A2 F - Selargius cade all'ultimo tuffo a Crema

04.02.2018 19:00 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 87 volte
A2 F - Selargius cade all'ultimo tuffo a Crema

Ancora una sconfitta sul filo di lana per il San Salvatore Selargius, che dopo 40 minuti di battaglia esce sconfitto di un solo punto dal Palazzetto Cremonesi di Crema (54-53).

 

LA GARA – Dopo le prime schermaglie, Crema prova ad accelerare portandosi sul +5 (12-7) con due tiri liberi realizzati da Rizzi. Il San Salvatore però è presente in partita e impatta a 14 grazie alla tripla mandata a segno da Laccorte. Il lay-up di Cerri consente però alla Tec-Mar di presentarsi in vantaggio alla prima sirena.

 

In avvio di secondo periodo le lombarde piazzano un mini break di 5 punti che le fa raggiungere il +7 (21-14). Le giallonere, in difficoltà, affondano fino al -10 (canestro di Capoferri per il 30-20), ma Fabbri e ancora Laccorte consentono alla formazione di Staico di rosicchiare qualche prezioso punticino all’intervallo lungo (33-26 Crema).

 

Al rientro in campo Nori spinge ancora avanti le sue riportandole in doppia cifra di vantaggio (37-27). Il San Salvatore dimezza ben presto il distacco con Gagliano (40-35). Nella fase finale del terzo quarto la situazione torna definitivamente in equilibrio, con Crema che conserva un solo possesso di margine sulle selargine al 30’ (liberi trasformati da Mura per il 42-40).

 

Le giallonere trovano la parità nelle battute iniziali dell’ultimo quarto con un canestro di Rondinelli, ma Crema reagisce mettendo in piedi un parziale di 10-0 che la riporta saldamente al comando (52-42). Sembra finita, ma il San Salvatore ne ha ancora: Cordola interrompe l’emorragia, Laccorte infila la bomba che regala nuova speranza, e ancora la lunga piemontese rimette tutto in discussione a un minuto e mezzo dal termine (52-50). La partita si fa sempre più incerta: un fallo tecnico comminato a Benic con 13 secondi sul cronometro dà al San Salvatore l’opportunità di pareggiare i conti, ma le giallonere, nonostante il libero trasformato da Lussu, non riescono nell’impresa e incassano la quinta sconfitta consecutiva.

 

Tec-Mar Crema-San Salvatore Selargius 54-53

Crema: Nori 9, Togliani, Benic 9, Parmesani 5, Caccialanza 2, Visigalli, Mandelli, Capoferri 12, Cerri 5, Rossi, Rizzi 12, Moro. Allenatore: Maccarana

San Salvatore: Cordola 9, Mura 3, Arioli 6, Fabbri 7, Lussu 7, Melis, Pinna, Gagliano 9, Laccorte 8, Rondinelli 4. Allenatore: Staico

Parziali: 16-14; 19-12; 7-14; 12-13

Arbitri:Alessio Chiarugi di Pontedera (PI) e Davide Cirinei di San Vincenzo (LI)