ESCLUSIVA PB - Condello fa il punto sul mercato della Viola Reggio Calabria

 di Alessandro Palermo  articolo letto 1955 volte
G. Condello (foto Facebook)
G. Condello (foto Facebook)

Non è un bel momento per la Viola Reggio Calabria, attualmente bloccata nelle sabbie mobili della classifica. Il punto più profondo, ultima in bella - si fa per dire - compagnia di un trio formato da Agropoli, Scafati e Casale Monferrato. Non un bell'inizio ma, in parte, era tutto abbastanza prevedibile. Squadra nuova e ridimensionata,  dopo la delusione della passata stagione si sapeva che le cose non sarebbero state semplici. Chi, però, non fa drammi è Gaetano Condello, General Manager dei neroarancio: «La squadra ha ampia fiducia, i nostri ragazzi stanno lavorando bene. Adesso ci attende una partita delicatissima con Ferentino, che però non deve risolvere tutti i problemi in caso di vittoria, così come un'eventuale sconfitta non deve buttarci nel brataro». Parole significative, quelle di Condello, improntate a tranquillizzare il caldo ambiente di Reggio Calabria (e non si parla della temperatura). Non servono allarmismi, anche se i tifosi vorrebbero un rinforzo per risollevare la stagione, iniziata non di certo nel migliore dei modi. «Dopo tre sconfitte consecutive si ha voglia di cambiare qualcosa, lo capisco - afferma proprio il GM della Viola, il quale poi prosegue così - Ma non è quello che vogliamo fare, non dobbiamo agire d'istinto. Dobbiamo anche saper aspettare».

UN MERCATO CHE OFFRE BEN POCO

Il mercato, però, non offre granché. Perché prendere un giocatore a caso non è nello stile di Condello: «Il mercato, almeno in questo momento, non offre nulla. Gli italiani? Peggio che peggio, il mercato degli italiani è fermo. Non ci sono atleti, è questo il fatto».

UNA SMENTITA
Il General Manager della Viola trova anche il tempo per una smentita, doverosa: «Ho letto anche di Jamarr Sanders (ex Trento, ndr) su Spicchi d'Arancia. Pura invenzione, non è proprio il giocatore che cerchiamo. Addirittura hanno scritto che il giocatore avrebbe rifiutato una nostra presunta offerta, mai fatta».

ARRIVERA', QUALCUNO ARRIVERA'
Dunque, pe il momento, a Reggio Calabria non arriverà nessuno. I sondaggi, però, ci sono stati e continueranno: «Mi sono stati offerti dei giocatori - conclude il GM - ma essendo dall'altra parte dell'oceano non so in che condizioni siano gli atleti, e non possiamo permetterci di rischiare con questi regolamenti che prevedono un solo innesto. Abbiamo un solo jolly, dobbiamo sfruttarlo bene. Giovani o veterani? Non facciamo distinzione, dipende dalla situazione».

Intervista a cura di Alessandro Palermo,
RIPRODUZIONE RISERVATA*