LBA - Pesaro, la dirigenza VL contesta l'operato degli arbitri: "Questa sera superato il limite"

04.04.2021 09:15 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
LBA - Pesaro, la dirigenza VL contesta l'operato degli arbitri: "Questa sera superato il limite"

Il DS Cioppi e Luciano Amadori sono intervenuti dopo la sconfitta della Carpegna Prosciutto VL Pesaro sulla De'Longhi Treviso Basket.

Cioppi: "Coach Repesa non è riuscito a venire in conferenza stampa perché era molto deluso dal trattamento ricevuto dagli arbitri nei suoi confronti nel finale di gara, e anche perché questo gli ha provocato un piccolo malessere. Per questo ha preferito mandare me in conferenza stampa, indicandomi di spiegare cosa è successo nel secondo tecnico. Eravamo a meno di un minuto dalla fine e siamo stati richiamati perché il minuto di timeout era troppo lungo. Come da regolamento, l'arbitro ha chiesto al coach in quale metà campo voleva la rimessa. Il coach gli ha detto: "secondo te dove la voglio la rimessa?". E l'arbitro gli ha richiesto dove volesse la rimessa. Il coach ha risposto "in attacco". L'arbitro ha detto "grazie". Il coach ha risposto "prego" ed ha preso il secondo tecnico. Questa è una mancanza di rispetto mostruosa nei confronti di un qualunque tesserato. Un atto di prepotenza da parte di chi conduce la partita con il fischietto, poi nei confronti di un allenatore importante e corretto come Repesa. Credo che sia molto molto grave. Il coach mi ha chiesto di sottolineare il tipo di trattamento ricevuto nel finale".

Amadori: "Non vengo mai in conferenza stampa perché non credo sia corretta la mia presenza qui. Questa volta bisogna che vengo io, perché è giusto che una società con più di 70 anni di storia venga rispettata. Dovete sapere che nelle ultime due/tre partite, il giorno successivo abbiamo sempre ricevuto le scuse da parte dei capi degli arbitri per l'arbitrato avuto. Ma questo ci sta, può succedere. Fa parte del gioco. Però io credo che una partita ben arbitrata è quando l'arbitro non si vede, e questa sera si sono visti solamente loro: è una cosa incresciosa. Qui nessuno ha mai offeso un arbitro. Non è ammissibile che l'arbitro si giri verso il pubblico sfindandolo. Non è una cosa accettabile. Mi dispiace molto per i tifosi, faremo di tutto per essere tutelati. Credo che questa sera abbiano superato il limite".