EuroLeague - Olimpia Milano, Messina e il sogno di essere una potenza stabile

EuroLeague - Olimpia Milano, Messina e il sogno di essere una potenza stabile
© foto di SAVINO PAOLELLA

Ettore Messina, l’allenatore dell’EA7 Emporio Armani Milano, è stato intervistato dal settimanale “Sportweek”. Il primo argomento è stato ovviamente il suo obiettivo realistico in EuroLeague.

Spietati. "È una competizione spietata perché assegno solo otto posti su 18 nei playoff. Nella NBA ad esempio sono 16 squadre su 30 e altri quattro sono assegnati attraverso il play-in. Quando si parte l’obiettivo non può che essere entrare nei play-off. Come ho già detto non riesco a individuare 10 squadre che non li faranno.”

Confermarsi, primo obiettivo. "Le grandi squadre di EuroLeague sono stabilmente al vertice per anni. Noi ci siamo da due. Dobbiamo arrivare a quel tipo di continuità anno dopo anno per pensare di essere alla loro altezza.”

Inseguendo l'Efes, e non solo. “L’Efes ha vinto gli ultimi due titoli e merita di essere considerata la squadra da battere. Ma è stato un mercato importante, tutte si sono rinforzate oltre alle solite Barcelona, Real Madrid e Olympiacos. Mi viene in mente il Fenerbahçe con Wilbekin e Calathes.”

Il ritorno del derby italiano. “Sintetizza la crescita della Lega Basket che non è solo Milano e Bologna. Ogni anno è più competitiva e più europea come stile. Avremo squadre competitive anche nelle altre coppe com’è stato l’anno passato ma forse di più.”