Serie B - Baltur, Benedetto: "Con Reggio giochiamo in casa e vogliamo vincere"

 di Redazione Pianetabasket.com  articolo letto 96 volte
Serie B - Baltur, Benedetto: "Con Reggio giochiamo in casa e vogliamo vincere"


Ci sono due ex biancorossi sulla strada della Baltur, che affronterà la BMR Reggio Emilia allenata da “Toto” Tinti prima (sabato 22 aprile, ore 20:30) e la Gessi Borgosesia guidata da Marco Albanesi poi (domenica 30 aprile, ore 18).
 
A Giovanni Benedetto, come di consueto, la parola sull’ultima uscita della sua squadra e uno sguardo ai prossimi impegni. Coach, a Lecco una sconfitta netta ma maturata nella ripresa. Qual è il suo punto di vista sulla partita?
«Abbiamo perso una partita contro una buona squadra, che in casa sua ha concesso poco o niente agli avversari quest’anno e che è scesa in campo col coltello tra i denti, per ottenere il miglior piazzamento possibile nella griglia play-off e migliorare il bilancio della precedente stagione. Nonostante il punteggio finale ritengo che abbiamo giocato una buona gara in un primo tempo che avremmo dovuto chiudere in vantaggio, se solo avessimo tirato con percentuali decenti dalla lunetta e sbagliato meno tiri da sotto… L'analisi non può però prescindere da uno scellerato terzo quarto, nel quale abbiamo compromesso quanto di buono avevamo fatto in precedenza ma pure nel finale, avendo vinto l’ultimo periodo.».
 
Alla luce di questa discontinuità di rendimento e in vista della serie play-off con Borgosesia, quale valore attribuisce alla sfida con Reggio Emilia?
«Affronteremo una squadra che ha chiuso in crescendo la stagione regolare e merita di partecipare a un play-off in cui sono convinto che darà filo da torcere a chiunque. Per quel che riguarda noi, siamo reduci dall’ennesima settimana tribolata. Andreaus è ancora fermo e speriamo di riaverlo per la prossima partita, mentre Caroldi ha ripreso ad allenarsi soltanto giovedì, dopo quattro giorni passati a letto con l’influenza. La discontinuità di rendimento è un difetto che stiamo cercando di limare ma la verità è che non abbiamo mai visto in palestra tutta la squadra per più di una settimana, e questo è un dato di fatto che inevitabilmente si ripercuote sulla qualità del lavoro in allenamento e in partita. Comunque daremo il massimo perché giochiamo in casa e vogliamo vincere, per dare ai nostri tifosi una soddisfazione e arrivare ai play-off nella migliore condizione possibile.».