A1 F - Broni, scoppia la polemica con gli arbitri

Il dg: «Se con San Martino e Napoli avessimo avuto una direzione più lineare ora avremmo più punti»

31.01.2018 09:20 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 351 volte
Fonte: La Provincia Pavese
A1 F - Broni, scoppia la polemica con gli arbitri

«Vogliamo rispetto», tuona il direttore generale della Pf Broni 93 Gianluca Caraffini dopo la sconfitta casalinga all’overtime contro la Saces Mapei Napoli. Alcune decisioni arbitrali non sono proprio piaciute alla dirigenza biancoverde. Da regolamento Kelsey Bone avrebbe dovuto essere allontanata dal campo, ma i fischietti hanno lasciato correre. Pur ammettendo gli errori della propria squadra, Caraffini sottolinea che adesso potrebbe avere una posizione in classifica migliore. Ma il dg vede anche i lati positivi ed è fiducioso per la parte finale della stagione regolare, grazie all’integrazione di Chatilla van Grinsven. «Non mi è piaciuto l’atteggiamento arbitrale, perché in alcune occasioni non sono state applicate delle regolare basilari – spiega Caraffini – Alla fine questa situazione è stata favorevole a Napoli. Ad esempio mi riferisco alla circostanza in cui c’è stata una protesta plateale di Kelsey Bone. I manuali dicono che è fallo tecnico, questo avrebbe voluto dire l’allontanamento dal campo del centro della Saces, perché le era già stato fischiato nel primo tempo un fallo intenzionale. Non è andata così. Questo avrebbe cambiato la partita, l’avrebbe indirizzata diversamente. Sono errori che pesano tanto sul risultato finale, non riesco a capire come arbitri che fischiano nella massima serie nazionale possano commettere questi errori. Sono situazioni che sono fastidiose perché alla fine il lavoro di una settimana, lo sforzo fatto dalle ragazze viene vanificato da decisioni su cui purtroppo non possiamo fare nulla». La delusione è palpabile nella dirigenza biancoverde: «Non voglio dare contro questi arbitri in particolare – continua – ma dico che le regole scritte andrebbero rispettate. Al netto dei nostri errori, che non vanno mai dimenticati, se avessimo avuto nelle partite interne contro San Martino e Napoli un arbitraggio lineare a questo punto saremmo più in alto in classifica». Ma il bicchiere è anche mezzo pieno: «Se lottiamo con gli squadroni è la dimostrazione che questa squadra vale la serie A1 – dice Caraffini – Stiamo giocando bene e soprattutto abbiamo una forte coesione difensiva». Broni regge: «Sono arrivati sei punti nelle ultime cinque uscite – spiega – abbiamo ritrovato degli equilibri dopo la sostituzione di Chelsey Lee. Non abbiamo costruito una squadra da 80 punti a partita, ma comunque devo dire che nelle ultime uscite siamo migliorati anche in fase offensiva». Van Grinsven potrebbe essere la chiave: «La squadra si è riequilibrata nei suoi confronti e a sua volta l’olandese si sta adattando al gioco della squadra. Domenica ha trovato una super partita in attacco. E questo nell’ottica delle sei partite che rimangono mi dà fiducia. Infine non dimentichiamo che, per un attacco influenzale, non abbiamo potuto fare affidamento su Valentina Gatti, ultimamente altro elemento di spessore». Adesso tutte le energie positive vanno incanalate verso la partita di sabato sera (ore 20.30) contro Torino. 

Franco Scabrosetti