A2 - Napoli vince contro una Udine mai doma e si conferma capolista

28.04.2021 22:26 di Gabriele Trama   Vedi letture
A2 - Napoli vince contro una Udine mai doma e si conferma capolista
© foto di Napoli Basket

La sfida del Palabarbuto va a Napoli che vince 71-63 contro la Pallacanestro Udinese. Una partita a due facce, con il primo tempo dominato da Napoli che ha la sua solita arma preziosa nella difesa tattica disegnata dal coach Pino Sacripanti. Nel secondo tempo invece è la formazione friulana che ha la meglio con i parziali del quarto periodo che la avvicinano a pochi punti dai partenopei.

L’uomo partita è certamente Jordan Parks autore di 26 punti, alcuni dei quali spettacolari, come suo solito e che ritroveremo certamente nella Top10 di LNP di questo turno.  Sulla sponda bianconera è invece Johnson l’uomo che trascina i suoi con 6/10 da 3 in 30 minuti di gioco.

La partita inizia bene per Napoli con Lombardi e Parks che segnano i primi punti ma la tripla di Johnson prima e la schiacciata di Nana Foulland poi fanno capire che sarà certamente una partita spettacolare. Il numero 11 in maglia azzurra segna una tripla, seguita da quella di Giuri per la squadra di coach Boniciolli. Al sesto minuto spettacolare canestro da tre in uscita dai blocchi di Josh Mayo con ulteriore fallo subito. L’americano è più volte in difficoltà durante la partita per una difesa a uomo molto stretta da parte degli avversari, memori della finale di coppa italia. Da segnalare per Udine la presenza di Amato, giovane prospetto nazionale, che rientra in squadra dopo un intervento al rachide lombosacrale. Al tabellino per Napoli poi si iscrivono anche Sandri, Uglietti e Monaldi entrati dalla panchina con un break per la squadra di casa di 11-2. Il primo quarto vede Napoli guidare il match 22-13.

Si riprende il gioco con Iannuzzi che sotto i ferri segna quasi subito per Napoli, Udine sembra non rispondere ai colpi avversari seppur la partita entra in confusione con degli attacchi sbagliati da entrambe le parti. Da sottolineare l’ingresso dalla panchina di Schina che in difesa neutralizza quasi il gioco di Mayo. Gli attacchi si riversano sui pivot, con Iannuzzi che sbaglia nuovamente mentre Foulland segna dall'altra parte. Si entra in un altro momento del match dove nessuno segna per due minuti. Viene chiamato un timeout e si torna in campo con Napoli in attacco e una schiacciata spettacolare di Jordan Parks, protagonista assoluto della partita. Nel finale segna Lombardi e poi Mayo da tre, il tempo finisce con una bella tripla da rivedere di Andrea Amato.

Si va all’intervallo con il punteggio incredibilmente basso di 31-22.

Si ricomincia con Napoli che non riesce a concludere due azioni per palle perse. De Angeli e la tripla di Antonutti da una parte trovano la risposta di Parks e la tripla di Mayo. Poi ancora un tiro dalla lunga distanza di Amato e Antonutti da due. Al settimo minuto succede di tutto, ancora ottima difesa di Napoli con una stoppata di Zerini che fa partire un contropiede dove Parks segna con fallo. La partita diventa incandescente con Boniciolli che urla “nemmeno uno” all’arbitro (lamentandosi di un fallo non fischiato) e si prende un fallo tecnico. Per calmare gli animi lo stesso coach chiama timeout e si riprende con Napoli in attacco. Gli ultimi due punti di Johnson servono a poco. Il terzo quarto si conclude 50-35 per i partenopei.

Nell’ultimo tempo è Udine a prendere le redini della gara e provare una rimonta. Tripla bellissima di Johnson, ma dall’altra parte rispondono Parks e Monaldi. Al quarto minuto Napoli è avanti 61-46 ma un parziale di 13-0 per gli ospiti con Amato e i due americani portano a due punti di distacco i friulani. Mayo alla fine segna una tripla e riallontana momentaneamente Udine, viene poi fischiato timeout e i bianconeri rientrano con un quintetto di piccoli con Italiano in ala e Antonutti sotto il canestro. Quest’ultimo subisce fallo a un minuto dalla fine e ne segna uno su due. Ma dall’altra parte un maestoso Parks parte dalla lunetta e schiaccia il 66-60. Ribaltamento di fronte e Jonhson da tre la mette nella retina: a trenta secondi dalla fine 66-63!

Gli ultimi possessi vengono decisi dal capitano di Napoli Diego Monaldi che infila una tripla e Jordan Parks che chiude i giochi con il punteggio di 71-63 da miglior realizzatore della serata del Palabarbuto.