EURO BASKET 2017 - Gruppo A: POLONIA

 di Lorenzo Belli  articolo letto 229 volte
Ponitka
Ponitka

BIO: Una eterna incompiuta, in parecchie occasioni la compagine polacca era nella lista delle possibili rivelazioni ma non è mai riuscita a fare il salto di qualità che le consentisse di lottare per qualificarsi a qualcosa al di fuori della competizione continentale. Il ritiro dalla nazionale di Gortat, mai decisivo con i colori bianco-rossi, riapre le porte a Lampe ed offre la possibilità a Karnowski di mettersi in mostra; il resto del nucleo rimane il medesimo con Slaughter, la qualità di Ponitka - uno dei più sottovalutati in ambito europeo - e la mano educata di Waczynski. I margini di crescita paiono estremamente ridotti almeno che la “pesca” nel sommerso americano non abbia consegnato a coach Taylor il playmaker che mancava: Andy Mazurczak, regista vecchio stampo che ha fatto incetta di premi in Divison II e brillato in Grecia nel suo primo anno da professionista, poco per entusiasmare i palati fini ma forse il tassello giusto per innescare i compagni più talentuosi

QUALIFICATI: Vincendo agevolmente il proprio girone eliminatorio la scorsa estate, l'unica ininfluente sconfitta contro la Bielorussia è arrivata a qualificazione già assicurata

OCCHI SU: Mateusz Ponitka; l'eclettica ala polacca passo dopo passo prosegue la sua ascesa nella pallacanestro che conta a livello europeo: dopo essere stato Rising Star di Eurocup con il Zielona Gora è andato al Pinar ed ora è il turno di sbarcare nelle Canarie nelle fila di Tenerife. Una crescita costante e continua per un giocatore completo ed affidabile su ambo i lati del campo; a soli 24 anni è per la terza volta sulla ribalta continentale, assieme a Karnowski sembra essere l'unica luce per il futuro del basket polacco.

CALENDARIO: a Helsinki: 31/08 vs Slovenia – 02/09 vs Islanda – 03/09 vs Finlandia – 05/09 vs Francia – 06/09 vs Grecia