A2 Femminile - La Parking Graf Crema passa sul campo della capolista

25.01.2021 16:30 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A2 Femminile - La Parking Graf Crema passa sul campo della capolista

Con una prestazione in continuo crescendo la Parking Graf Crema passa sul parquet della capolista Delser Udine grazie ad una ottima prestazione e certamente una delle sue migliori partite della stagione. Per la trasferta friulana coach Stibiel deve rinunciare all’apporto di Rizzi e Cerri riducendo al minimo la possibilità delle rotazioni presentandosi all’appuntamento con la panchina un po' corta. Ma le ragazze a disposizione rispondono tutte nel migliore dei modi trovando nell’arco dei 40’ il modo di contribuire in egual misura a centrare la conquista dei punti in pallio. Per la cronaca. Ad un fase iniziale in cui l’equilibrio sembra regnare sovrano fa seguito il primo scossone da parte delle padrone di casa che piazzano un break di 10-0 con le 3 triple di Peresson ed un +9 (19-10) favorite da Caccialanza & C. che soprattutto litigano con il canestro nonostante le opportunità offerte. Più lucide e concrete le padrone di casa danno l’impressione di essere entrate subito in partita nel modo giusto rispetto alla formazione ospite che però si rinfranca con il passare dei minuti bloccando di fatto la possibile fuga delle ragazze di coach Matassini che si aggiudicheranno solo il primo periodo. Rinfrancata la fase difensiva che diventa sempre più efficace e nel proseguo della contesa porrà le basi del suo successo appare sempre più evidente che per la capolista non sarà compito facile proseguire la propria serie positiva.

La seconda parte della gara inizia sul 29-27 per le padrone di casa che però non riescono più a brillare come nella fase inziale mentre a salire di tono sono le ospiti che mettono la testa avanti e non si faranno più raggiungere. Gatti & C. pur avendo più di una opportunità' per allungare non riescono a scrollarsi di dosso la formazione avversaria in un tira e molla che porta le due squadre ad affrontare gli ultimi 10' sul 44-42 a favore del team lombardo. Ma questa volta il finale che in più di una occasione e' stato decisivo per la capolista dandogli in dote un meritato primo posto in classifica questa volta ha visto prevalere la formazione avversaria. Protagonista di un ultimo periodo che ha rasentato la perfezione in ogni fase di gioco. Con un eloquente parziale di 21-11 la Parking Graf sugella il proprio successo bissando quello ottenuto nella gara di andata e chiudendo sul 65-53 una contesa intensa e giocata con grande impegno e determinazione da entrambe le squadre che hanno onorato e offerto quanto di meglio la categoria possa offrire.

“Venivamo da una settimana molto complicata e oggettivamente la trasferta non poteva iniziare in modo peggiore vista l’indisponibilità di Cerri e Rizzi. Ma la risposta data dalle ragazze è stata quella che mi attendevo ed è stata quella che mi aspettavo. Conosco bene il carattere di questo gruppo che certamente ha dei limiti ma anche ampi margini di miglioramento e tanta voglia di dimostrare tutto il suo valore”. Il commento del presidente Paolo Manclossi evidentemente soddisfatto per il risultato ma soprattutto della prestazione complessiva offerta dalla sua squadra. “Sappiamo bene che possiamo contare su ottime individualità ma queste non possono bastare se restano isolate e oggi posso dire che al di là delle prestazioni dei singoli, che ci sono state e non possiamo nasconderlo, ho visto un gruppo soffrire insieme, lottare su ogni pallone e reagire ai momenti negativi come solo una squadra con i giusti attributi può offrire. Credo che questo sia stato il segreto del nostro successo ottenuto, non dimentichiamolo, sul campo di una capolista all’altezza e che ci ha affrontato lanciata e galvanizzata più che mai da un cammino i cui risultati parlano da soli. Abbiamo vinto disputando una ottima partita contro una formazione che merita i nostri complimenti e che non esce certamente ridimensionata da questa sconfitta. Adesso pero' non dobbiamo assolutamente abbassare la guardia affrontando con lo stesso spirito i prossimi impegni a cominciare dal recupero con Bolzano che ritengo una trasferta che può nascondere non poche insidie”.