A2 Femminile - Alpo Basket torna al successo a Mantova

25.10.2020 13:59 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A2 Femminile - Alpo Basket torna al successo a Mantova

Torna al successo Drain by Ecodem Alpo che supera con autorità in trasferta il Basket 2000 San Giorgio Mantova (74-82). Le biancoblu hanno condotto nel punteggio per 40 minuti su 40, con una “Nasti” Conte da 25 punti e 22 di valutazione.

Primo quarto a senso unico con le veronesi che, finalmente, hanno un ottimo approccio al match partendo 0-8, di cui 5 messi a segno da Reani. Dopo nemmeno 4 minuti di gioco l’Alpo Basket è già in doppia cifra di vantaggio (3-14) dopo i cesti di Vitari (da tre) e di Conte. Dell’Olio mette la tripla del +12 (5-17), Dzinic spreca qualche libero di troppo (3/6) e Mantova risale fino al -6 con Bernardoni (17-23). Nel secondo quarto MantovaAgricoltura entra in partita grazie alla tripla di Monica (22-23), la squadra di coach Soave non si scompone e torna sul +8 dopo il tiro pesante di Vitari (25-33). La solita Monica permette alle padrone di casa di tornare a -3 (30-33) ma il finale di tempo delle biancoblu è da grande squadra: 0-7 di break e riecco la doppia cifra di vantaggio ospite (30-40 all’intervallo lungo).

Nel terzo quarto il punteggio rimane alto con Drain by Ecodem che rimane con le redini del match in mano. Dell’Olio e Monica mettono punti importanti, Marchi sigla il -6 (37-43) ma la tripla di Conte ristabilisce le distanze (37-46). L’Alpo accelera ancora approfittando anche del fallo tecnico fischiato a coach Borghi: Reani mette il libero del +14 (39-53) ma le lombarde hanno carattere e rispondono con un 10-2 chiuso dal cesto di Llorente che le riporta a -6 (49-55). La contro-risposta della squadra di Nicola Soave dice di nuovo 0-7 (tripla di Coser, tiro in sospensione di Vespignani e 2/2 ai liberi di Mosetti) e il quarto si chiude sul 49-62 esterno. In apertura di quarto periodo arriva il massimo vantaggio della serata con la solita Conte (49-64), l’Alpo non alza le mani dal manubrio e mantiene il +14 sino a poco più di 3 minuti dalla sirena (59-73). Dall’altra parte però le sangiorgine producono l’ultimo sforzo sino ad arrivare addirittura al -5 (72-77) al termine di un parziale di 13-4. Nell’ultimo minuto l’Alpo non è infallibile dalla lunetta (5/8) ma il verdetto non è mai in dubbio e le veronesi possono così festeggiare al suono del gong (74-82).