A1 Femminile - Il Fila espugna Sassari dopo una lunga battaglia

09.01.2021 21:00 di Redazione Pianetabasket.com   Vedi letture
A1 Femminile - Il Fila espugna Sassari dopo una lunga battaglia
© foto di Federica Senes

Il Fila torna dalla lunga trasferta di Sassari con un successo sofferto, ma importantissimo. Prive dell'infortunata Filippi, le Lupe devono sudare le proverbiali sette camicie per avere la meglio sulla Dinamo ed espugnare il PalaSerradimigni. Alla fine, dopo una gara combattutissima che dal 17' al 39' non ha fatto mai registrare un vantaggio superiore al singolo possesso, le giallonere conquistano la loro terza vittoria consecutiva in campionato, e si portano a casa due punti che consentono di agganciare per il momento Geas e Costa Masnaga al sesto posto in classifica.

1° QUARTO. C'è Toffolo in quintetto per le Lupe, al posto proprio di Filippi, out dopo la botta al ginocchio rimediata con Lucca. I primi punti dell'incontro portano la firma di Pasa, subito imitata da Sulciute che poco dopo realizza anche lo 0-6. A sbloccare le padrone di casa ci pensa Burke, autrice di 5 punti in fila che, uniti alla tripla di Calhoun, valgono al 6' il pareggio a quota 8. Arriverà anche il sorpasso per le sarde con la stessa Calhoun (12-10 all'8'), anche se subito c'è la risposta col gioco da tre punti di Fietta. A chiudere il primo quarto avanti di un'incollatura sono proprio le Lupe, grazie alla bomba di Anderson che fissa il 15-17.

2° QUARTO. Si riparte con un'altra tripla, stavolta a firma di Fietta, e poi col buon movimento di Pasa le Lupe salgono sul 17-22. Le americane di Sassari sono in gran giornata (portano la loro firma 18 dei primi 20 punti sardi), ma anche il Fila attacca bene, e grazie ai 5 punti di Sulciute sale sul 20-29 al 14', massimo vantaggio dell'incontro. La risposta è firmata Mataloni, autrice addirittura di 10 punti consecutivi che riportano la Dinamo a -1: 30-31. Nel frattempo per il Fila piove sul bagnato, perché a causa di una storta alla caviglia deve temporaneamente uscire anche Toffolo, che comunque nella ripresa stringerà i denti e chiuderà con 8 rimbalzi (di cui 5 offensivi) e una marea di palloni sporcati. Il vantaggio, seppure minimo, rimane giallonero con Sulciute (già 13 punti per lei al 20') e Anderson: 34-35 il punteggio a metà gara.

3° QUARTO. La ripresa comincia proprio nel segno di Anderson, ma coi primi punti di Fekete le padrone di casa impattano di nuovo a quota 37. Poi Mataloni realizza la sua terza tripla (tante quante quelle fatte registrare in tutto il resto del campionato), per il sorpasso sul 40-39. La replica immediata è ancora di Anderson, a cui segue il recupero e contropiede di Ciavarella. Ma il secondo tempo è tutto un botta e risposta, e il 5-0 di Calhoun e Fekete vale il 45-43. È una frazione equilibratissima, non a caso dopo i canestri di Burke e Sulciute si va all'ultima pausa ancora in parità, sul 48-48.

4° QUARTO. Con Pertile le padrone di casa si portano sul +3 (53-50), in avvio di un quarto periodo ancora più tirato dei precedenti. L'ottima Pasa (nuovo massimo in A1 per lei con 19 punti) ritrova ancora la parità sul 55-55. La tripla di Cantone è importante per le padrone di casa, ma Sulciute ci mette una pezza con 4 punti consecutivi, che valgono il nuovo sorpasso: 58-59 al 36'. Poi Toffolo realizza il 61-63, imitata ancora da Pasa che con un canestro allo scadere dei 24" tiene avanti le sue: 63-65 per iniziare gli ultimi 2'. È il momento decisivo: l'entrata di Fietta riporta lo scarto sopra il singolo possesso dopo una vita (63-67), anche se Pertile replica in maniera rapida. A 36" dalla fine ecco la tripla del 65-70 di un'immensa Sulciute, autrice alla fine di 27 punti (anche per lei nuovo record nella A1 italiana), 7 rimbalzi e 5 assist in 40'. C'è ancora da sudare, perché sul 67-72 alla stessa Sulciute viene fischiato un antisportivo, e dopo il 2/3 di Fekete (69-72) Sassari ha addirittura il tiro del pareggio con Calhoun: non va, e Anderson finalmente la chiude dalla lunetta.

LE ALTRE PARTITE. Costa Masnaga-Venezia 72-98. Domenica: Ragusa-Bologna, Schio-Battipaglia, Geas-Lucca, Campobasso-Vigarano. Rinviata: Broni-Empoli.
La classifica: Venezia 30; Bologna 24; Schio 22; Ragusa 20; Empoli 16; Geas, San Martino e Costa Masnaga 14; Campobasso e Broni 8; Sassari 6; Lucca e Vigarano 2; Battipaglia 0.

DINAMO SASSARI: Calhoun 16 (2/6, 3/11), Arioli ne, Mataloni 13 (2/3, 3/5), Costantini ne, Gagliano, Fekete 10 (4/6), Cantone 7 (1/1, 1/4), Burke 19 (8/11), Scanu ne, Pertile 4 (2/3, 0/1), Fara ne. All. Restivo.
BASKET SAN MARTINO: Anderson 15 (4/9, 1/10), Fietta 9 (2/5, 1/4), Tonello (0/2 da tre), Pasa 19 (6/9, 0/4), Toffolo 2 (1/6), Ciavarella 2 (1/4, 0/2), Varaldi ne, Sulciute 27 (8/9, 3/5), Milani, Arado ne. All. Abignente.
ARBITRI: Terranova di Ferrara, Frosolini di Grosseto e Culmone di Bologna.
PARZIALI: 15-17, 34-35, 48-48.
NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Fallo antisportivo: Sulciute (40'). Tiri da due: Sassari 19/30, San Martino 22/42. Tiri da tre: Sassari 7/21, San Martino 5/27. Tiri liberi: Sassari 10/15, San Martino 15/17. Rimbalzi: Sassari 28 (Burke 8), San Martino 38 (Anderson 9). Assist: Sassari 15 (Mataloni e Burke 4), San Martino 18 (Sulciute 5).