzo fallo di Bostic, mentre sale in conto delle palle perse. LA tripla del Johnson brianzolo vale il 20-29 al 17'. Rientra Bostic per il 29-34, ma l'Unahotels rimane sempre ad inseguire: 31-39 all’intervallo lungo.

3Q - Martino mette Candi al posto di Kyzlink in quintetto per aumentare pressione e intensità, visto che la mira generale è scadente. Il coach deve però incassare il quarto fallo di Bostic al 24', perdendo il suo miglior tiratore. Kennedy e Procida portano Cantù sul +13 38-51 al 26'. La reazione biancorossa con Baldi Rossi e Taylor è apprezzabile, ma Woodard con la tripla la ricaccia indietro. Taylor non molla e con cinque punti nel 6-0 degli ultimi 90 secondi firma il 50-56 al 30'.

4Q - 3-0 a inizio quarto per Reggio, ma Smith in transizione da tre 53-59 al 32'. La gara è intensa, le due squadre si scambiano qualche canestro ed è la tripla di Johnson canturino che vale il +7 esterno al 34'. Taylor c'è, ma anche Kennedy con un 2+1 e 4'50" vale il 59-67. Pecchia firma due volte il +10 di Cantù, e quello in contropiede con 3'05" alla sirena vale il timeout di Martino 61-71. Coast to coast del Johnson reggiano con la San Bernardo che non chiude i giochi così Pancotto prende minuto sul +8 e meno di 120 secondi alla sirena. Segna Taylor, e la quinta stoppata di Kennedy salva i brianzoli almeno in difesa dal possibile -4 reggiano. Tecnico a Martino e a Candi, che vedono fuggire la vittoria, 65-75 con Johnson e Kennedy. Le ultime battute della Reggiana sono solide ma è troppo tardi. 

Dopo due mesi Cantù torna a vincere fuori casa, prendendo il pallino della gara nella Unipol Arena della Reggiana e mantenendo il comando costantemente, anche senza un vantaggio eccessivo. I padroni di casa vanno a folate, traditi non tanto dal ritmo quanto dalla poca precisione al tiro figlia anche di una accorta difesa degli uomini di Pancotto, come testimonia il risultato finale. Martino ruota la panchina al massimo alla ricerca della combinazione vincente però il 3/20 sa tre non apre mai l'area avversaria dove Kennedy e Leunen fanno bello e cattivo tempo, nonostante Brandon Taylor.

UNAHOTELS REGGIO EMILIA – ACQUA S. BERNARDO CANTU’ 68-78 

UNAHOTELS REGGIO EMILIA: Bostic 13, Candi 3, Baldi Rossi 2, Porfilio, Taylor 122, Giannini, Elegar 14, Besozzi, Johnson J.4, Bonacini, Diouf 8, Kyzlink 2. Allenatore: Martino.

ACQUA S. BERNARDO CANTU’: Smith 14,  Kennedy 13, Woodard 6, Procida 5, Leunen 6, La Torre, Bigby-Williams 9, Lanzi, Johnson J.D. 15 , Bayehe 1, Baparapè, Pecchia 8. Allenatore: Pancotto.

Arbitri: Bartoli, Quarta, Pierantozzi.