LBA SUPERCOPPA - Brescia evita l'imbarcata al Forum contro l'Olimpia Milano

04.09.2020 18:44 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LBA SUPERCOPPA - Brescia evita l'imbarcata al Forum contro l'Olimpia Milano

Gara importante questa della terza giornata del girone A della Supercoppa italiana che al Forum di Assago vede scendere in campo, ancora senza pubblico per le note vicende, L'AX Exchange Milano contro la Germani Brescia. Il palio la leadership di un girone che vedrà solo la prima classificata guadagnarsi il biglietto per la Final Four di Bologna.

Roster al completo per Vincenzo Esposito; invece Ettore Messina, sempre alle prese con il turnover per tutta la stagione, lascia fuori dai 12 Punter, Leday e Micov.

Quintetti in campo: Kenny Chery, Tyler Kalinoski, Andrew Crawford, Brian Sacchetti e Andrea Ancellotti. Malcolm Delaney, Micheal Roll, Shavon Shields, Jeff Brooks e Kyle Hines.

Liberi per Hines su rimbalzo d'attacco in apertura, 2-0. Ancora da destra il pivot per il 4-0. Sacchetti sblocca i suoi e se ne sono andati via 2'. Shields e Delaney mettono due triple consecutive e Milano scappa con il tiro libero dell'USA 11-3. Chery accorcia con una bomba, Milano in palla lancia Delaney che fa 1/2 in lunetta con 6'35". L'attacco della Germani legge male la difesa dell'Olimpia, e alla fine anche Roll guadagna i liberi, lasciandone uno per strada. 13-6 al 5', entra Moretti e Tarczewski, Delaney 2/2 e il distacco si fa +9. Burns porta punti e energia a Brescia, ma da un attacco reiterato arrivano i liberi per Rodriguez 17-8 con 3'44". Due anche per Bortolani, e attacco vincente per Tarczewski, di forza con i bresciani in bonus sanguinoso (Milano ha 9/11 ai liberi in 7'20"). Timeout. Ma è solo con 1'17" che si rivede un canestro con l'entrata di Datome; poi un libero di Tarczewski. crawford accorcia, Bortloani spreca un contropiede lasciando meno di un secondo a Milano. rimessa coast to coast e canestro di Moraschini sulla sirena 24-12.

Il no-look di Rodriguez per Tarczewski illumina l'inizio del secondo quarto, poi arriva al risposta di Kalinoski. Solo con 7'27" arriva la terza segnatura, una tripla per Sacchetti su cui Messina prende il timeout. Cinque punti in fila per l'Olimpia, risponde da tre Kalinoski; altro 4-0 milanese ed Esposito prende il minuto di sospensione 35-20 al 15'. Chery e Ancellotti confezionano uno 0-5 al rientro che non preoccupa Messina. Delaney affonda di nuovo e va in lunetta 2/2. Però la Germani mantiene questo passo più energico e un secondo 0-5 targato Kalinoski spinge l'Ettore nazionale a parlare ai suoi uomini 37-32 con 2'54". Vitali rimette Brescia a -3 con meno di 2' all'intervallo, ma Delaney, Shields e la tripla di tabella di Rodriguez quasi alla sirena ripristinano le distanze 44-35.

In apertura 11a palla persa di Brescia, Hines invece da sotto allunga per Milano. E il pivot, con 8'29" prende rimbalzo in difesa e si fa un coast to coast con liberi 48-35. Il break 11-1 è chiuso così da Ancellotti, ma Delaney piazza subito una tripla tagliagambe, poi dopo un minuto va in lunetta con tre liberi per lo sbilanciamento di Moss con 7'22". Doppio fallo tecnico a Delaney ed Esposito e punteggio sul 54-37. Si va al piccolo trotto, la transizione è adesso inesistente e con 4'50" arriva un provvidenziale timeout. Tarczewski manda in lunetta Chery con 4'13" e sull'errore al secondo libero arriva la tripla di Crawford, poi Datome al 27' chiude la carestia dell'Olimpia 58-44. Le bombe di Rodriguez e Roll spingono Milano più della schiacciata di Bortolani per la Germani e della tripla di Chery. Un presunto fallo su Rodriguez in chiusura di quarto fa arrabbiare Messina, ma il solco rimane sul +13, 66-53.

Hanno ancora energie da sfruttare le due squadre, che giocano forte con Datome da tre a mantenere il vantaggio dell'AX Exchange 69-55 con 7' alla sirena finale. Delaney e lo stesso Datome piazzano un 5-0 su cui Esposito vuol parlare ai suoi per evitare cali di concentrazione e imbarcata finale, ma siamo già sul +20 con 6' da giocare. Burns, Chery e Crawford rispondono presente al loro coach, tuttavia il divario non è colmabile in questo momento, 77-62 con 2'12". Alla fine ci pensa Delaney, in serata di grazia al tiro, a mantenere il distacco fino alla fine. Esposito può sorridere a fine gara: senza i due lunghi titolari è riuscito a evitare di prendere le imbarcate toccate a Cantù e Varese.

A|X ARMANI EXCHANGE MILANO – GERMANI BRESCIA 81-67 (24-12, 44-35, 66-53)
A|X Armani Exchange Milano: Tarczewski 7 (3/3), Rodriguez 8 (2/4 da tre), Datome 11 (4/8, 1/4), Moraschini 2 (1/2, 0/3), Shields 5 (1/5, 1/2), Delaney 25 (4/6, 2/5), Cinciarini ne, Biligha ne, Hines 12 (4/5), Roll 6 (1/2, 1/5), Moretti, Brooks 5 (1/2 da tre). All: Messina
Germani Brescia: Vitali 2 (1/4, 0/3), Parrillo, Chery 18 (1/4, 5/8), Bortolani 4 (1/2, 0/2), Magro 2 (1/1), Crawford 12 (3/5, 2/3), Burns 5 (2/3, 0/1), Kalinoski 12 (3/6, 2/4), Moss, Sacchetti 8 (1/2, 2/4), Ancellotti 4 (2/4). All: Esposito
Arbitri: Sardella, Borgioni e Noce
Note: Tiri da 2: Milano 18/32 (56%), Brescia 15/31 (48%) | Tiri da 3: Milano 8/25 (32%), Brescia 11/28 (39%) | Tiri liberi: Milano 21/24 (88%), Brescia 4/6 (67%) | Rimbalzi: Milano 39 (29 RD, 10 RO), Brescia 34 (25 RD, 9 RO)