LIVE BCL - Lezione del Tofas Bursa alla Nutribullet Treviso al Palaverde

LIVE BCL - Lezione del Tofas Bursa alla Nutribullet Treviso al Palaverde

Il netto favorito del girone J di Basketball Champions League Tofas Bursa, forte delle due vittorie nelle due gare di Top 16 disputate, arriva al Palaverde di Villorba per affrontare una Nutribullet Treviso al momento topico della roulette dei recuperi e davvero bisognosa di ottenere una vittoria propedeutica per proseguire la corsa nella competizione continentale. Palla a due ore 20:30, diretta Raisport.

1° quarto - Partenza ospite che lascia a secco i tiratori trevigiani nei primi due minuti: 0-6 e time out per TVB. I primi minuti continuano a essere un calvario, il Tofas ruba palla e va a segno due volte per uno 0-10 che tramortisce la squadra di casa, capace di segnare il primo canestro con Jones dopo 4 minuti. Un canestro che rompe il ghiaccio e la Nutribullet inizia a carburare, tripla di Sokolowski che dimezza il gap, 5-10 al 5′. Ma il Tofas si riprende subito e stronca le velleità di recupero trevigiane, due buone difese dei turchi concretizzate da Cook e Simmons, lunghi che hanno mani educate dalla distanza, immediato controbreak per il 5-17 che costringe ancora coach Menetti al time out al 7′. Al rientro Bortolani spara una tripla frontale (8-17). Troppi tiri forzati e palle perse condannano una Nutribullet che non riesce a trovare ritmo in attacco, ne approfitta il Tofas con facili contropiedi fino al +15 (8-23). L’ultimo tiro di Bortolani chiude il risultato al 10′ sul 10-23.

Nel secondo quarto i contropiedi del Tofas continuano a fare la differenza mentre in attacco TVB continua a faticare oltremodo schiantandosi contro la fisicità della squadra turca (9 perse all’intervallo). Yasar fa male da sotto e da fuori (12 punti all’intervallo con 5/5 dal campo), Ennis piazza la tripla e Bursa scappa finoa +19: 12-31 al 13′. Ancora Yasar fa male da sotto con un 2+1 che dà il +20 (14-34) agli ospiti. Il solo Bortolani con coraggio prova a risollevare le sorti, ma il Tofas è spietato e punisce ogni errore trevigiano e continua a dilatare il vantaggio  Giordano Bortolani è l’unica freccia che ha veleno per la difesa turca, altra tripla del giovane siciliano e coach Caki chiede time out sul 20-38 al 17′.Risponde Zubcic, altro lungo tiratore, con la tripla del nuovo +22 (20-42) che smorza gli entusiasmi al Palaverde. TVB vede il canestro sempre più stretto (25% dal campo nei primi 20′, contro il 63% degli ospiti), segna solo Bortolani (15 all’intervallo con 6/10) mentre il Tofas gioca con fiducia ruotando la sua panchina lunghissima e continua a martellare con canestri facili che abbattono il morale trevigiano: 24-46 all’intervallo per il Tofas.

Le aspettative dei tifosi alla ripresa delle ositilità vengono sopite dalla gran partenza del Tofas che condotta da capitan Ugurlu allunga ancora trovando sempre protagonisti diversi: 24-50  Sokolowski commette anche fallo intenzionale (in attacco) e TVB sprofonda a -30 con la tripla di Ugurlu (24-54 al 23′). Aaron Jones segna il suo primo canestro, poi anche Russell muove la retina per la prima volta, ma Zubcic e compagni continuano a trovare canestri indisturbati dalla lunga approfittando di una Nutribullet con le energie al lumicino e le rotazioni giocoforza ridotte. Zubcic continua a martellare da tre punti e nel pitturato, poi anche Sheperd dopo aver fatto segnare i compagni si mette in proprio per l’impietoso 30-68 al 26′ Coach Menetti getta nella mischia anche Leonardo Faggian. Al 30′ è 35-74.

L’ultimo quarto è un lungo “garbage time” (ampio spiazio anche per il giovane Vettori) che non rende meno amara la pillola di un match dove la Nutribullet TVB non è mai riuscita ad entrare in partita, pagando gli sforzi di una settimana infernale affrontata con organico ridotto.  Ora si penserà a ricaricare le pile per l’ultimo match pre-sosta, l’importante trasferta di Reggio Emilia per il campionato. In Champions dopo questo ko il cammino si complica per la squadra di coach Menetti che però, visto il rinvio della prima giornata, avrà quattro partite davanti per recuperare terreno e puntare a rientrare nei giochi per la qualificazione. Finisce 51-92.