Serie C - Atlantis Nerviano, netta vittoria vs un'acciaccata Cislago

15.01.2018 17:26 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 135 volte
Fonte: La Prealpina
Coach Morganti
Coach Morganti

Divario fisico determinante anche a Nerviano, dove l’Atlantis (Gotti 10, Nuclich 9, Corno 8, Gatto 10, Priuli 6, Bonissi 3, Frontini 6, Zampieri, Nebuloni 2, Vantini 5, Guidi 7, Bandera 10) regola nettamente l’acciaccato Cislago (Digianvittorio 9, Grampa 13, Cappellari 5, Freri 12, Cattaneo 5, Saibene 7, Rimoldi 2, Ponzelletti ne, Monticelli 2, Millauro). Troppo pesante l’assenza di Ponzelletti (stiramento muscolare, forse in campo fra due settimane) per un Cistellum dalle rotazioni limitate dopo la partenza di Caffarra per Buccinasco (aggregata agli allenamenti la 22enne ala Pirovano, ex Calolziocorte). L’asse Grampa-Freri produce in fase offensiva nel primo tempo, ma Nerviano domina il duello sotto i cristalli con Priuli (12 rimbalzi) e Gotti (5/8 da 2 e 1 rimbalzi) che firmano l’allungo nel secondo quarto (40-29 al 20’) e incrementano ulteriormente il gap dopo la pausa lunga (48-32 al 23’). Le accelerazioni di Gatto (6 assist) spingono in progressione i neroverdi (59-43 al 30’) e la formazione di Morganti manda undici giocatori a referto in un match che le permette di restare solitaria al settimo posto. «Prestazione positiva sul piano dell’applicazione e della continuità, cosa che non ci era mai stata abituale - afferma il g.m. neroverde Francesco Pompa -. Abbiamo prodotto un buon volume di gioco con tutti gli effettivi, ora attendiamo gli esiti delle sfide contro avversarie che ci precedono in classifica per valutare quanto valiamo davvero». «Serata scialba nella quale abbiamo pagato le fatiche della terza partita giocata in emergenza in quindici giorni - è il parere del d.s. gialloviola Giampaolo Lietti -. Dobbiamo recuperare gli acciaccati in vista del rush finale per l’ottavo posto che per noi significa salvezza anticipata».