Virtus Bologna, l'agente di Gigli: «Lui vuole restare»

Il procuratore del lungo della Virtus è intervenuto questo pomeriggio ad una trasmissione radiofonica bolognese precisando le volontà del suo assistito
14.06.2013 20:13 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
Fonte: www.bolognabasket.it
Angelo Gigli
Angelo Gigli

Gianluca Duri, procuratore di Angelo Gigli, ha parlato questo pomeriggio a Radio Nettuno.La situazione del giocatore, in questi giorni dove in Virtus sono partiti ricorsi alla Fiba per pagamenti di arretrati? “Apprendo queste cose dalla stampa, evidentemente qualcuno in passato ha vantato crediti e li vanta ancora nei confronti della società. Sappiamo che c’è qualche
sofferenza, né più né meno che in altre società, ma abbiamo fiducia che la cosa venga gestita nel miglior modo possibile. Me lo auguro, ci aspettiamo a breve un incontro con il management virtussino. Le date? E’ tutto legato alla prosecuzione del rapporto. Abbiamo un contratto anche per il prossimo anno, Angelo aveva scelto così per restare in una realtà unica in Italia, vorrebbe restare e rinverdire almeno i risultati di due anni fa dopo questa annata più complicata. Ci sono escape a favore della società e poi a favore nostro, speriamo di sentirci prima di arrivare a ridosso della data con un po’ di spirito collaborativo. Quando ci
sentiremo? Mi sembra che la Virtus ora stia facendo importanti passaggi di consegne, c’è un nuovo GM che è un grande professionista (ma anche il vecchio aveva fatto un eccellente lavoro, specie due anni fa, e lo ringraziamo così come Finelli perché Angelo ha avuto una grande possibilità), speriamo in sviluppi e contatti importanti nella prossima
settimana”
Si è parlato di interessi da parte di Reggio Emilia, realtà dove Gigli è cresciuto. “E’ una cosa che rimbalza da varie settimane. Il rapporto che Angelo ha con la città e la società reggiana è quasi embrionale, sia come giocatore che come uomo, lì è nato e cresciuto. E’ una società seria, e noi siamo contenti che la serietà venga premiata, ma da qui a dire che ci
possa essere qualcosa, anche solo una bozza di offerta è lunga. Se la Virtus facesse marcia indietro, allora non vedo perché non la dovremmo considerare, è quasi una grande e rispetta gli impegni, roba non automatica oggi come oggi. Alternative tipo Sassari? Non ci pensiamo, ora abbiamo un contratto in essere con la Virtus e vorremmo continuare, facendo tecnicamente una stagione importante. Poi le tempistiche ci vedono tranquilli, il mercato non si sta muovendo poi tanto. Non abbiamo ora delle alternative numero uno o due, pensiamo alla Virtus, poi vedremo”