LIVE EL - Rodriguez e Shields portano Milano in paradiso: battuto il Real Madrid

16.10.2020 22:49 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LIVE EL - Rodriguez e Shields portano Milano in paradiso: battuto il Real Madrid

1Q - Il Real Madrid apre con un mini parziale di 5-0 con la tripla di Abalde. Milano segna con Hines dalla media. Penetrazione di Delaney per il -1, ma ancora Abalde: altre due triple per lui (già 3/3 da tre) che valgono il 4-11. Infortunio alla caviglia per Delaney, poi piazzato di Rodriguez. Dall'altra parte Tavares subisce fallo su tiro: 2/2. Moraschini lavora bene sul fondo linea, i Blancos colpiscono ancora da tre con Thompkins: 8-16 al 9'. Tarczewski si mangia la schiacciata su alley oop e ancora Thompkins dalla lunga distanza per il +11. Milano chiude con due del lungo statunitense: dopo 10', 10-19.

2Q - Cinque punti di fila di Llull, Datome sorprende la difesa del Real Madrid: 16-24. Fallo antisportivo ai danni di Tarczewski, poi LeDay sfortunato e Milano resta sotto di 6 lunghezze. Fadeaway dal post di Thompson che ne mette altri due e ancora Tavares: 18-28. Bella penetrazione del Chacho Rodriguez, poi tripla di Taylor: 20-31 al 15'. Lunetta per Laprovittola che non fallisce. Bomba di Taylor: Real Madrid a +14 e timeout. Rimbalzo offensivo e canestro per Datome. Shields replica a Tavares, tripla di Rodriguez a chiude il primo tempo: 31-42.

3Q

Nella prima settimana di EuroLeague con doppio impegno, l'Olimpia Milano dopo la trasferta infruttuosa al Pireo, è tornata a casa per ricevere stasera il Real Madrid. Palla a due alle ore 20:45, diretta Eurosport player. Le due squadre hanno fatto stamani il regolare shootaround, e Ettore Messina ha già comunicato che gli infortunati Micov e Punter non saranno disponibili per stasera. Sono attesi 700 spettatori al Forum di Assago.

Senza Delaney, che non ritornerà nel match, Milano rientra con un diverso atteggiamento dopo l'intervallo, e piazza un 7-0 in apertura 38-42 con tripla di Shields che riapre l'incontro. Campazzo e Abalde ritrovano la via del canestro, ma Moraschini e Shields valgono il 42-46 al 25'. Due liberi di Rodriguez portano al -2 ma Milano manca il trio del sorpasso. Show di Abalde che con 3/4 ai liberi riallontana momentaneamente il Real Madrid 44-49 con 2'28"; ma due triple consecutive del Chacho esaltano il pubblico con il sorpasso avvenuto al 29'. Jeffery Taylor da tre ribalta il tabellino; hines viene stoppato da Tavares ma Rodriguez ottiene il pareggio 52-52 con 31 secondi. Va in panchina a riposare; Laprovittola infila la decima tripla dei madrileni (su 20 tiri) ma sulla sirena Roll porta il punteggio sul 54-55.

L'abbrivio diventa milanese: il gioco da tre punti di Shields, il tecnico a Laso trasformato da Datome, che poi segna sull'azione seguente battezzando Fernandez; la persa di Tavarez che Gigone trasforma in due punti 62-55 al 32'. Thompkins accorcia, e un fallo di Campazzo (il quarto personale) non viene considerato antisportivo. Shield con 7'11" mette 1/2 ai liberi 64-57. Real molto nervoso, ma l'intensità in difesa si reverbera in attacco e Shield, terminale numero uno dell'Olimpia, aggiunge altri due punti 66-57 con 5'56". Timeout Laso. Tripla di Thompkins con 5'20", seguita da quella in contropiede di Campazzo 66-63 con meno di 5' alla sirena finale. Il Real fallisce due volte l'aggancio, poi Deck porta il -1. Rodriguez chiude il parziale 0-8 con due liberi con 3'16" 68-65. Garuba segna su rimbalzo d'attacco e stende Datome. Sheilds con 2'36" riporta milano a +4 con una bomba. Campazzo costretto a forza sui 24" sbaglia, Moraschini dall'angolo ci prova due volte e la seconda vale una tripla spaccagambe 74-67 sull'assist di Rodriguez. La volata dopo il timeout di Laso: Llull segna da tre punti, Rodriguez entra nell'ultimo minuto con il 76-70. Llull e Campazzo falliscono i tentativi da tre; Campazzo perde palla e commette il 5° fallo in attacco su Rodriguez, che in lunetta fa 2/2 perché il possesso della palla viene dato all'  Olimpia. Alocen ha il tempo di provare una tripla che non va, ed è finita la bestia nera dopo 14 sconfitte consecutive. Per la prima volta Pablo Laso lascia Milano da sconfitto.

Il commento: comprensione dei pregi degli avversari, capacità di non abbattersi, ricostruzione della difesa nel secondo tempo e una tenuta fisica complessiva di grande qualità permettono all'Olimpia di ribaltare nel secondo tempo una sfida a tratti imbarazzante quando al Real riusciva tutto facile. Certo, per stare a galla in certi momenti ci vorrebbe più tiro da tre punti (6/17 alla fine) ma per ora, con gli avversari col fiatone nel finale può andar bene anche così.

Olimpia Milano - Real Madrid 78-70. Boxscore: 25 Rodriguez, 19 Shields, 9 Datome, 8 Tarczewski, 7 Moraschini per Milano; 15 Thompkins, 14 Abalde, 9 Tayolr, 2p+11r Garuba per il Real.