A2 Femminile - Sarcedo, parla il presidente Lino Tedesco

20.11.2019 09:14 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A2 Femminile - Sarcedo, parla il presidente Lino Tedesco

Un inizio di campionato che non ti aspetti.  Una classifica che potrebbe far venire le vertigini. 6 vittorie, 2 sconfitte. Terzo posto. Niente male per una neopromossa. L'obbiettivo non cambia però. La salvezza è il traguardo che vuole raggiungere il Basket Sarcedo. Il morale è, giustamente, alto per i risultati ottenuti fino ad ora che indicano la squadra del presidente Lino Tedesco come la sorpresa del girone nord della serie A2. La strada è ancora lunga. Sarcedo, intanto, si gode il magic moment.
Abbiamo sentito il presidente, giustamente orgoglioso e soddisfatto fine quanto fatto fino ad ora dalla sua squadra.

Presidente Buongiorno! Inizio di stagione esaltante per la sua squadra alla prima stagione in A2.
Il passaggio della categoria in A2 ci rende particolarmente orgogliosi per il lavoro svolto in questi ultimi anni. Sicuramente cercheremo di ben figurare sapendo che la categoria è  molto impegnativa.

Probabilmente neanche il più ottimista tra gli ottimisti poteva aspettarsi un inizio così.
Nuova squadra, nuovo allenatore.
Abbiamo iniziato gli allenamenti il 19 di agosto con la guida tecnica di Marco Silvestrucci e  Anna Zimerle coadiuvati dal preparatore atletico  Matteo Contalbrigo consapevoli del lavoro da fare per prepararci al meglio per affrontare l'A2. Tutti e tutte hanno capito che per rimanere in categoria bisogna applicarsi al massimo dimostrando capacità  professionalità e amore per il Basket Sarcedo.

Al di là dei risultati cosa le sta piacendo di questo scorcio di stagione?
Il gruppo. Stiamo avendo veramente tanto. In allenamento e in partita.
Sia  dalle senior che dalle under 18 del Famila. Un gruppo molto unito e coeso accompagnati dall'esperienza di Silvestrucci e Zimerle.

Gli obbiettivi cambiano o resta la salvezza il traguardo da raggiungere?
Sicuramente. La salvezza è  il primo traguardo e  tutto quello che viene dopo ci serve per rimanere in categoria.

E allora testa alla prossima da affrontare con lo spirito messo in campo fino ad ora.