Serie B - Crema all'esame della bestia nera Lecco

27.01.2018 08:57 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 69 volte
Serie B - Crema all'esame della bestia nera Lecco

È troppo presto per parlare di spareggio, ma lo scontro di domenica tra Crema e Lecco gli assomiglia parecchio. In palio il terzo posto della graduatoria, che in virtù degli scontri diretti Lecco conquisterebbe espugnando il PalaCremonesi.
Il colpo esterno di Lugo ha sicuramente giovato al morale della truppa di Salieri e fatto per una domenica dimenticare l’emergenza infortuni, che resta però purtroppo estremamente attuale.
L’avversaria di giornata è di quelle che non perdonano alcuna debolezza; Lecco è squadra vera, con un roster profondo e qualitativo nonostante l’infortunio di Quartieri.
La formazione di Massimo Meneguzzo, allenatore espertissimo della categoria, appare completa e ben equilibrata, incassando poco più di 68 punti ad incontro e mettendone a segno più di 72.
Lecco è la formazione che tira meglio da tre punti, realizzando da oltre l’arco con il 36%, riuscendo a contenere gli attacchi avversari al 47% da due ed al 33% da tre. Positivo anche il saldo delle carambole, con i biancazzurri che catturano 37 rimbalzi di media lasciandone solo 32 alla concorrenza.
Il sontuoso asse pivot-play formato da Maccaferri e Balanzoni, con il centro ex Varese miglior marcatore dei suoi con quasi 16 punti a partita, rappresenta la spina dorsale della squadra di Meneguzzo, pericolosa anche con i 209 centimetri dell’ala/centro Spera, nove rimbalzi a partita. Più di dieci punti di media anche per l’ala Cacace, che con il classe 97 Solazzi completa il quintetto titolare. Alternativa di lusso il play/guardia Fabi, 20 punti contro Forlì.
Consapevole delle difficoltà Stefano Salieri:”Lecco è una delle squadre più complete e forti del campionato. In panchina il valore aggiunto è coach Meneguzzo che con la sua esperienza e la sua capacita ha dato un' impronta vincente a tutto l'ambiente. Con Costa e Sollazzi hanno fatto due inserimenti di grande qualità. Da parte nostra, la vittoria di Lugo ha dato nuove energie e regalato ulteriori certezze ad un gruppo che lotta sempre e si batte con orgoglio, pur ridotto all'osso e senza rotazioni. A metà settimana ha ripreso a lavorare con la squadra Peroni e domenica a due mesi dal grave infortunio patito con Rimini sarà in panchina. Inutile aggiungere che servirà una grandissima prova di tutti e in particolare dovremo reggere a rimbalzo per giocarci la partita fino in fondo. Dopo la vittoria di Lugo serve un ultimo sforzo per raggiungere i playoff e dovremo provarci con convinzione contro ogni avversario."
Intanto in casa Crema piove sul bagnato; anche Amanti è in forte dubbio per domenica a causa di una distorsione alla caviglia rimediata nel l’allenamento di giovedì.
Tornando ai prossima avversari di Paolin e compagni, la statistica più impressionante riguarda i precedenti, che vedono Lecco sempre trionfante al PalaCremonesi.
Per contro, Maccaferri e compagnia non vincono lontani dal Bione dal 25 novembre, quando espugnarono il parquet di Olginate. Da allora, quattro sconfitte in trasferta, le ultime contro Cento e Piacenza.