Tam Tam Basketball: la favola del basket a lieto fine come in un film americano

18.06.2019 00:03 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Tam Tam Basketball: la favola del basket a lieto fine come in un film americano

Nel 2017 vi avevamo raccontato di una squadra di pallacanestro particolare, perché formata da soli giocatori stranieri (figli di immigrati senza cittadinanza italiana) nei campionati giovanili della Campania (qui) dove esiste questa realtà giovanile non riconosciuta da alcuna legge. Una storia in cui la deroga concessa dalla FIP (che non ne prevede più di due per ogni squadra) era stata provvidenziale. Lo scopo non era, naturalmente, di vincere; quanto piuttosto quello di dare una possibilità di riscatto sociale a tanti giovani che, a causa dell’indigenza dei genitori, non possono praticare nessuno sport.

E come in un film americano, un "Coach Carter" qualsiasi, dove sotto la guida di Massimo Antonelli - campione d'Italia con la Virtus Bologna nel 1976 - sono arrivati per questi Under corsi, abbigliamento e accessori sportivi, visite mediche, assistenza psicologica individuale e di gruppo. Sotto il nome di "Tam Tam Basketball" anche una norma inserita nella Legge di Bilancio 2017, per consentire a tutti i figli di stranieri, capaci di dimostrare la frequenza scolastica nella scuola italiana, di praticare in Italia qualsiasi tipo di sport senza alcuna limitazione.

Imparare a giocare a basket, a una disciplina di gruppo, porta così alla costruzione di una realtà che ieri, domenica 16 giugno, ha trovato la sua consacrazione. Né giusta, né sbagliata ma assolutamente intrigante. La formazione Under 15, che tre anni fa non aveva un elemento capace di giocare a basket, ha trionfato nel Campionato regionale campano svoltosi al PalaTecfl di Giugliano. Il Tam Tam Castel Volturno ha superato in finale la LBL Caserta, dopo aver vinto nel turno precedente la Polisportiva SCA.