A2 - Blitz di Scafati: Longobardi sceglie Finelli come nuovo capo allenatore

Il tecnico bolognese ha risolto consensualmente il contratto con Mantova firmando un biennale con la Givova. Un ritorno, dopo l’esperienza del 2014/15
21.05.2020 11:32 di Salvatore Possumato   Vedi letture
coach Alessandro Finelli
coach Alessandro Finelli

Si parlava da giorni di un possibile approdo di Piero Bucchi sulla panchina di Scafati, più una suggestiva ipotesi che una reale trattativa a dire il vero, ma patron Nello Longobardi ci ha abituato a scelte rapide e spiazzanti. Non smentendosi neppure in questo caso. E così nel pomeriggio di ieri prima è arrivato il comunicato stampa della Società Pallacanestro Mantovana che annunciava la consensuale rescissione del contratto valido anche per la prossima stagione con coach Alessandro Finelli (mentre sembrava imminente il rinnovo con la formula dell’1+1) e in serata è arrivata la firma sull’accordo che legherà il tecnico di scuola Fortitudo alla Givova per i prossimi due anni.

Scafati si affida a una guida tecnica esperta, grande motivatore (svolge parallelamente con successo l’attività di coaching e team building) e in grado di contribuire in maniera determinante alla crescita dei giovani. Oltretutto Finelli conosce bene l’ambiente, avendo allenato la compagine salernitana nella stagione 2014/15.

Il cinquantatreenne coach bolognese ha iniziato la carriera occupandosi delle giovanili della Fortitudo (dal 1983 al 1998), sedendo per la prima volta su una panchina da capo allenatore nel 2000 a Livorno in A2 e ottenendo subito la promozione nella massima serie. Da quel momento in poi ha assunto la guida tecnica di importanti club di Seria A1 e Legadue, Andrea Costa Imola, Basket Club Ferrara, Pallacanestro Pavia, Sporting Club 1949 Montecatini Terme, Sutor Basket Montegranaro, Fortitudo Bologna, Pallacanestro Reggina, Virtus Pallacanestro Bologna, Fulgor Liberts Forlì. A gennaio 2015 è stato chiamato alla guida della Givova, chiudendo la stagione all’ottavo posto e mancando l’accesso ai playoff.

Dopo l’esperienza con l’Assigeco Casalpusterlengo, nel 2016 è tornato in Campania per allenare in A2 la BCC Convergenze Agropoli, in un sfortunata annata terminata con la retrocessione. Dopo un anno sulla panchina della Pallacanestro Orzinuovi, nel 2018 ha assunto la guida della Pallacanestro Mantovana, in A2. La prima stagione si è chiusa con il settimo posto, valso la qualificazioni alla postseason. Quest’anno, prima dell’interruzione del torneo determinata dall’emergenza covid19, gli Stings erano al quinto posto nel girone Est (15 vittorie e 10 sconfitte), in piena zona playoff.

Finelli vanta un curriculum di tutto rispetto: 2 promozioni da head coach (in A1 con Livorno nel 2001, in A2 con la Fortitudo Bologna nel 2010) e una da assistant (in A1 con Montecatini nel 2000). Nella massima serie ha ottenuto un quarto posto (Montegranaro nel 2008) e un quinto posto (Virtus Bologna nel 2013) in regular season.

A livello giovanile con la Fortitudo Bologna ha raggiunto 6 finali nazionali Juniores, 7 finali nazionali Cadetti e una finale nazionale Allievi, conquistando lo scudetto Cadetti nella stagione 1992/1993.