A2 Femminile - L'Alperia Bolzano cerca di fermare l'ascesa del Giants Marghera

24.01.2020 15:50 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A2 Femminile - L'Alperia Bolzano cerca di fermare l'ascesa del Giants Marghera

Dopo lo la pausa osservata nella seconda giornata, il Basket Club Bolzano torna in campo contro il Giants Marghera che sembra aver ritrovato lo smalto dei giorni migliori e dopo un girone di andata senza punti è ora reduce da due importanti vittorie.
La prima contro la diretta concorrente Vicenza (53-62) e la seconda addirittura contro Castelnuovo (62-54) che la guarda dall’alto dei suoi 18 punti.
Squadra quindi in netta crescita e in fiducia, capace di sbloccarsi anche senza la loro stella, la play-guardia argentina, Gisel Villarruel, assente oramai da qualche giornata.
All'andata era finita 49 a 55 con Fall e Nasraoui a 12 punti seguite da Trehub con 11, mentre per le padrone di casa le più prolifiche in attacco erano state Villarruel 13 e Castria 11.
Per riuscire a pronosticare senza incertezze il verdetto della partita, che si giocherà sabato alle 20:30 al PalaMazzali, non sarà sufficiente guardare al ranking delle due squadre e fondamentale per le bolzanine sarà soprattutto non sottovalutare l’impegno e l’avversaria solo in virtù dei punti, fatto che già a Mantova è costato caro.
Negli ultimi 10 giorni coach Sacchi ha avuto qualche problema aggiuntivo e se Safy Fall è rimasta ferma una settimana per l’influenza, durante l’allenamento di martedì si è aggiunta la probabile distorsione al ginocchio di Alexia Desaler. Questo l’esito dei primi accertamenti medici, mentre si attende per il tardo pomeriggio di venerdì il consulto dello specialista Florian Perwanger di Orthoplus.
Il prepartita di coach Roberto Sacchi: “Marghera arriva da due vittorie consecutive, la prima a Vicenza e l'ultima di prestigio contro Castelnuovo dominando per tutta la partita.
Si tratta di una squadra molto giovane, consapevole del ruolo che avrebbe avuto ma che nel corso del campionato è cresciuta e sta crescendo molto, ha preso consapevolezza dei propri mezzi e giocando senza pressioni è riuscita anche a fare risultati.
Ha ottime individualità come Grattini, Camporeale, Castria, ma è il loro gioco di squadra fatto di difesa aggressiva e velocità di esecuzione in attacco che le rende sempre imprevedibili e pericolose, ricordando che hanno vinto due partite con la loro straniera fuori per infortunio.”