LBA - Fortitudo Bologna, Dalmonte "Dobbiamo fare qualcosa di speciale"

18.04.2021 09:02 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LBA - Fortitudo Bologna, Dalmonte "Dobbiamo fare qualcosa di speciale"

Presentazione della trasferta al Taliercio contro l'Umana Reyer di domenica 18 aprile per il coach della Fortitudo Bologna Luca Dalmonte.

Venezia 1. Siamo consapevoli della forza dell’avversario, ma dobbiamo anche essere consapevoli del nostro momento a tutto tondo: classifica, roster, tutte cose che devono darci motivazioni in più. Domani è una occasione, anche nelle modalità in cui andremo ad affrontare la partita. E, in assenza di giocatori, sarà necessario girare la visione in opportunità.

Withers. E' al rientro, ma è un mese di fatto che non si allena e quindi andrà dosato con criterio non solo domani ma anche nei prossimi giorni per non appesantire un giocatore che ha avuto un problema che gli ha tolto ritmo.

Hunt. Saremo senza Dario, che verrà ricontrollato all’inizio della settimana prossima. Ma tutto questo è cronaca, e saranno opportunità per chi li sostituirà.

Venezia 2. Giochiamo contro una squadra che ha anche essa problemi di infortuni, ma che ha roster che negli ultimi anni ha sempre giocato per vincere un titolo e ci è riuscita. Squadra quadrata, che si conosce perfettamente, che sa come distribuire le proprie risorse, e che può cambiare fisionomia nel corso dei quintetti.

Letture. La nostra dovrà essere una lettura semplice e il più efficace possibile, avremo compiti difensivi e offensivi da perseguire per cercare vantaggi. Le idee dovranno essere molto chiare e contenute per essere efficienti. Sappiamo che loro potranno fare 3-2, sono una delle poche squadre che lo fanno sistematicamente, e noi dovremo essere capaci di leggere le loro difese.

Totè, ora da 4, ora da 5. Sta tutto dentro il contenitore delle necessità e delle opportunità. Dovrà essere bravo e forte in una situazione dove ha già giocato, dovrà rivedere spazi e competenze sia offensive che difensive. Spero che continui a smentire chi dice che può fare solo il 4, o il 5, perchè dovrà essere efficace in campo al di là del ruolo. Fanculo a scusanti o alibi, non si parli di ruolo o minuti, ma si vada in campo anche solo per 3′ stancandosi come se fossero 40. Oggi dobbiamo fare qualcosa di speciale, è necessario, e se non lo comprendiamo non produrremo quel che serve. Fregandosene delle abitudini precedenti, che potrebbero non essere sufficienti. E questo vale per tutti, io per primo. E vale anche per chi è in panchina, che dovrebbe mordere i rotori e far sentire il proprio appoggio alla squadra.