UFFICIALE A1 F - Sofia Frustaci è una nuova giocatrice del Basket Le Mura Lucca

UFFICIALE A1 F - Sofia Frustaci è una nuova giocatrice del Basket Le Mura Lucca


Il comparto delle esterne del Basket Le Mura Lucca si arricchisce di una nuova preziosa pedina. Reduce da una bella stagione in A2 con la Nico Basket, la guardia Sofia Frustaci approda nel club biancorosso, tornando così a disputare il massimo campionato italiano a distanza di due stagioni dalla precedente esperienza con Costa Masnaga. Classe 2001, la cestista comasca nello scorso campionato ha sciorinato 10,4 punti (con il 57% da due e il 35% da tre), 4,9 rimbalzi e 1,7 assist di media entrando alla perfezione nei meccanismi tattici di coach Luca Andreoli che ritroverà nella città dell’arborato cerchio.

Cresciuta nella Mariano Comense, Sofia Frustaci è passata successivamente al Basket Costa Masnaga fornendo un grande contributo alla storica promozione in A2 nel 2018-2019 del team lecchese. Fu infatti suo il canestro decisivo nella gara-2 della finale playoff del girone nord contro Alpo Villafranca che spalancò le porte del massimo torneo italiano della palla a spicchi al club rossonero. Dopo il debutto in A1 con Costa Masnaga nel 2019-2020, Frustaci ha disputato una parte di quel campionato in A2 con Carugate prima dello stop definitivo a causa dell’esplosione della pandemia di Covid-19. Alta 1,76, Sofia vanta anche delle presenze con le selezioni giovanili azzurre come testimoniato dalla sua partecipazione ai mondiali under 17 del 2018.

Giocatrice che può contare su una certa esperienza di gioco importante nonostante la giovane età, Sofia Frustaci fa dell’esplosività fisica e della tecnica i suoi punti di forza. Cestista in grado di correre in campo aperto, una peculiarità tattica del nuovo corso biancorosso, la classe 2001 può punire le difese avversarie in vari modo; dall’arresto e tiro per arrivare anche a soluzioni nel pitturato, grazie ad una prolifica reattività a rimbalzo e alle sue lunghe leve che le permettono di sopperire al gap in centimetri rispetto alle ali rivali. Altro tassello importante del proprio bagaglio tecnico è la sua capacità di spaziare le letture di gioco.

Anche a livello difensivo la cestista comasca fornisce sempre un grosso apporto nell’economia della squadra. I margini di crescita di Frustaci, che si propone come un elemento in grado di uscire dalla panchina portando una bella dose di intensità sul parquet, devono riguardare la ricerca di una maggiore continuità nell’arco della partita. Il tempo, comunque, è dalla parte della guardia lombarda, pronta a regalare una bella stagione al pubblico lucchese assieme alle sue nuove compagne.