EuroLeague - Milano resiste alla rimonta del Baskonia e sbanca Vitoria. Decisivo Theodore

Theodore segna il canestro della vittoria e regala il secondo successo di seguito a Milano
19.01.2018 23:00 di Fabrizio Fasanella Twitter:   articolo letto 3350 volte
EuroLeague - Milano resiste alla rimonta del Baskonia e sbanca Vitoria. Decisivo Theodore

Seconda vittoria consecutiva per Milano (6-13), che espugna la Fernando Buesa Arena al termine di un finale al cardiopalma. L’Armani Exchange muove bene la palla e controlla il ritmo della partita per circa 35 minuti, toccando anche le 13 lunghezze di vantaggio. Un antisportivo fischiato a Micov a meno di 3 minuti dal termine, però, dà una spinta in più al Baskonia (8-11), che porta avanti un parziale di 9-1 per pareggiare i conti. Vitoria mette addirittura la testa avanti grazie a un ottimo Beaubois (13 punti), ma Theodore (16 punti, 4 rimbalzi, 8 assist e 3 palle rubate) penetra e firma il canestro della vittoria a 6 decimi dalla fine. Shengelia (17 punti e 12 rimbalzi), nell’ultima azione, manca di un soffio l’alley-oop (dalla rimessa) del +1 e l’Olimpia può festeggiare meritatamente un tiratissimo successo esterno. Da sottolineare anche le prove di Goudelock (16 punti) e Gudaitis (12 punti e 7 rimbalzi).

 

IL PRIMO QUARTO – Dopo il canestro di Theodore, il Baskonia piazza un 9-0 di parziale grazie a Beaubois (5 punti), Shengelia e Poirier: timeout chiamato da coach Pianigiani. Milano muove bene la palla e Theodore segna con il fallo, Huertas scrive 2 e Kuzminskas accorcia in transizione con un and-one. Quindi Micov pareggia i conti e firma il +3 con due “bombe” consecutive: l’Olimpia c’è. Vildoza, in uscita, ricuce a -1, Theodore buca la retina dall’arco, Goudelock lo imita e Voigtmann realizza: 19-22 al termine del quarto d’apertura.

IL SECONDO QUARTO – Jones apre il periodo con una tripla, Gudaitis mette due canestri in fila e Kalnietis risponde al guizzo di Vildoza. Quindi Voigtmann fa centro dall’arco e Bertans buca l’area con una penetrazione fulminea. L’attacco milanese continua a funzionare in modo quasi perfetto, con Bertans che si alza da tre e Jerrells che penetra facilmente (29-35 a metà frazione). Voigtmann, ancora, tiene in vita Vitoria con un’altra tripla, Gudaitis non trema dalla lunetta (+5 Armani), Goudelock segna da tre e Kuzminskas firma il +6 in tap-in. L’Armani muove la palla e ha fiducia: Kuzminskas si alza dalla lunga distanza per il +9 (36-45) a 1 minuto dalla fine del secondo quarto, il Baskonia perde palla e Tarczewski schiaccia a due mani. 36-47 all’intervallo per gli ospiti. Molto male in difesa la truppa di coach Martinez.

IL TERZO QUARTO – Timma realizza da tre, Micov assiste con uno splendido passaggio la schiacciata di Tarczewski, Poirier accorcia in semi-gancio e Shengelia schiaccia in contropiede in seguito a una palla persa di Theodore: 43-49. Quindi Goudelock infila una gran tripla per il +9 Armani, Granger risponde con la stessa moneta e Micov realizza dall’arco: i biancorossi sono avanti di 10 a 5’40’’ dalla fine della frazione. Poi Tarczewski segna col fallo in transizione per il +12 a metà, Shengelia fa 1/2 dai liberi e Granger accorcia in step-back (-8). Jerrells, nell’azione successiva, mette una “bomba” dall’angolo, Gudaitis scrive 2 da sotto (+13) e Granger prova a tenere a galla i suoi con un tiro dall’arco. Con 1’40’’ sul cronometro, Jerrells commette un antisportivo che manda Shengelia sulla linea della carità: 56-65 per le Scarpette Rosse al trentesimo.

IL QUARTO QUARTO – Janning accorcia a -6 dalla lunga distanza ma perde una palla banale poco dopo (guizzo in contropiede di Bertans). Theodore, quasi allo scadere dei 24’’, si inventa una clamorosa tripla da 8 metri per il +11 Olimpia e poi fa 2/2 dalla lunetta. Beaubois prova a ricucire con una tripla, Jones scrive 2 in seguito a una palla persa milanese e Granger, in tap-in, sigla il -6 a metà frazione: il Baskonia non è morto. Goudelock, a questo punto, infila un canestro importantissimo, Shengelia replica con un and-one, Gudaitis fa 2/2 (68-76) e Micov commette un (dubbio) fallo antisportivo. Granger, di conseguenza, accorcia a -6 dalla lunetta e Shengelia firma il -4 a poco più di 2’ dal termine. Timma buca la retina dall’arco, Shengelia schiaccia e Vitoria pareggia incredibilmente i conti a quota 77 (1’30’’ sul cronometro). Goudelock subisce un fallo di mestiere e mette 3 tiri liberi, Beaubois pareggia con una tripla in uscita dal timeout e Theodore fa 1/2 dalla linea (80-81, 40’’). Nell’azione successiva, Beaubois sorpassa con un gran canestro in penetrazione, ma Theodore si butta dentro e firma il +1 con 6 decimi sul cronometro. Infine, Shengelia sbaglia di un millimetro il canestro (in alley-oop dalla rimessa) della vittoria. Vince Milano 82-83. 

 

EuroLeague, Round 19: Baskonia Vitoria – AX Armani Exchange Olimpia Milano 82-83 (19-22, 17-25, 20-18, 26-18)

Vitoria: Vildoza 4, Timma 6, Voigtmann 10, Huertas 2, Beaubois 13, Janning 3, Diop n.e., Granger 15, Poirier 7, Jones 5, Shengelia 17, Garino n.e.

Milano: Goudelock 16, Micov 9, Pascolo n.e., Kalnietis 2, Tarczewski 6, Kuzminskas 10, Cinciarini 0, M’Baye 0, Theodore 16, Bertans 7, Jerrells 5, Gudaitis 12.