Final Eight Serie A - Finale thriller: Bologna la spunta su Milano

14.02.2019 22:57 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 5126 volte
Final Eight Serie A - Finale thriller: Bologna la spunta su Milano

Una sfida di cartello ai quarti tra un' Olimpia Milano che, a dispetto del roster lunghissimo, predica emergenza e una Virtus Bologna che con Moreira e Qvale vara un'edizione fisica, pronta ad approfittare della "Banda Bassotti" che Pianigiani è costretto a schierare.

Cournooh segna il primo canestro del match, ma l'iniziativa è di una AX Exchange piuttosto nervosa, condizionata per tutto il primo tempo dal mancato innesco del bomber Mike James (1/8 nel primo tempo), che però gode della falsa partenza della Segafredo che si riempie di falli in pochi minuti e di un Nunnally chirurgico. Proprio l'ultimo arrivato alla corte di Pianigiani firma il 9-2 del 4'; Sacripanti chiama timeout, Moreira comincia a capire il piano partita 11-10 al 7'. Molti isolamenti, pochi assist: Brooks e Jerrells allungano, Aradori ricuce per il 22-17 al 10'.

Nel secondo periodo Sacripanti aggiusta le posizioni in campo e gode di una migliore qualità nelle rotazioni. L'ex M'baye al 12' vale il vantaggio felsineo, la gara torna in equilibrio. Della Valle e Kuzminskas rianimano l'Olimpia, ma Qvale e Punter pungono 30-33. Nel finale di quarto Moreira sfutta il fisico su Kuz e Omic, e Cournooh, quasi allo scadere, piazza la tripla del +5 (36-41).

Rpresa con una Virtus determinata e una Olimpia sempre più nervosa. Nunnally risponde ai liberi di Cournooh, e la battaglia si fa sempre più aspra sotto canestro. Al 25' Omic fa il 45-51, ma poi viene fuori di nuovo M'baye che con Taylor firma il +10. L'AX non trova il modo di risalire, se non con qualche iniziativa di Micov; Pianigiani rischia il tecnico e gli arbitri ignorano qualche contatto pesante, ma i giocatori sono tutti applicati sulla gara. M'baye schiaccia un tap-in che fa male, Kuzminskas dalla lunetta fa 2/2 per chiudere 54-63 e una Segafredo che sembra aver messo le mani sul match.

Aradori da tre porta a +12 la Virtus, Milano alza i ritmi e Cournooh ne fa le spese per affaticamento dopo aver marcato alla morte James per tutta la gara; a metà quarto due azioni da sei punti di totali di Taylor danno l'impressione che sia finita. Ma Micov ne ha cinque in fila e l'Olimpia torna a -6. Finale convulso dove, dalla lunetta, la Segafredo riesce a mantenere sette punti di vantaggio. Ma quando sembra di nuovo tutto deciso, la coppia James-Jerrells decide di rimettere tutto in gioco. La pressione è tutta sui felsinei che, a un secondo dalla fine sul +2 rimettono da fondocampo, ma nelle mani di Brooks che spara e realizza il tiro del pareggio, ma a tempo scaduto. Ci vogliono alcuni minuti per avere la conferma dalla terna, un finale thrilling da rivedere.

AX Exchange Milano - Segafredo Bologna 84-86. Boxscore: 19 Nunnally, 17 Micov, 13p+10r James, 11p+13r Brooks, 7 Kuzminskas, 6 Jerrells, 4 omic e Burns, 3 Della Valle per Milano; 23 Taylor, 15 Aradori, 14p+10r Moreira, 14 M'baye, 9 Cournooh, 5 Qvale, 4 Punter, 2 Martin per Bologna.