Eurolega, la Cimberio dice sì

Il Qualifying Round forse a Ostenda (Belgio) dall'1 al 4 Ottobre
23.06.2013 10:32 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Fonte: La Prealpina
Eurolega, la Cimberio dice sì

La Pallacanestro Varese giocherà il Qualifying Round per l'accesso all’Eurolega 2013/2014. E' stata formalizzata ieri pomeriggio l'iscrizione al turno preliminare che mette in palio l'ultimo posto per la massima competizione internazionale: la società di piazza Monte Grappa ha accettato l'invito dell'Uleb a partecipare al torneo di qualificazione a otto squadre la cui vincente completerà il lotto delle 24 partecipanti alla prima fase della versione "terzo millennio" della vecchia Coppa dei Campioni. «Era un'opportunità ghiottissima per riportare il nome di Varese in tutta Europa - conferma il presidente del consorzio Michele Lo Nero - Giusto giocarci sul campo la possibilità di accedere al novero delle 24 migliori squadre d'Europa: se saremo più bravi di tutti sapremo guadagnarci questo grande traguardo, altrimenti giocheremo comunque l'Eurocup che rappresenta in ogni caso una bella vetrina». Varese proverà dunque a riaffacciarsi nell'Europa che conta 14 anni dopo l'ultima apparizione in Eurolega: era ancora la versione precedente a quella attuale griffata Uleb nella stagione 1999/2000, quella dei Roosters del post-scudetto della Stella, dopo l'edizione precedente giocata dalla squadra di Carlo Recalcati che raggiunse gli ottavi di finale. Ovviamente il fascino internazionale del club di piazza Monte Grappa è legato all'indimenticabile epopea della grande Ignis, che dal 1969 al  1979 disputò dieci finali consecutive di Coppa dei Campioni con cinque titoli europei celebrati con la recentissima iniziativa del "percorso Ignis" presentato soltanto la settimana scorsa a Palazzo Estense. Martedì l'Uleb ufficializzerà l'elenco delle otto partecipanti al torneo preliminare che dovrebbe svolgersi dall' 1 al 4 ottobre; la sede è ancora da definire, anche se non ufficialmente si parlava del Belgio come nazione ospitante (verosimilmente la città sarà Ostenda, una delle avversarie sul cammino della Cimberio). «Ci giocheremo le nostre carte facendo leva sulle forze disponibili senza investimenti specifici per l'evento - spiega Cecco Vescovi - L'auspicio è che questa ulteriore vetrina possa essere una opportunità importante anche per gli sponsor, confidando che il richiamo internazionale possa solleticare qualcuno». Di sicuro la partecipazione alle manifestazioni internazionali rende ancora più pressante la ricerca del nuovo vettore aereo dopo la scadenza dell'accordo di sponsorizzazione con Air One che possa fungere da partner commerciale del club biancorosso sia per le trasferte europee che per quelle nazionali, non trascurando anche i voli intercontinentali per gli americani e le loro famiglie. Una situazione sulla quale la società sta lavorando insieme alle altre operazioni di ricerca e rinnovo degli accordi in scadenza. L'incertezza sulla coppa europea da disputare ai primi di ottobre comporterà anche scelte da studiare in termini di campagna abbonamenti: Varese saprà infatti quale delle due manifestazioni avrà diritto di disputare a neppure due settimane dall'inizio del torneo internazionale. Resta allora ancora da capire se si verrà proposta una tessera stagionale unica comprensiva delle partite di campionato (pur con le prime due giornate in campo neutro) e coppa, oppure si valuterà una differenziazione tra le due manifestazioni, tenendo conto che l'eventualità dell'accesso in Eurolega dà la certezza ad almeno 8 partite casalinghe (le cinque della prima fase e le tre di Eurocup in caso di eliminazione al primo turno) contro le 5 dell'Eurocup. «Ci stiamo ancora ragionando, anche se l'idea è quella di chiedere ai nostri tifosi di dare fiducia alla società come avevano fatto a settembre 2012 i Sostenitori Più e prima dei playoff coloro che hanno sottoscritto i miniabbonamenti», afferma Michele Lo Nero.

Giuseppe Sciascia